Come prolungare data di scadenza dei software in prova

di Maria Maietta difficoltà: media

Come prolungare data di scadenza dei software in prova Spesso i software gratuiti non sono in grado di soddisfare le nostre esigenze, specialmente in campo lavorativo. In questi casi si ricorre all'utilizzo di uno shareware, ossia un programma piú sofisticato e dotato di maggiori funzionalità, che necessita di essere acquistato con denaro vero. Non di rado quest'ultima tipologia da la possibilità di testare il trial del prodotto per un breve periodo di prova, che può durare 15 giorni, un mese e perfino sei mesi, in modo da convincere gli utenti a comprare la versione completa. Una volta superata la data di scadenza, alcuni trials si bloccano finché non si versa la somma richiesta, altri invece continuano a funzionare ma con opzioni ridotte. La rete però ci fornisce diverse soluzioni per prolungare la data di scadenza e quindi goderci il nostro shareware. Vediamo quali sono.

Assicurati di avere a portata di mano: Trial-Reset, Resource Hacker, Cracklock, TimeStopper, RunAsDate

1 Come prolungare data di scadenza dei software in prova Uno dei programmi che possiamo usare, allo scopo, è “Trial-Reset”. Questo programma scansiona il nostro registro di sistema, trova le chiavi che si riferiscono al programma che vogliamo continuare ad usare e le cancella. A questo punto siamo liberi di installare nuovamente il nostro shareware, poiché nel nostro pc non sono rimaste tracce che ne indicano il precedente utilizzo. Dunque potremo continuare ad avvalerci delle sue piene funzioni.

2 Resource Hacker” è il secondo software della rassegna. Si distingue dal precedente per l’approccio. Infatti “Resource Hacker” analizza l’ eseguibile del programma finito in scadenza e lo scompone in varie parti come se fossero i capitoli di un libro. Il nostro compito sarà solo quello di analizzare queste parti e cancellare quelle che si riferiscono all’acquisto del programma di prova. A fine procedimento, basta salvare le modifiche e si potrà usare il software di prova senza limiti di tempo.

Continua la lettura

3 La maggior parte dei programmi trial fa scadere il periodo di prova sulla base di 2 parametri: la data e l’ora del sistema e la data e l’ora fissata nel programma come scadenza del trial.  “Cracklock” agisce (virtualmente) sulla data del sistema che usiamo e in questo modo inganna il programma permettendoci di prolungare il termine.  Approfondimento Come risparmiare sull’acquisto di software (clicca qui) L’ultimo software della rassegna è, forse, il più noto: “RunAsDate”, un freeware utilissimo che occupa solo 22 mb.  Questo programma (come pure “TimeStopper”) interviene sull’altro parametro, la data di scadenza del programma di prova, permettendoci di impostarne una successiva a piacimento.  A questo punto bisogna indicare un nome per il programma su cui stiamo facendo le modifiche e creare una scorciatoia sul desktop che lo richiami.  Clicchiamo “Close” se vogliamo usare il programma più tardi o “Run” se vogliamo provare la modifica ora ed accertarci di poterlo usare ancora a lungo.  Naturalmente c'è una considerazione da tenere presente per tutti i programmi visti in questa rassegna: queste soluzioni non funzionano sempre perché ogni sistema è concepito in modo diverso per calcolare la scadenza del suo trial period e, inoltre, sono presenti diversi meccanismi di protezione che, di fronte ad un tentativo di manipolazione del programma, fanno scadere anzitempo il periodo di prova.  State attenti!. 

Non dimenticare mai: Utilizzare il programma solo per ottenere un ulteriore periodo di prova

Come far funzionare il controller Wii su Windows Come prolungare il periodo di prova di Windows 7 Guida alle parole piu usate in informatica Come proteggere il computer utilizzando l'opzione Utente Diritti Limitati

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili