Come Deframmentare L'hard Disk Con O&o Defrag

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Per massimizzare la velocità di scrittura dei file, gli hard disk iniziano a scrivere i dati nel primo spazio libero che incontrano. Può capitare che i dati da scrivere occupano più dello spazio disponibile e, pertanto, si rende necessario lo spostamento della testina su un'altra porzione del disco in cui non sono presenti informazioni memorizzate. Questo determina una vera e propria frammentazione dei file, ed in una conseguente lentezza in fase di lettura, anche di qualche minuto. Oltre al dilatarsi dei tempi di elaborazione da parte del computer, questa situazione contribuisce a velocizzare il processo di usura del disco fisso. Per fortuna, esiste un rimedio abbastanza semplice a questo genere di problema. È sufficiente mandare in esecuzione, periodicamente, una utility per deframmentare il disco rigido. Una di queste è O&O Defrag. In questa semplice ma esauriente guida andremo a spiegare come è possibile deframmentare l'hard disk con questo software.

24

Una volta che è stato effettuato il collegamento al sito internet
http://www.oo-software.com/en/download/current/oodefragpro/index.html e scaricato il software "OO Defrag 19.5 Professional Edition", per installare il programma è necessario avviare il file. Exe contenuto nell'archivio compresso "OODefrag12pro. Zip". Successivamente, si deve premere sull'opzione "Next", per poi accettare il contratto, dopo aver letto tutte quante le condizioni di utilizzo, e premere nuovamente su "Next". Questo programma, come abbiamo detto, al momento è giunto alla versione 19.5. Supporta i sistemi operativi Windows Vista, Windows 8, Windows 8.1, Windows 10, sia a 64 bit che a 32.

34

A questo punto, occorre selezionare la cartella d'Installazione, per poi continuare ad andare avanti con il set up, cliccando sempre su "Next". Selezionare, quindi, tutte e tre le caselle di opzione in basso, per poi premere il pulsante "Next", poi "Install" e per concludere "Finish". Quando è tutto quanto terminato, si può avviare normalmente il programma, per poi selezionare "Continue to test without registering", in modo tale da utilizzare il software in maniera completamente gratuita. Premere, quindi su "Avanti", lasciando selezionata la deframmentazione automatica (ossia "Activate automatic defragmentation"). A seguire, premere su "Fine". In seguito, apparirà la schermata del software che sarà molto intuitiva e di semplicissimo utilizzo.

Continua la lettura
44

A questo punto, è possibile andare ad analizzare tutti i propri hard disk o le partizioni, selezionando uno dei volumi presenti nella lista, per poi cliccare sopra con il tasto destro del mouse. Dal menu contestuale che apparirà sullo schermo, sarà sufficiente selezionare la dicitura "Analize". È necessario ripetere la medesima operazione con tutte quante le unità che sono state installato nel proprio computer. Selezionare i volumi che nel rapporto di analisi presentano un maggiore livello di frammentazione dei dati, per poi cliccare su "DefragmentVolumes" nel menu laterale sinistro. È possibile procedere anche cliccando sul terzo pulsante da destra, presente nella barra degli strumenti. Si avvierà, in questo modo, il processo di deframmentazione dell'hard disk, che si occuperà di riordinare i file in esso archiviati evitando di far muovere tanto la testina in fase di lettura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come Deframmentare il registro di sistema con Auslogics Registry Defrag

In questa guida, vogliamo dare una mano a tutti coloro i quali sono amanti della tecnologia ed in particolare modo, di ciò che riguarda il mondo dell'informatica, ad imparare come fare per poter deframmentare, nella maniera più corretta e pratica possibile,...
Windows

Come deframmentare il disco fisso con Defraggler

Il disco fisso è un particolare componente presente in tutti i computer e che consente la memorizzazione di tutti i nostri files e dei vari software. Questo dispositivo è costituito da vari dischi di tipo magnetico ed ogni dato che andiamo a salvare...
Windows

Programmi di deframmentazione

La deframmentazione del disco fisso è uno degli aspetti fondamentali per gestire la manutenzione del proprio computer. Con il passare del tempo i programmi che sono installati sopra tenderanno a suddividere le sequenze di dati in diverse parti, più...
Linux

Come fare la deframmentazione su Linux

Nonostante il sistema operativo Linux non necessiti di una periodica deframmentazione, a differenza di quanto accade per Windows, delle volte può andare incontro a un rallentamento e, in questa circostanza, può risultare utile eseguire una deframmentazione...
Software

I migliori programmi per deframmentare il pc

Può capitare talvolta che il vostro computer diventi così lento da rendere difficile l'utilizzo di programmi molto semplici come Office. Questo potrebbe voler dire che il vostro pc ha bisogno di essere deframmentato. In parole molto semplici, questo...
Windows

Come deframmentare il disco rigido utilizzando diskeeper 7

La deframmentazione del disco rigido è un processo grazie al quale è possibile rimuovere i file memorizzati nella cache e quelli temporanei dalla memoria del PC. Per eseguire la deframmentazione, normalmente basta seguire questo percorso: Start, programmi,...
Windows

Come eseguire una deframmentazione del registro di sistema

Se il PC diventa lento, non è detto che sia stato infettato da dei virus, potrebbe essere colpa del disco fisso, che a lungo andare si può frammentare e rendere l’accesso a file e programmi incredibilmente lento. Per risolvere questo problema, se...
Hardware

Come ottimizzare gli hard disk

Ogni computer consente di immagazzinare una certa quantità di dati che sono all'interno, in modo da renderli sempre a disposizione di colui che usa il dispositivo. Questa funzionalità è permessa grazie dalla presenza di un disco rigido, esso può essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.