Come Adoperare Il Comando Blocco Con Autocad 2010

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Su autocad versione 2010 esiste un comando chiamato "Blocco" che consente all'utente di racchiudere un certo numero di oggetti selezionati in un unico oggetto chiamato appunto blocco. Questo comando risulta molto utile nella progettazione, bisogna adoperare questo comando soprattutto quando si è costretti a modificare diversi oggetti minuscoli, permetterà infatti, anziché selezionarli tutti ogni volta, di creare un blocco che li racchiude ed operare su un' unica selezione.

26

Occorrente

  • PC
  • Autocad
36

Come già accennato nell'introduzione questo comando (Blocco) definisce una selezione "blocco" dagli oggetti selezionati. Per procedere con la definizione di un blocco si deve innanzitutto aprire un progetto che contenga già degli elementi che possano servire al nostro scopo. Selezionare quindi gli oggetti e poi specificare un punto di inserimento. Il blocco in questione per essere distinto dagli altri oggetti od eventuali altri blocchi ha bisogno di un nome che viene assegnato al momento della sua creazione.

46

Come abbiamo detto quindi, i blocchi possono essere personalizzati ma è anche possibile utilizzare dei blocchi di default già definiti dai creatori del programma. Questi sono forniti in DesignCenter (un plug-in di autocad) o nelle tavolozze degli strumenti. Ma andiamo a vedere nel dettaglio come definire un blocco per il disegno corrente. Prima di tutto crea gli oggetti che vuoi utilizzare nella definizione del blocco, poi apri la scheda INSERISCI-->BLOCCO GRUPPO-->CREA, a questo punto nella casella Nome digita un nome identificativo da assegnare al blocco e in OGGETTI, seleziona CONVERTI IN BLOCCO.

Continua la lettura
56

Per chi volesse mantenere gli oggetti originali nel disegno, basta non selezionare l'opzione ELIMINA (durante la creazione del blocco). Se infatti viene selezionata questa opzione, le copie originali degli oggetti che andranno a far parte del nostro blocco verranno cancellati dal disegno. Se necessario ovviemente, si può utilizzare il pulsante INDIETRO per ripristinarli. Quindi, seleziona singolarmente o con la riquadratura, gli oggetti da includere nella definizione del blocco e premi il pulsante invio. Specifica allora il punto di inserimento del blocco scegliendo tra SELEZIONA PUNTO per specificare un punto attraverso l'utilizzo del cursore del vostro mouse oppure digita da tastiera, nell'apposito spazio dei comandi in basso, i valori delle coordinate X, Y e Z del punto nello spazio. Una volta stabilito non ci rimane che premere nuovamente invio e naturalmente usufruire del nostro nuovo blocco.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il blocco viene definito nel disegno corrente e puoi inserirlo in qualsiasi momento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come utilizzare il comando sottrai con Autocad 2010

Come certamente saprai, Autocad 2010 è un software utilizzato da molti progettisti, ingegneri, ed architetti. Il programma risulta essere uno dei più famosi in ambito di progettazione. In questa guida ti mostrerò come utilizzare il comando sottrai....
Windows

Come Unire Due Solidi Con Autocad 2010

Autocad è un software utilizzato spesso dagli studenti, permette di creare disegni in meccanica e in architettura. Vediamo come unire due solidi con Autocad 2010. Attraverso il comando "estrudi" si disegna in 3 D. Nella riga di comando scriviamo "estrudi"...
Windows

Come Utilizzare Lo Strumento Tratteggio Con Autocad 2010

Gli amanti della progettazione conoscono, di certo, i programmi adatti per realizzare le loro idee e per visualizzarle al pc in maniera chiara e abbastanza realistica. Si tratta di usare i programmi giusti, come, ad esempio, Autocad, con i loro strumenti...
Windows

Come utilizzare 3D Poli con Autocad 2010

Vediamo in questa guida un comando esistente del programma autocad 2010: il comando 3D poli. Si tratta di uno dei comandi che puoi trovare nel famoso e utile programma autocad 2010 il quale ti consente di riuscire a creare una polilinea in 3d, cioè tridimensionale....
Windows

Come Utilizzare La Traiettoria Angolo Di Rastremazione Con Autocad 2010

Autocad 2010 è un software per computer realizzato dalla autodesk. Questo programma è molto utilizzato per riprodurre disegni bidimensionali e tridimensionali con elevata precisione. Proprio per la sua precisione, questo programma è molto utilizzato...
Programmazione

Come Adoperare Esplodi Con Autocad 2010

Se anche tu sei un appassionato di Autocad 2010 e simili, questa è esattamente la lettura che fa per te. In questa guida infatti, ci soffermeremo sulla spiegazione dell'utilizzo della modalità esplodi utilizzando il programma Autocad. Con questo software,...
Windows

Come Utilizzare Polimesh Con Autocad 2010

Polimesh è un modello 3D composto da vari poligoni autoCAD invece è un formato di file di tipo cad sviluppato per autodesk come database di definizione di disegni. Ll comando polimesh consente di creare una mesh poliedrica (poligonale) in cui...
Windows

Come creare il render di un oggetto con Autocad 2010

AutaCAD è sicuramente uno dei programmi migliori e più utilizzati nel suo genere. Infatti, AutoCAD è lo strumento adatto per professioni nell'ambito dell'architettura e dell'ingegneria, ma, essendo molto versatile, può trovare impieghi anche in altri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.