Come condividere cartelle tra Windows 7 e Ubuntu

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Al giorno d'oggi le reti non sono più esclusivamente aziendali, sempre più utenti possiedono la loro piccola rete domestica, e prima o poi accadrà quasi sicuramente di dover accedere alle partizioni Linux (Ubuntu) da Windows e viceversa. È indispensabile avere nelle proprie mani gli strumenti giusti per accedere ai file memorizzati sulle varie macchine collegate alla propria rete locale. Se le macchine sono collegate in rete locale, è possibile condividere tra Linux e Windows le cartelle il cui contenuto si desidera venga reso accessibile. Per accedere alle partizioni Linux da Windows utilizzando la rete locale, la scelta ricade inevitabilmente su Samba, un software libero capace di allestire dalle condivisioni su server Unix/Linux in modo tale che appaiono, agli utenti di Windows, come normali cartelle attraverso la rete locale. Vediamo quindi come condividere le proprie cartelle tra Windows 7 e Ubuntu in pochi e semplici passaggi.

24

La prima operazione da compiere è disattivare ogni forma di antivirus e firewall (compresso quello di Windows) in modo da rendere più semplice la procedura; in seguito, quando avrete verificato che tutto funziona come previsto, potrete procedere creando la vostra cartella su Windows. Cliccate con il tasto destro sopra la cartella che intendete condividere e date Proprietà > Condivisione cartella > Condivisione avanzata, mettete la spunta su condividi cartella, datele il nome con il quale sarà visibile alla rete (nel nostro caso si chiamerà share, attenzione a non utilizzare spazi nel nome della cartella) e settate tutti i permessi in lettura e scrittura per tutti gli utenti cliccando sul tasto autorizzazioni. Ora che avete condiviso la cartella "share", noterete subito che la sua icona sarà cambiata. Cliccando con il tasto destro e selezionando Proprietà > Condivisione potete vedere il percorso di rete della cartella composto da \\nome_pc\nome_cartella (nel nostro caso \\PC-NIBBLE\share); ricordate il percorso di rete, perché sarà quello che vi permetterà di identificare la vostra cartella nella condivisone.

34

Passiamo adesso alla configurazione della cartella condivisa su Ubuntu: innanzitutto aprite il terminale e, dopo averlo installato, è necessario configurare il programma Samba e i suoi pacchetti aggiuntivi (probabilmente saranno già installati, ma per sicurezza eseguite comunque il comando). Samba è gestito completamente dal file di configurazione smb. Conf situato nella directory/etc/samba, quindi per sicurezza eseguitene una copia. Nel caso in cui la vostra copia di smb. Conf si danneggiata a causa di manipolazioni errate, vi basterà ripristinare l'originale.

Continua la lettura
44

Adesso sarà necessario creare un utente Samba per la navigazione di rete (naturalmente sostituite il nome utente con quello che volete). A questo punto, non vi rimane che condividere cartelle o file su Ubuntu: il sistema più semplice è tramite Nautilus cliccando con il tasto destro del mouse sulla cartella, per poi selezionare Condividi cartella. Dalle risorse di rete troverete le cartelle condivise, utilizzando il nome utente e la password impostati in precedenza. Non sarà necessario che i due computer siano contemporaneamente accesi quando dovrete condividere le vostre cartelle, ma basterà utilizzare il server come unità di storage al quale tutti i computer della rete potranno accedere per visualizzare i file condivisi e modificarli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

Come installare e decomprimere file Rar su Linux Ubuntu

Gli archivi compressi che presentano estensione. Zip o. Rar sono estremamente comuni dal momento che consentono di risparmiare sufficiente spazio sull'hard disk e permettono la condivisione di file tramite internet. Inoltre, possiamo affermare che riconoscerli...
Linux

Come creare e mostrare file e cartelle nascoste in Ubuntu

Ubuntu è un sistema operativo dal curioso nome in lingua zulu, di distribuzione Linux. Caratterizzato da una estrema semplicità di utilizzo, vide la propria commercializzazione sul mercato a partire dal mese di Ottobre dell' anno 2004. Ecco una breve...
Linux

Come funziona Marlin per Ubuntu

Oggi vogliamo analizzare insieme a tutti i nostri lettori, alcuni dei software e file manager, che si possono installare sui sistemi operativi, diversi dai classici a cui siamo abituati. Per esempio cercheremo di analizzare per bene Ubuntu ed in particolar...
Linux

Come installare l’Ubuntu Software Center su Linux Mint 12

Di tutte le distribuzioni GNU/Linux presenti sul web, Linux Mint risulta essere senza dubbio una delle più potenti e performanti. È gratuita, completamente open-source e molto stabile grazie al suo "cuore Ubuntu". A differenza del progenitore, però,...
Linux

Come recuperare i dati sul tuo hard disk

Sarà capitato anche a te di dover eliminare per sbaglio un file che in realtà era essenziale. In questi casi potresti pensare che non c'è più nulla da fare e che il file è perduto per sempre. Invece non è così. Tralasciando i molteplici servizi...
Linux

Come utilizzare ubuntu senza installarlo

I sistemi operativi sono dei particolari software che consento di interfacciare l'utente con l'hardware presente all'interno del nostro computer. Senza il sistema operativo, quindi, non potremo mai riuscire a sfruttare tutte le potenzialità che queste...
Linux

Come installare le radio italiane su Ubuntu

La radio è stata il mezzo di comunicazione più utilizzato per più di mezzo secolo; al giorno d'oggi, però, ha perso di attrattiva, ed è stata parzialmente sostituita dalla radio in broadcasting. Viaggiando il segnale via internet, e non più via...
Linux

Come associare un'applicazione custom ad un tipo di file in Ubuntu

In Ubuntu Linux ogni archivio è associato ad un'applicazione predefinita dal sistema, sia che nell'ambiente desktop Gnome che KDE.A differenza di Windows, non è necessario che un file abbia una certa estensione affinché il sistema lo possa eseguire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.