Come criptare i tuoi file e cartelle

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il nostro è un mondo perennemente connesso: chi di noi non ha almeno uno smartphone, ovvero un telefono intelligente capace di emulare e sostituire quasi totalmente un computer? Quasi, ma non totalmente, perché il pc, inteso come strumento di lavoro, è ancora oggi insostituibile per quanto riguarda alcune attività che per diversi motivi non sono ancora approdati su cellulari e tablet: grafica, fotoritocco e e programmazione necessitano ancora di un computer, meglio ancora se dotato di uno schermo ampio e luminoso. Dato il costo più elevato però, difficilmente si può possedere un pc personale, e spesso siamo obbligati a condividerlo con più persone, che siano essi familiari o colleghi: in questo caso, se sei una persona attenta alla privacy o più semplicemente riservata, è importante sapere come criptare i tuoi file e cartelle, affinché possa vederli soltanto tu.

26

Occorrente

  • Un software a scelta tra AxCrypt, TrueCrypt e PixelCrypt
36

Su Windows

Per chi ha Windows è più che sufficiente il programma gratuito AxCrypt: si installa velocemente, è leggero e facile da usare. Una volta installato, basta fare clic con il pulsante destro sulla cartella in Esplora risorse di Windows, andare al menu "AxCrypt", cliccare su "Cifrare" e infine scegliere la password. Verrà creato un file con estensione ". Axx", eseguibile soltanto se AxCrpyt è installato nel sistema. In alternativa, selezionando l'opzione "Cifrare ->. Exe" verrà creato un file con estensione ". Exe", dunque eseguibile in qualsiasi computer, anche se AxCrpyt non è installato.

46

Altri S.O.

Se il nostro sistema operativo non è Windows bensì OS X o Linux, fa al caso vostro il programma open source TrueCrypt (si trova qui: http://www.truecrypt.org/downloads). Con TrueCrypt possiamo creare dischi virtuali criptati, una sorta di secondo disco rigido dove conservare i nostri file più personali. Una volta installato e aperto il software, clicchiamo su "Crea volume" e scegliamo la prima opzione (le altre due servono rispettivamente per criptare un dispositivo esterno e l'intero disco rigido in uso). Successivamente optare per "Standard TrueCrypt volume" (l'opzione alternativa si riferisce ai casi in cui la password potrebbe essere estorta, spero non sia il vostro caso) e dopodiché vi verrà chiesto il nome e il percorso del file su cui salvare i dati, la dimensione del disco virtuale e la password.

Continua la lettura
56

Scegliere la password

Molte persone, distrattamente, adoperano la stessa password per più account o periferiche, dovendo tenere a mente in questo modo solo pochi caratteri. È una pratica che non si dovrebbe mai seguire, dato che, così facendo, un eventuale hacker riuscirebbe per esempio, in un solo colpo, a ottenere i dati del vostro conto bancario, dell'email o dei social network.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Conservate le password su un supporto esterno per recuperarla nel caso la dimentichiate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Sicurezza

Come criptare file e cartelle su Mac

Abbiamo dei documenti importanti sul nostro Mac che non vogliamo siano visti da nessuno come il lavoro importante, dei segreti o delle sorprese? Con una semplice procedura possiamo creare un archivio criptato nel quale inserire i nostri file e criptare...
Windows

Come proteggere o rendere invisibile una cartella

Molto spesso ci troviamo ad usare il nostro computer anche sul luogo di lavoro o capita, una tantum, che occorra prestarne l'utilizzo e le risorse ad un nostro amico o collaboratore senza che si sia prima provveduti a creare degli account "Guest", utili...
Hardware

Come proteggere il vostro hard disk

L'hard disk è un dispositivo di massa per l'archiviazione di file (documenti, immagini, filmati), programmi e sistemi operativi. È un componente sensibile, soggetto a malfunzionamenti, rallentamenti e guasti. Ma come mantenere efficiente il vostro computer...
Sicurezza

Come criptare una chiavetta USB

Se hai la necessità di utilizzare un semplice software, in grado di poter criptare la propria chiavetta USB, sei capitato nel posto giusto. Molte persone, infatti, hanno il forte desiderio di sapere come fare tutto questo, oltre a salvare tutti i propri...
Sicurezza

Come criptare e decriptare a livello professionale stringhe in php

Lo scopo della crittografia è quello di evitare che utenti indesiderati possano leggere alcune nostre informazioni e solo i destinatari possono essere in grado di decriptare il nostro messaggio e leggerne il contenuto. È possibile applicare questa metodologia...
Software

Come creare un file pdf protetto da password

Svilupperemo questa guida con lo scopo di spiegarvi, in soli tre passi. Come creare un file in formato pdf, che sia protetto da password. In tutti i computer ci sono documenti che, essendo strettamente personali, vengono protetti attraverso una password....
Sicurezza

Come decriptare i file contenuti in Dropbox

Dropbox è il servizio di condivisione dati più famoso ed utilizzato in questi ultimi anni. Attraverso questo servizio è possibile condividere istantaneamente diversi tipi di file sfruttando la connessione internet, rendendo il processo di scambio veloce...
Linux

Come creare, leggere e convertire file PDF su Linux

I PDF sono utili e versatili. È un formato aperto, che può contenere qualsiasi documento e diffusissimo in ambito lavorativo, educativo e informativo. Permette di visualizzare perfettamente la formattazione e lo stile del testo, come se fosse una fotografia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.