Come calcolare il numero di giorni tra due date

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Delle volte, soprattutto in ambito lavorativo, diventa necessario conoscere l'esatto numero di giorni che sono interposti fra due date. Mentre può risultare una banalità calcolarlo fra due date molto vicine (basta farlo a mente), può diventare problematico quando fra quest'ultime intercorrono mesi, o peggio, anni. L'utilizzo del computer ha senza dubbio agevolato notevolmente questi calcoli, rendendoli molto più veloci e precisi. Il software deputato a questo tipo di operazioni è Microsoft Excel, anche se esistono nel web alternative opensource che consentono di effettuare la stessa operazione come ad esempio LibreOffice o Openoffice. Indipendentemente dal programma scelto, in questa guida vi spiegherò come calcolare il numero di giorni tra due date!

25

Occorrente

  • Cmputer, Programma Excel
35

Possedere Excel o un'alternativa opersource

Il primo passo è procurarsi il programma necessario al calcolo. Nel caso abbiate optato per Excel, dovrete acquistare la licenza di Office (si può fare in molti negozi di informatica o anche sul sito della Microsoft). Nel caso in cui preferiate invece un'alternativa opensource, basterà recarsi nel sito di quest'ultima e scaricare il pacchetto completo. In ambedue i casi, quello che ci servirà sarà il foglio di calcolo presente in Excel. È possibile eseguire questa operazione in due modi: si può utilizzare l'operatore DIFFERENZA, oppure la funzione GIORNI. LAVORATIVI. TOT.

45

Utilizzo della funzione data diff

Con la funzione DATA. DIFF è possibile calcolare la differenza tra due date, in termini di giorni, mesi o anni. La sintassi della formula è la seguente: =DATA. DIFF (data_1; data_2; intervallo), da scrivere nella barra della formula. La data_1 è quella più recente, la data_2 è la seconda data precedente alla data 1, mentre l'intervallo è l'unità di misura tempo sulla quale si vuole fare il calcolo. Un modo molto semplice è quello di scrivere una data in una cella, per esempio nella cella A1 si scrive la data 28/02/2010; nella cella A2 si scrive la data 10/02/2013; nella cella A3 si scrive la formula =A2-A1, si clicca sul tasto invio e nella cella A3 compare il dato richiesto, che in questo caso è 1047. Volendo, nella stringa può essere aggiunta la voce "giorni", così nella risposta comparirà direttamente il risultato "1047 giorni".

Continua la lettura
55

Utilizzo della funzione giorni lavorativi tot

Nel caso in cui abbiamo la necessità di calcolare i giorni lavorativi, possiamo usare la funzione la funzione GIORNI. LAVORATIVI. TOT. Ora basterà cliccare sulla prima cella da cui far partire la conta, indicando una data, cliccare su Data_finale e inserire l'ultima cella della colonna di interesse.
Premere Ok e compare il valore ricercato. Quando si inseriscono date, i giorni, mesi e anni si devono separare utilizzando il simbolo" / " che il computer usa automaticamente per scrivere una data. Naturalmente questa funzione è molto valida quanto si devono calcolare date molto distanti tra loro, in anni, che richiedono calcoli molto complessi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come arrotondare i numeri decimali in Excel

Il programma Microsoft Excel è un foglio di calcolo che ci può semplificare notevolmente la vita. Certo, all'inizio non è semplice approcciarcisi ma con un po' di pratica può venirci in soccorso in diversi modi. Per poterlo utilizzare al meglio è...
Windows

Come usare la funzione PI GRECO in Microsoft Excel 2007

La tecnologia è divenuta fondamentale per la comunicazione. Infatti i cellulari rappresentano il primo mezzo di informazione, che permette di collegarci ad internet. Oltre ai telefoni cellulari troviamo il computer, esso è stato il primo mezzo tecnologico...
Software

Come generare numeri casuali con Excel

Per chi non lo sapesse, Excel è uno dei programmi più diffusi per fare tabelle, schemi, diagrammi, ma anche calcoli ed operazioni. Il software fa parte del pacchetto Office della Microsoft insieme ad altri applicativi come Word, Power Point ecc. Tra...
Mac

Come andare a capo nella cella di excel con Mac e iBook

Quante volte ti sei chiesto come si fa ad andare a capo rimanendo nella stessa cella mentre utilizzavi Excel? Hai un computer basato sul sistema operativo Mac o un IBook? Sei nuovo nel mondo della Mela e hai non riesci ancora ad avere familiarità con...
Windows

Come ordinare i numeri con Excel

Excel è un programma straordinario che ci permette un’elevata funzionalità per quel che riguarda la gestione di numeri e relative formule logiche, matematiche. Una delle funzioni base di questo programma di calcolo è quella di ordinare i numeri...
Windows

Come inserire funzioni e formule in excel

Excel è uno dei programmi più diffusi al mondo all'interno del pacchetto Microsoft Office, realizzato per creare, gestire, organizzare fogli elettronici. Le sue principali potenzialità sono nell'ordinare e porre i dati in relazione con formule e funzioni...
Windows

Come creare collegamenti all'interno dei fogli Excel

In questo tutorial viene analizzata, dettagliatamente, una delle funzionalità del foglio di calcolo Excel. È un pogramma prodotto da Microsoft compatibile con i sistemi operativi Windows e Macintosh. Excel è un foglio elettronico di calcolo con più...
Windows

Come colorare solo parte del testo contenuto in una cella in Excel

Tra i vari programmi che possiamo trovare nel vasto pacchetto Office di Microsoft, ci teniamo ora a parlare dell'applicazione Excel, un ottimo foglio di calcolo, molto utile in fase lavorativa, essi infatti permette di svolgere varie modalità di operazioni....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.