Appunti di programmazione per Android

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

È proprio vero, oggi i cellulari sono dei veri e propri computer, ricchi di funzioni differenti. Alcuni sono realizzati con tecnologie avanzatissime e dispongono di un sistema operativo (programmi che mediano fra le applicazioni e il software) e di applicazioni fondamentali: si tratta dei dispositivi Android, che non costano troppo e sono caratterizzati da una struttura open source (il software è predisposto per essere modificato da altri programmatori). La guida seguente ha lo scopo di fornire alcuni appunti di programmazione che riguardano questo particolare dispositivo mobile, partendo dai presupposti essenziali per poi arrivare alle procedure di installazione necessarie.

26

Occorrente

  • Dispositivo Android
  • Software
36

Scaricare i pacchetti

Per prima cosa è indispensabile scaricare due pacchetti. Il primo è Java Development Kit (JDK), il software, che seve essenzialmente per lo sviluppo dei codici sorgente ed è il più adoperato dai programmatori Java. Il secondo è l'Android SDK, che permette di effettuare delle applicazioni e consente l'interazione con un dispositivo virtuale (la "virtual machine Dalvik", che a sua volta esegue il bycode, un linguaggio che descrive le operazioni del programma). La gestione dei server e delle risorse è affidata al Kernel Linux, ma è bene sapere che quasi tutte le applicazioni, per quanto riguarda lo sviluppo, sono ricavate in Java ed eseguite dalla virtual machine.

46

Sviluppare un software

A questo punto estraete il contenuto dal pacchetto SDK e spostatelo sul disco fisso. In questo modo otterrete l'ambiente di sviluppo “eclipse” (ovvero un software che è in grado di svilupparne un altro) e il pacchetto di sviluppo “sdk”, divisi in due sottocartelle. Ora, per poter procedere col programmare, è indispensabile un plugin per IDE (ambiente di sviluppo) che siabin grado di comunicare con “eclipse” ed aprirlo: si chiama Android Development Tools (ADT) ed è già subito disponibile nel sistema operativo Android.

Continua la lettura
56

Gestire le versioni

Per gestire le diverse versioni di SDK, è necessario utilizzare lo strumento SDK Manager. Solo in questo modo sarà possibile effettuare le proprie applicazioni in base agli elementi utilizzabili: fate allora doppio click sul file SDK Manager. Exe inserito in “sdk”, cercate i requisiti che corrispondono alla versione che avete scaricato e spuntateli, insieme alla cartella Extras. Solo successivamente cliccate su Install packages e su Install. Adesso, per poter iniziare a programmare, aprite l'ambiente di sviluppo: cliccate quindi su “eclipse” e poi due volte sul file eclipse. Exe. A questo proposito risulta molto importante ricordare che al primo avvio è necessario specificare la directory in cui memorizzare i dati e rispondere ad una domanda relativa alla volontà o meno di partecipare al perfezionamento di SDK, attraverso l'invio di dati statistici a Google. Procedendo in questo modo non avrete difficoltà a gestire in modo autonomo la programmazione di un Android. Esercitarsi nell'utilizzo del software è comunque indispensabile per ottenere dei risultati soddisfacenti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Esercitatevi nell'uso del programma
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Eclipse: guida base

Ogni programmatore Java o di qualunque altro linguaggio quali, C++ e PHP, necessita di un ambiente di sviluppo ad hoc che semplifichi la progettazione del software. Oggi, grazie a questa guida, vedremo una parte delle potenzialità base offerte dal noto...
Windows

Come scaricare ed installare la Java Virtual Machine su Windows

L'informatica è ormai diventata punto cardine nella vita di ognuno di noi e siamo abituati ad utilizzare Internet per fare ogni cosa. Alla base di tutto ciò vi è l'utilizzo di specifici linguaggi di programmazione. In questa guida faremo insieme i...
Mac

Come Installare Eclipse (IDE)

Molto spesso può capitare di non trovare la versione di Eclipse da installare. Inoltre, chi ha poca dimestichezza con l'informatica e si affaccia soltanto ora alla programmazione e non conosce quali programmi servono per iniziare, vi invitiamo a leggere...
Programmazione

Come iniziare a programmare in Java

Quando si progetta un sito internet, bisogna essere consapevoli del linguaggio che si sta adoperando per disegnare ogni comando o elemento presente nelle pagine, come avvengono i collegamenti, e certe regole affinché tutto funzioni alla perfezione. Il...
Programmazione

Come installare e configurare Eclipse su Ubuntu

Per Linux esistono centinaia di compilatori adatti alla programmazione Java. Eclipse è sicuramente uno dei migliori e soprattutto uno dei più famosi editor per linguaggio Java e non solo, perché infatti gestisce perfettamente anche C++, C, Javascript...
Linux

Come configurare un ambiente di sviluppo per Android su Ubuntu

Nella seguente guida spiegheremo come configurare su Ubuntu un completo ambiente di sviluppo per applicazioni "Android" semplicemente utilizzando gli strumenti messi a disposizione gratuitamente da "Google". In pochi minuti attraverso dei semplici passi...
Programmazione

Come creare un semplice programma in Java

Con la diffusione del computer anche i linguaggi di programmazione si sono dovuti evolvere. Nel corso degli anni i linguaggi di programmazione sono diventati più snelli, eleganti e soprattutto facili da usare. Questo ha concesso ad una parte sempre maggiore...
Programmazione

Come programmare un algoritmo in Java

Come programmare un algoritmo? Ebbene, inizialmente bisogna stabilire cosa si intende con questa dicitura. Infatti, si può programmare un algoritmo tramite la sua vera e propria creazione. Oppure lo si può studiare, come previsto in specifici corsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.