Come ampliare il launcher di Ubuntu con molte più icone

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il Launcher di Ubuntu è una comodissima barra arricchita dalla presenza di numerose di icone: quest'ultima permette una scelta veloce e funzionale dei programmi da utilizzare. Sui PC più piccoli questa barra ha un certo peso, poiché riduce notevolmente lo spazio presente sul display. Per ovviare a tale problema, utilizzare il programma gratuito Quicklists 2 permetterà di installare delle icone in modo da associare ad esse molte più funzioni.

Vediamo dunque come procedere per ampliare il launcher di Ubuntu con molte più icone.

27

Occorrente

  • Collegamento ad Internet
  • Quicklist
  • Gedit
37

Innanzitutto bisognerà aprire lo strumento Terminale, inserendo le seguenti stringhe: sudo apt-add-repository ppa: alanbell/unity, premendo invio da tastiera, poi bisognerà inserire sudo apt-get update, di nuovo Invio per poi digitare sudo apt-get install unity-window-quicklists. Si dovrà poi chiudere il Terminale.
Nel caso in cui invece si desideri installare il tutto dal comodissimo gestore dei pacchetti, basterà aprirlo e ricercare Quicklists 2. Appena finito si dovranno estrarre i files.

47

Bisognerà poi cliccare sull'archivio nella cartella dei download, ed estraendo il contenuto in un percorso che sia facile da ricordare, bisognerà poi aprirla. La cartella appena creata presenterà infatti al suo interno dei files, che andranno cliccati e trascinati ad uno ad uno sulla barra del Launcher, in modo da assicurarsi che prima di rilasciarle sulle icone sia presente il simbolo croce. Per utilizzare Quicklists 2 basterà poi cliccare con il tasto destro del mouse su una icona del menù.

Continua la lettura
57

Nel caso in cui invece si vogliano eliminare le icone poco utilizzate, basterà aprire con il programma Gedit uno dei file contenuti nella cartella di Quicklists, scorrendo la lista delle informazioni e cercando la stringa exec = alla sezione Videoplayer. La scritta totem dovrà essere sostituita con VLC, dato che di base viene impostato come lettore multimediale un programma non proprio snello. La stessa cosa andrà fatta con gli altri quattro files, ricordandoci di non intasare troppo la barra laterale per non rendere le modifiche fatte (con il procedimento sopra descritto) prive di efficacia.
Con tale procedimento si potrà dunque snellire il proprio desktop con maggiore efficacia, rendendo le poche icone presenti davvero utili nella gestione dei propri programmi. Con poco impegno e seguendo passo per passo tale guida è stato dunque facile ottimizzarne la loro già importante funzione.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come creare un icona nel Launcher per la chiusura forzata delle applicazioni

Quante volte vi è capitato di dover spegnere il computer velocemente, magari perché ha la batteria scarica, e invece alcune applicazioni non vogliono saperne di chiudersi, facendovi ritardare lo spegnimento della vostra macchina? Per non perdere la...
Linux

Come personalizzare l'interfaccia grafica di Ubuntu

Ubuntu è una distribuzione software del sistema operativo opensource Linux, che presenta come ambiente grafico di default Unity basato su Gnome. Tale distribuzione offre all'utente, che non sia pienamente soddisfatto dell'interfaccia grafica predefinita,...
Linux

Come creare un tema per Ubuntu

Il metodo che prenderemo in esame è quello che consiste nel prendere gli elementi che vi interessano dalle sue directory. Installa splashy procurandoti un pacchetto Debian. Puoi provare ad esempio amd64, che si trova nei vari forum degli utenti. Fai...
Linux

5 cose da fare dopo aver installato Xubuntu

Xubuntu è un sistema operativo pratico e veloce della famiglia Ubuntu che serve in modo particolare per i pc datati, quelli che non sono al passo con i tempi e che hanno dei tempi di caricamento piuttosto lunghi. Xubuntu è un prodotto della famiglia...
Linux

Come installare Unity su Fedora

Che cos'è un Desktop Environment? L'ambiente grafico, rappresenta l'interfaccia di un sistema operativo. In Windows tutte le varie versioni che si sono succedute, hanno adottato una serie di interfacce sempre più accattivanti graficamente. Questo per...
Linux

Come Funziona L'Ubuntu Software Center

Ubuntu Software Center non è altro che un programma per la gestione dei pacchetti software compilati per la distribuzione Ubuntu. Il suo sviluppo è iniziato nel 2009, allo scopo di offrire un'alternativa più performante rispetto al tradizionale gestore...
Software

Come installare e decomprimere file Rar su Linux Ubuntu

Gli archivi compressi che presentano estensione. Zip o. Rar sono estremamente comuni dal momento che consentono di risparmiare sufficiente spazio sull'hard disk e permettono la condivisione di file tramite internet. Inoltre, possiamo affermare che riconoscerli...
Mac

Come ripristinare MBR di Windows in Ubuntu

Il Master Boot Record (MBR) è una parte del disco rigido del computer, dove sono installati tutti i sistemi operativi; generalmente questa funzione non si trova nel set-up di tutti i computer, ma nel caso in cui decidessimo di installare due sistemi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.