Come creare una PEC con Poste Italiane

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La PEC, acronimo di Posta Elettronica Certificata, è uno strumento sicuro con valore legale. Sostituisce a tutti gli effetti la raccomandata con ricevuta di ritorno, attestando la data e l'ora di invio del documento in oggetto. Dal 1° luglio 2013 le comunicazioni tra imprese e Pubblica Amministrazione avvengono solo tramite PEC. La normativa è contenuta nel D. P. R. 11 febbraio 2005 n. 68 e nel decreto legislativo 7 marzo 2005 n. 82. Il Governo Italiano fornisce il servizio gratuitamente, su un dominio specifico per trasmissioni tra cittadino privato e Pubblica Amministrazione. Altri gestori autorizzati dalla CINPA, l'organo preposto al controllo della posta elettronica, offrono la prestazione a pagamento ma completa di tante funzionalità. Ecco come creare una PEC con Poste Italiane.

26

Occorrente

  • collegamento ad internet
  • pc
36

Secondo le disposizioni di legge l'obbligo di dotarsi di PEC è esteso alle imprese, ai professionisti ed alle Pubbliche Amministrazioni. Qualsiasi cittadino può farne richiesta ed utilizzarla per comunicare con Enti Pubblici e privati, in maniera gratuita, semplice e senza recarsi agli uffici postali.
Se avete intenzione di attivare una PEC, il primo passo da compiere è acquistare una casella mail presso Poste Italiane. Il gestore è autorizzato dalla CINPA.

46

Il servizio può essere richiesto on line, registrandosi al sito istituzionale www.posteitaliane.it. Accedete alla pagina relativa agli acquisti on line. Cliccate sulla voce "acquista PEC on line". Inserite i dati della PEC, le informazioni sulla fatturazione ed il metodo di pagamento. A questo punto sarà possibile stampare il contratto che dovrà essere firmato per accettazione ed inviato al numero di fax 06 54922017, insieme alla fotocopia di un documento di identità valido del richiedente. Poste italiane, verificati i dati, provvederà ad inviare la comunicazione di attivazione del servizio. Da quel momento potrete utilizzare la posta certificata.

Continua la lettura
56

La Posta Elettronica Certificata con Poste Italiane mette a vostra a disposizione 2Gb di spazio libero. Potrete inviare 200 mail al giorno a 100 destinatari differenti. Ogni qualvolta verrà inviato un messaggio ad un altro utente affiliato allo stesso servizio, il gestore provvederà a trasmettere una "ricevuta di ritorno". Più precisamente il gestore certificherà tre cose: il corretto invio dell' e-mail ad una certa ora ed ad una certa data; l'avvenuta consegna ed il contenuto stesso. Ciò darà valore legale ai vostri documenti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Assicuratevi di possedere una PEC per comunicazioni con la Pubblica Amministrazione. I vantaggi sono tantissimi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Internet

Come inviare un messaggio di posta certificata

I messaggi di posta elettronica hanno quasi del tutto preso il posto dei documenti scritti, per il semplice fatto che inviarli è gratuito, facile ed economico. Infatti, basta avere una connessione ad internet ed un computer per inviare un numero illimitato...
Internet

Come scegliere il gestore di PEC

Negli ultimi anni la tecnologia ha fatto davvero dei passi da gigante. Negli scaffali dei supermercati e dei negozi di elettronica maggiormente forniti, è possibile trovare numerosi prodotti tecnologici avanzati (come le televisioni ultrapiatte e i funzionali...
Internet

Come avere un indirizzo di posta elettronica certificata

La posta elettronica è un utilissimo strumento entrato in funzione con internet e ci consente di inviare messaggi di testo, allegando qualsiasi tipo di file come ad esempio immagini, video, documenti. Per fare ciò sarà sufficiente essere in possesso...
Internet

Come sbloccare la posta certificata

La posta elettronica certificata è un messaggio di posta elettronica il cui contenuto ha pari valore legale alla raccomandata con avviso di ricevimento. Questo tipo di posta elettronica è quasi totalmente italiano. Oltre all'Italia esiste un solo altro...
Internet

Come richiedere la PEC INPS

Con l'avvento dell'informatica nella pubblica amministrazione è necessario munirsi di determinate certificazioni da utilizzare in via telematica, tra queste vi è la Pec che è l'acronimo di Posta elettronica Certificata. Si tratta di un servizio che...
Internet

Come Configurare Una Posta Certificata Con Windows Mail 7

La Posta Certificata è un servizio gratuito e particolare di posta elettronica che consente ai cittadini di dialogare con le Pubbliche Amministrazioni. È disciplinata dalla legge italiana e utile per eseguire comodamente da casa numerose operazioni,...
Internet

Come aprire un indirizzo di posta elettronica certificata

Per posta elettronica certificata, si intende un servizio che un qualunque cittadino può adottare al fine di snellire e velocizzare le comunicazioni con la pubblica amministrazione. Si tratta di un normale indirizzo email, che però dà valore di ufficialità...
Internet

Come trovare l'indirizzo PEC di un Ente Pubblico

Quando si parla di Pec, si fa riferimento alla posta elettronica certificata. È un servizio ormai ampiamente diffuso, che consente ai cittadini di entrare direttamente in contatto con le Pubbliche amministrazioni che obbligatoriamente devono essere dotate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.