Come Raggruppare I Dati Nei Report Di Access

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Con Microsoft Office si possono creare in modo semplice e veloce dei dati da inserire nei report di Access, e che consentono di mettere in evidenza e nel contempo riepilogare i temi presenti in un determinato database. Di conseguenza in base alle proprie necessità, è possibile controllare in modo decisamente più facile informazioni e grafici. In riferimento a ciò, ecco una guida su come raggruppare i dati nei report di Access.

24

Innanzitutto entriamo in Access, e poi facciamo subito un clic sulle voci Inserisci e Query evidenziate nel menù. Adesso in seguito all'apertura di una specifica finestra, possiamo visualizzare la loro struttura, e ciò ci consente di scegliere quella contenente i campi del report che ci interessano. A questo punto clicchiamo sui campi disponibili due volte, usando il tasto sinistro del mouse ed il sistema su cui si basa Access, in automatico sposta quelli che abbiamo scelto. Se tuttavia questi ultimi sono presenti anche in un'altra tabella ed intendiamo aggiungerli nel report, allora basta ritornare sul menù a tendina iniziale e ripetere l'operazione con un doppio clic.

34

Adesso possiamo creare un nuovo report, tenendo conto del raggruppamento effettuato, e in base a funzioni e aree differenti. Inoltre è importante sottolineare che per facilitare la lettura dei dati e dei numeri inseriti, è necessario separarli in totali e parziali. Gli strumenti di Access tra l'altro sono molto funzionali; infatti, troviamo dei tasti direzionali che si rivelano utili per chi per la prima volta si cimenta in questo programma. Tuttavia è importate sapere che eventualmente aggiungere o rimuovere ciò che si è inserito è piuttosto facile, e può avvenire in base alle proprie esigenze. Per fare alcuni esempi, si può determinare in modo chiaro la lettura strutturale della pagina tipo il piè, i totali e i subtotali dei report creati con i vari livelli. Alla fine il risultato appare in un'apposita finestra orizzontale con delle griglie. In quest'ultima in alto si può visualizzare l'elenco dei campi, in modo ordinato e raggruppati come da noi impostati.

Continua la lettura
44

Nella parte bassa è invece presente una separazione sul cui lato sinistro compaiono i nomi attribuiti al raggruppamento, mentre su quello destro il corrispondente valore numerico. Per confermare ciò, è sufficiente cliccare sulla voce Si che ci consente di visualizzare il piè di pagina. A margine di questa guida possiamo dunque asserire che raggruppare le notizie e i dati nei report di Access non è affatto difficile; infatti, basta soltanto capire il meccanismo ed il tutto sembrerà molto più semplice e veloce.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Imparare ad utilizzare Microsoft Access

Microsoft Access è uno dei programmi del pacchetto Office più adoperati dagli utenti. È quello più utilizzato ma allo stesso tempo un po' più complicato da usare. Esso ha la funzione di creare archivi informatici e database. In poche parole in questo...
Windows

Come Creare Un Report

Ogni lavoro che necessita di una relazione dettagliata, ha bisogno di un report. È possibile realizzarlo in tanti modi, anche in base al tipo di lavoro svolto: dal semplice file Word al foglio di lavoro in Excel, aIla query con Microsoft Access. A tal...
Software

Come imparare ad usare Access

Microsoft Access è un programma che fa parte del pacchetto Microsoft Office. Esso si impiega per creare database, tabelle, moduli per la gestione dei dati e report riassuntivi. Grazie ad Access potrete creare un database e personalizzarlo totalmente....
Software

Microsoft Access 2010: le maschere

Microsoft Access è un programma in grado di gestire una grande quantità di dati. I database di Access sono costituiti da tabelle, query, report e maschere. Le tabelle sono dei contenitori che consentono la memorizzazione di queste grosse mole di informazioni....
Windows

Come creare un'interfaccia di navigazione Access

Le interfacce di navigazione Access sono delle maschere (il termine corretto è maschera di spostamento) che permettono di navigare tra maschere/report/tabelle con estrema facilità, esattamente come si fa nelle pagine web. In questa guida vedremo come...
Windows

Come Modificare Una Query Di Access

Access è un database creato dalla Microsoft, che permette di raggruppare dati molto diversi tra loro, in maniera tale da poter generare un gestionale che, a sua volta, può essere interrogato per tirar fuori i dati interessati. Va però specificato che...
Windows

Come effettuare calcoli di percentuale in un controllo di calcolo di un report

Le tipologie di calcolo che si possono inserire in un controllo calcolato sono molteplici. La procedura di composizione è sempre la stessa, ovviamente cambieranno gli operatori utilizzati nell'espressone e, nel caso di formule complesse, si dovranno...
Windows

Come creare un report con Excel

I report sono degli strumenti molto utili ed utilizzati nelle aziende, poiché consentono di registrare e rendere facilmente consultabili tanti dati numerici con un solo colpo d'occhio. Di solito si usano per determinare l'andamento delle vendite, i costi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.