Come Raffinare Le Query Utilizzando Null E Not

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

In informatica l'utilizzo delle query diventa essenziale, soprattutto in quei casi in cui un utente debba accedere ad un database per riuscire a modificare o utilizzare i dati. Naturalmente la conoscenza delle query potrebbe risultare utile per velocizzare il lavoro e renderlo maggiormente preciso. Nelle query, per riepilogare o analizzare i dati, il programma dispone di tante espressioni che permettono di raffinare ulteriormente la ricerca. È il caso dell'operatore NOT e della costante Null, che potremo approfondire ed esaminare nello specifico in questa breve tutorial che ci fornirà delle utili informazioni su come raffinare le query utilizzando Null E Not.

26

Prima di tutto si dovrebbe creare una query in modalità Struttura. A questo punto si dovrebbe aggiungere una tabella e nominarla, quindi nella griglia Struttura query si dovrebbero inserire i nomi dei campi della tabella. Nella casella Criteri di uno dei campi che sono stati creati si dovrebbe digitare l'espressione che successivamente servirà per escludere i record del campo, con il dato specificato. Quindi per esempio si potrebbe scrivere: Not "nome da escludere". Fatto questo potrebbe essere possibile passare in visualizzazione Foglio dati per verificare i risultati che sono stati ottenuti.

36

Per quanto concerne la costante Null, essa indica dei dati mancanti oppure sconosciuti in un campo a cui il tipo di dati non è applicabile. Di conseguenza non sarebbe in grado di produrre un valore indefinito e ha come risultato un valore logico vero (Is Null) o falso (Is Not Null). Potrebbe essere possibile notare che tali valori logici sono operatori di confronto che specificano rispettivamente "è uguale a Null" ed "è diverso da Null".

Continua la lettura
46

Il procedimento da utilizzare, per impiegare correttamente Null è pressapoco simile a quello per Not, naturalmente con differenti risultati. Prima di tutto sarebbe opportuno creare una query di selezione in modalità Struttura. Di seguito si dovrebbero aggiungere alla tabella creata e, nella griglia di Struttura query i campi corretti. Successivamente nella casella Criteri in uno dei campi si dovrebbe digitare l'espressione Null che servirà per selezionare i record che non contengono dati. Rucordiamo che la stringa Null viene sostituita in automatico dall'espressione Is Null. Di seguito si dovrebbe passare in visualizzazione Foglio dati per verificare i risultati che sono stati ottenuti. In questo modo le operazioni saranno tutte concluse e, si potrà controllare il lavoro svolto e successivamente utilizzare la query creata.

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Php: interazione con i database

Quando si parla di PHP (che è l'acronimo inglese di Hypertext Preprocessor) si intende quel linguaggio della programmazione inteso per la creazione di pagine internet dinamiche oppure delle applicazioni web lato server. Tuttavia, le sue funzioni non...
Programmazione

Creare una tabella dinamica parametrizzata in Jquery

Spesso capita di dover inserire una tabella nelle pagine web. In alcuni casi questo è un problema perché richiede un lungo procedimento. La soluzione è a portata di mano con jQuery, una libreria di funzioni Javascript per le applicazioni web. Il Javascript...
Software

Come visualizzare le proprietà di tutte le tabelle di un database MySQL

Il metodo di recupero delle informazioni di sistema da MySQL dipende dalla versione MySQL. Per le versioni di MySQL 5 e le più recenti, MySQL è basato sul comportamento dei database aziendali quali Oracle, DB2 e SQL Server, fornendo uno schema di informazioni...
Windows

Come Modificare Una Query Di Access

Access è un database creato dalla Microsoft, che permette di raggruppare dati molto diversi tra loro, in maniera tale da poter generare un gestionale che, a sua volta, può essere interrogato per tirar fuori i dati interessati. Va però specificato che...
Windows

Come creare e utilizzare una query per aggiornare dati in una tabella in access

Le query di aggiornamento permettono di modificare i parametri di riferimento di diversi valori, corrispondenti a specifici record di una tabella o di un intero database. In generale, il funzionamento della query prevede l'estrapolazione di determinati...
Software

Microsoft Access 2010: le query

Nel pacchetto Office 2010 ci sono diversi software, tra questi è presente anche Microsoft Access 2010, esso serve per la gestione di un database di tipo relazionale. Grazie alle query, che sono degli strumenti, è possibile consentire la manipolazione...
Windows

Come creare e utilizzare una query per salvare come tabella le informazioni estratte in Access

Utilizzando spesso dei database, potrebbe essere possibile dover ricorrere all'impiego delle query in maniera continuativa e non voler ripetere sempre le stesse operazioni. Una query è un accesso da parte di un utente ad un database per riuscire a compiere...
Programmazione

Come trasformare il risultato di una query SQL in una tabella

Al giorno d'oggi è indispensabile avere una certa esperienza in campo informatico, per riuscire a trovare facilmente un lavoro oppure per poter agire in proprio. Alle scuole superiori vengono fornite delle nozioni generali di informatica, però per approfondire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.