Come criptare file e cartelle su Mac

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Abbiamo dei documenti importanti sul nostro Mac che non vogliamo siano visti da nessuno come il lavoro importante, dei segreti o delle sorprese? Con una semplice procedura possiamo creare un archivio criptato nel quale inserire i nostri file e criptare le cartelle. Un disco virtuale dove riporre tutto ciò che vogliamo, protetto da password.

26

Dalla cartella "applicazioni" e da "utility", lanciare "utility disco". Nella barra superiore premere "nuova immagine". Inserire un nome per questa immagine e sceglierne la collocazione (di solito la scrivania) e la grandezza (in megabyte) in base alle nostre esigenze. A questo punto scegliere la criptatura aes-128. Lasciare inalterata l'ultima voce (lettura/scrittura).

36

Premere il tasto "crea" e comparirà la finestra in cui va inserita la password; inserite una password sicura, ma allo stesso tempo facile da ricordare per voi, altrimenti, se la si dimentica, non ci sarà nessun modo per recuperarla e tutti i file saranno perduti. Di default compare il segno di spunta accanto alla scritta "aggiungi la password al portachiavi": questo va tolto, altrimenti chiunque, con un semplice doppio clic, potrà aprire l'archivio in quanto il portachiavi interverrà fornendo automaticamente la password.

Continua la lettura
46

Abbiamo quasi terminato. Premere "ok" e il file. Dmg comparirà nell'elenco dei volumi: basterà sceglierlo con un clic oppure trascinarci tutto il materiale che vogliamo tenere nascosto. Quando avremo finito, lo si chiude facendo clic sulle frecce accanto alla sua icona oppure premendo i tasti "mela E".

56

Il nostro speciale disco privato e criptato è pronto. Tenete presente che i file e le cartelle che si inseriscono, sono copiati e non spostati, per cui sarebbe meglio cestinare gli originali dopo aver finito. In futuro, quando si vorrà aggiungere o togliere qualcosa da questo archivio, basterà fare un doppio clic e digitare la password richiesta.

66

Accesso ai file
Per accedere ai file sul vostro Mac, è possibile utilizzare Finder. Finder consente di visualizzare tutti i file e le cartelle sul vostro Mac e cercare per loro utilizzando il campo di ricerca nell'angolo in alto a destra della finestra del Finder. Una volta trovato il file che si desidera aprire, è sufficiente fare doppio clic sul file, si aprirà l'applicazione che supporta il suo formato di file.
Per chiudere un file, fai clic sul pulsante rosso tondo nell'angolo superiore sinistro della sua finestra. Tenete a mente che la chiusura di un file non necessariamente uscire dall'applicazione troppo. Per chiudere un'applicazione, scegliere Esci dal menu dell'applicazione o premi Comando-Q.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sicurezza

Come criptare e decriptare a livello professionale stringhe in php

Lo scopo della crittografia è quello di evitare che utenti indesiderati possano leggere alcune nostre informazioni e solo i destinatari possono essere in grado di decriptare il nostro messaggio e leggerne il contenuto. È possibile applicare questa metodologia...
Sicurezza

Come criptare una chiavetta USB

Se hai la necessità di utilizzare un semplice software, in grado di poter criptare la propria chiavetta USB, sei capitato nel posto giusto. Molte persone, infatti, hanno il forte desiderio di sapere come fare tutto questo, oltre a salvare tutti i propri...
Mac

Come Mettere Al Sicuro I Tuoi Dati Su Mac

La sicurezza al giorno d'oggi assume un'importanza sempre più rilevante per non rischiare che qualcuno si impossessi dei nostri dati personali, o a seguito di un furto o anche per una semplice dimenticanza o distrazione. Pertanto in questa guida vedremo...
Sicurezza

Come mettere una password a una chiavetta USB

Le chiavette USB, oggi rappresentano delle memoria di massa più utilizzate dalla maggior parte degli utenti. Il loro grande successo è sicuramente da ricercare nei grandi vantaggi che il loro utilizzo apporta. Si tratta infatti di un supporto di piccolissime...
Mac

Come visualizzare le cartelle nascoste sul Mac

Visualizzare i file nascosti sul Mac può essere utile in molte occasioni, come ad esempio quando vogliamo rimuovere in maniera approfondita un programma dal computer o quando vogliamo modificare un file il cui nome inizia con un punto. Il procedimento...
Internet

Come impedire la copia di un file

Tra le richieste più comuni che possiamo trovare nei siti, nei blog o nei forum di informatica, spiccano quelle per il recupero di file cancellati per errore, ma soprattutto una domanda la fa da padrone. Come impedire la copia di un file? Esistono vari...
Mac

Come zippare una cartella con Mac

Per i possessori di Mac è importante conoscere come creare delle cartelle “zippate”. I vantaggi della creazione delle cartelle zippate sono che queste tiplogie di cartelle si possono inviare con estrema facilità via internet in un unico file. Per...
Sicurezza

Come decriptare i file contenuti in Dropbox

Dropbox è il servizio di condivisione dati più famoso ed utilizzato in questi ultimi anni. Attraverso questo servizio è possibile condividere istantaneamente diversi tipi di file sfruttando la connessione internet, rendendo il processo di scambio veloce...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.