Come ingannare Google

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Google consente di utilizzare gratuitamente i propri servizi in cambio del traffico sulle sue pagine, ma è possibile che qualcuno voglia sfruttarlo in maniera ancora più efficiente del consentito, ed ingannare quindi il famoso motore di ricerca. Tutto questo logicamente deve essere fatto rispettando la legge, senza incorrere in reati informatici, per cui per sapere come agire, basta seguire ciò che viene descritto nei passi successivi di questa guida.

25

Occorrente

  • Software-robot
35

Leggere il contratto

È importante sapere che, anche se direttamente non stiamo pagando e non abbiamo firmato nulla, aprire un semplice account su Google, equivale all'adesione ad un contratto vero e proprio con diritti e doveri. Contravvenendo al patto contrattuale è possibile andare incontro a problemi seri, quindi prima di fare un qualsiasi tipo di registrazione è bene leggere il contratto o qualsiasi documento ad esso allegato.

45

Indicizzare le pagine

Un primo modo per tentare di ingannare Google, è per indicizzare al meglio le proprie pagine. Far funzionare bene un sito internet attraverso l'uso del SEO non rientra nell'inganno, ma se si vuole indicizzare sul motore di ricerca uno spazio virtuale creato con l'unico scopo di guadagnare e sprovvisto totalmente di contenuti, ci si sta già muovendo al limite del consentito. Può anche capitare che qualcuno tenti di ingannare il motore di Google facendo apparire fra i risultati delle ricerche siti internet finti, con l'unico scopo di guadagnare con le visite dei diversi visitatori. Per fare questo ci sono numerosi programmi che creano dei contenuti anche senza senso, soltanto perché Google riconosca parole chiave e indicizzi il tutto. Ovviamente quando il motore di ricerca capirà che si tratta di siti falsi, smetterà di indicizzarli.

Continua la lettura
55

Nascondere l'IP

Un altro modo per cui viene ingannato Google è per guadagnare con la pubblicità attraverso Adsense; infatti, il servizio di scambio dei banner fa acquisire i crediti a seconda delle visite e dei click sugli spot ospitati. Ci sono vari modi per non essere scoperti, come ad esempio usare dei programmi per nascondere l'IP, oppure attraverso dei software chiamati click-bots che cliccano sugli annunci a pagamento incrementando i profitti. Infine il modo meno furbo è di cliccare da soli sul proprio sito, ma in questo caso si viene subito scoperti e di conseguenza bannati. Queste sono alcune modalità attraverso le quali è possibile ingannare Google, ma bisogna sempre prestare molta attenzione a ciò che si fa, per evitare di compiere qualcosa di illecito e trovarsi in grossi problemi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mac

Migliori programmi per la pulizia del Mac

Se il nostro Mac diventa lento e non garantisce più le alte prestazioni di un tempo dobbiamo intervenire. Il rallentamento dipende sostanzialmente dall'uso che ne facciamo. Con il tempo infatti capita di accumulare file, documenti, foto, dati e di installare...
Internet

Le regole d'oro per trovare lavoro su internet

Trovare lavoro può essere difficile, soprattutto in tempi di crisi, ma internet fornisce degli strumenti che, se utilizzati in modo adeguato, possono risultare davvero efficaci. Sia che si desideri cercare un lavoro tramite internet o si stia cercando...
Sicurezza

Come difendersi dal Fishing

Per PHISHING si intende una tipologia di truffe informatiche effettuate tramite web per mezzo del quale un aggressore, può ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali sensibili, senza che lo stesso sia consapevole del danno...
Sicurezza

Come utilizzare Usb Threat Defender

Con il passare degli anni e con il progressivo miglioramento delle tecniche informatiche, la popolazione si è trovata di fronte ad un progresso che sembra non aver confini. Uno dei tanti ambiti a trarre maggiori profitti da questa ondata di novità è...
Elettronica

Come fotografare la nebbia

L'arrivo della nebbia è uno di quei momenti che io aspetto con impazienza ed è per questo che in questa guida ti spiegherò dei piccoli trucchetti su come fotografare la nebbia.  Fotografare la nebbia non è difficile ma se non si presta attenzione,...
Internet

10 regole per difendersi dal furto di identità e dal phishing

Il termine phishing si sta sempre più diffondendo nell'internet moderno. È una procedura che consiste nell'ingannare un determinato utente, al fine di ottenere dati sensibili, come password, codici di carte di credito e così via. Spesso questa truffa...
Windows

Come creare delle immagini stereoscopiche

Ci sono moltissime forme di arte al mondo con le quali sbizzarrire la propria fantasia. Lavoro con le immagini fotografiche e renderle opere d'arte è una di queste. Attraverso l'uso di particolari programmi e anche di molta fantasia è possibile realizzare...
Internet

Come inviare e-mail con un account diverso dal tuo provider

Ti sei trovato impossibilitato ad inviare e-mail con il vecchio account del precedente provider? Sei nel panico più totale perché vorresti tornare a tutto ciò a cui eri abituato senza stravolgere le tue azioni di routine ma con un account diverso da...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.