Come sfruttare al massimo la tua scheda grafica

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Molti dei computer in vendita oggi possiedono un quantitativo di RAM superiore ai 4GB e un sistema operativo a 64 bit in grado di sfruttare appieno tutta la grafica e potenza del PC, ma capita anche di trovare PC dotati di 4GB (o più) di RAM e un sistema operativo a 32-bit che, per limiti tecnici, non riesce a “vedere” più di 3GB di RAM. È possibile superare questo limite e sfruttare tutta la memoria del computer anche con i sistemi a 32-bit? L’argomento è molto discusso in Rete, dove si trovano tante presunte soluzioni su come sfruttare al massimo la RAM del PC quando si usano sistemi a 32-bit, ma funzionano davvero? È possibile forzare un sistema costruito per leggere 4GB di memoria totali (fra RAM, scheda video, ecc.) e fargli superare i suoi limiti? C’è rischio per la stabilità del sistema? Proviamo a fare un po’ di chiarezza insieme.

25

Occorrente

  • sistema windows
  • Almeno 4 gb di memoria RAM
35

Se sei alla ricerca di trucchetti per sfruttare al massimo la RAM del tuo PC, ti sari sicuramente imbattuto in molte guide che parlano della PAE (acronimo di Physical Address Extension). Si tratta di una tecnologia utilizzata principalmente nei sistemi server che permette a questi ultimi di superare i limiti tipici dei sistemi a 32-bit e “vedere” oltre 4GB di RAM, è stata inclusa anche nelle versioni “comuni” di Windows ma in realtà anche abilitandola (come suggeriscono i trucchetti che si trovano su Internet) non cambia nulla.
Questo succede perché Microsoft ha scelto di conservare i limiti di indirizzamento a 32-bit nelle versioni client di Windows in seguito al fatto che tutti i maggiori driver per i dispositivi hardware sono stati costruiti in base a questa architettura. Togliere il limite dei 4GB come nei sistemi server (che invece hanno sempre viaggiato con grossi quantitativi di memoria) avrebbe dunque significato rendere tutti i driver esistenti incompatibili o potenzialmente instabili.

45

Detto ciò, per dovere di cronaca devo informarti che esiste qualche metodo funzionante per sfruttare oltre 4GB di RAM su Windows a 32-bit, ma si tratta di un’operazione assai complessa e rischiosa. Si tratta di “trapiantare” dei file di Windows Server modificati in Windows 7/Vista, ma ciò rende spesso il sistema instabile ed invalida la copia di Windows in uso. Caldamente sconsigliato.

Continua la lettura
55

Sarà banale dirlo, ma se vuoi scoprire davvero come sfruttare al massimo la RAM, devi installare un sistema operativo a 64-bit sul tuo PC (ammesso che sia supportato dall’hardware della macchina). Dai 4GB di RAM in poi, le differenze in termini di prestazioni si sentono, soprattutto quando compi più operazioni e tieni aperti molti programmi contemporaneamente. Se non puoi o non vuoi cambiare sistema operativo, sono sempre validi i consigli su come liberare memoria RAM e come ripulire il PC che ti ho dato in passato. Ovviamente, nessuno dei programmi indicati ti farà oltrepassare i limiti tecnici dei sistemi a 32 bit ma se hai bisogno di liberare ed utilizzare parecchia memoria RAM, li troverai sicuramente utili.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

Come installare e configurare Windows Server

Windows Server è un programma sviluppato da Microsoft nel 2014. Si tratta di un programma non molto conosciuto che però risulta essere piuttosto utile a chi utilizza spesso il computer. Se si desidera installare e configurare correttamente questo software...
Windows

Come risolvere problemi con i driver hardware

Al proprio computer, è possibile collegare svariate tipologie di periferiche, come ad esempio stampanti, scanner, schede video adattatori di rete e molto altro. Per comunicare con ognuno di questi dispositivi, il sistema hardware del computer, utilizza...
Windows

Come condividere in rete una stampante con Windows XP

Se in casa si possiede una piccola rete domestica con computers con Windows XP e una sola stampante è possibile condividerla tra tutte le macchine, in modo da poter stampare da qualsiasi postazione.Il PC a cui è collegata fisicamente la stampante farà...
Windows

10 trucchi per velocizzare Windows

Una delle cose più frustranti quando si lavora o gioca al computer è la lentezza dello stesso. Sorvolando su motivazioni legate al lato hardware, cioè alle componenti fisiche del computer, che possono essere più o meno prestanti, spesso l'incuria...
Hardware

Come usare un vecchio PC come Server Nas

Un problema comune a tutti coloro che posseggono un computer e si rompe è quello che non sappiamo cosa farne: a volte capita di buttarlo ma non nei classici e generici cassonetti della spazzatura oppure rimane in angolo della casa, occupando spazio inutile...
Hardware

Come installare nuove periferiche hardware

A tutti coloro che possiedono un computer sarà capitato di dover installare un mouse o una tastiera o altro componente esterno. In effetti, col passare del tempo e soprattutto con l'uso quotidiano, questi elementi, meglio detti periferiche hardware,...
Windows

Come riconoscere le periferiche hardware non rilevate da Windows

Se installate una nuova versione di Windows o reinstallate completamente il sistema operativo senza prima aver cura di effettuare una backup dei driver, può accadere che alcune periferiche non vengano correttamente riconosciute, e ciò accade anche quando...
Windows

Come configurare un print server

Se si possiede una rete domestica o aziendale, si potrebbe ricorrere all'utilizzo di un print server, che ti permetta di condividere un'unica stampante, con tutti i computer connessi alla rete. Questa operazione, è piuttosto semplice da realizzare e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.