Come costruire un multivibratore astabile

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il multivibratore astabile è un particolare circuito elettronico, utile quando serve una successione di impulsi elettrici costanti e variabili. Sebbene questo non sia un argomento alla portata di tutti, in questa guida vogliamo spiegare, nel modo più comprensibile possibile, come eseguire la realizzazione di questo noto circuito. Vedrete che, con un po' di buona volontà, attenzione e leggendo queste semplici righe, potrete essere in grado di comprendere come costruirlo!

25

Definizione

Iniziamo spiegando brevemente ma in modo chiaro che cosa è un multivibratore astabile. Si tratta semplicemente di un generatore elettronico di onde quadre e rettangolari. Queste onde si ripetono alternandosi in modo autonomo, senza che siano necessari comandi esterni o interventi manuali. Ciò significa che, quando viene collegata l'alimentazione, il circuito oscilla spontaneamente in uno stato logico tra i due detti in precedenza, i quali incidono sull'uscita del circuito stesso. Ne consegue che il multivibratore è un circuito instabile e si comporta come un oscillatore a rilassamento.

35

Ciclo

Osservate la figura 1, in cui è rappresentato un multivibratore astabile piuttosto semplice. Supponiamo, per ipotesi, che inizialmente nel circuito il transistor T1 conduca. La tensione sul collettore è 0 e si ha la carica di C1, attraverso R2. Quando il potenziale nel punto tra C1, R2 e la base di T2 raggiunge 0,6V, T2 entra in conduzione, portando il potenziale sul suo collettore a 0. Di conseguenza, C2 inizia a scaricarsi, bloccando momentaneamente T1 e C1, e scarica attraverso R1-R2. In questo nuovo stato, C2 si scarica attraverso R3 fino a che la tensione raggiunge 0,6V; T1 ritorna a condurre caricando C1 e bloccando T2. Così, C2 si scarica mediante R3-R4.

Continua la lettura
45

Tempi

Il ciclo che vi abbiamo spiegato si ripete continuamente, in base ai valori che assumono i resistori e i condensatori. Per quanto riguarda i primi, R2 ed R3 possono avere valore di 22KOhm, R1 ed R4 470 Ohm. I condensatori, invece, possono avere una capacità che va da centinaia di pF a centinaia di uF, in funzione della frequenza necessaria.
Inoltre, se i valori di R2 e C1 e quelli di R3 e C2 differiscono, i tempi di accensione e spegnimento dei due transistor risultano non simmetrici, per cui è possibile variare il ciclo di lavoro o duty cycle del segnale. Per il circuito potete utilizzare qualsiasi tipologia di transistor preferiate.
Vi è tutto più chiaro, vero? Adesso sapete come realizzare un multivibratore astabile! Buon lavoro!

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come Verificare La Funzionalità Di Un Transistor

Il B. J. T., ossia il Bipolar Junction Transistor, rappresenta un dispositivo utilizzato in elettronica, composto da un materiale a semiconduttore al quale sono applicati tre terminali definiti base, emettitore e collettore. Questo dispositivo è un...
Elettronica

Come riparare la scheda elettronica della lavastoviglie

La scheda elettronica viene considerato il cervello della propria lavastoviglie, dal momento che questa coordina le varie sezioni meccaniche. Per quanto possa essere affidabile, i cali di tensione oppure le infiltrazioni di umido, dovute ad un ambiente...
Elettronica

Come realizzare un circuito logico

I moderni computer, anche i più sofisticati ed i più complessi, sono costituiti da componenti base molto semplici: i circuiti logici. Questi elementi sono dei circuiti elettronici basati su di un numero finito di livelli di tensione elettrica. Le tensioni...
Elettronica

Come Costruire Un Amplificatore Audio

Un amplificatore audio è indispensabile per migliore sia i suoni che la potenza; infatti, oltre che acquistarlo è possibile anche costruirlo con pochi e semplici elementi, ed utilizzabile in molte occasioni. A lavoro ultimato, la qualità audio sarà...
Elettronica

Come costruire un circuito elettrico con una bottiglia di vetro

Molto spesso, quando abbiamo bisogno di alcuni particolari apparecchi elettronici, preferiamo recarci in appositi negozi specializzati in questo settore per acquistarli già realizzati, ma la maggior parte delle volte questi apparecchi hanno un costo...
Elettronica

Cos'è e come funziona un transistor MOS

Avrete probabilmente sentito più volte parlare dei transistor MOS e altrettante volte vi sarete chiesti cos'è. Il transistor MOS o MOSFET, è l'elemento base della maggior parte dei sistemi elettronici digitali e di buona parte dei sistemi elettronici...
Elettronica

Come costruire un semplice amplificatore audio

Ormai con il passare del tempo la tecnologia ha fatto passi da gigante e con esso anche la nostra "dipendenza" dagli strumenti elettronici. Basti pensare ad un lettore mp3, adesso per noi è quasi una cosa superata ma una decina di anni fa era quasi impensabile...
Elettronica

Come misurare la tensione di un diodo Zener

Il "diodo" è un componente elettronico di tipo bipolare, ovvero permette il flusso di corrente elettrica al suo interno, ma solamente in un determinato verso, nell'altro, invece, viene bloccato già in partenza. Nella presente e rapida guida, andremo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.