Come utilizzare "Converti in solido" con Autocad 2010

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

A quanti di voi sarà capitato di disegnare delle figure in Autocad, ma di non sapere come convertirle in solidi tridimensionali? Se cercate una soluzione a questo dilemma, allora questo è il posto che fa per voi. Vediamo qui di seguito, una guida che vi indichi come utilizzare "Converti in solido" con Autocad 2010.

26

Occorrente

  • PC, Autocad
36

Innanzitutto, bisogna passare alla visualizzazione "Modellazione 3D", a questo punto, abbiamo diversi modi di raggiungere il comando "Converti in solido", vediamo quali sono:

- Cliccare sulla scheda "Inizio" e successivamente cercare il riquadro con la dicitura "Modifica solidi". Una volta fatto questo, cliccare sull'icona "Converti in solido"
- Direttamente dalla barra del menù, cliccare su "Edita" e poi su "Modifica solidi", quindi "Converti in solido"
- Un altro modo molto più rapido, è quello di digitare semplicemente il comando "Convinsolido".

46

Bisogna tener conto che non tutti gli oggetti, possono essere convertiti in un solido 3D, pertanto, andiamo a vedere su quali di essi, può essere applicato tale comando:

- Mesh: è la suddivisione di un oggetto in geometrie elementari di forma poligonale. Possono anche essere intese come quelle regioni finite elementari, che corrispondono alle regioni infinitesime, in particolare per il calcolo delle forze
- Polilinea: può essere intesa come una sequenza di segmenti di linea oppure di arco, uniti in un unico oggetto
- Superficie: rispecchia la tradizionale nozione di superficie che deriva dalla geometria.

Per ognuna di queste categorie, tuttavia, esistono delle limitazioni nell'utilizzo del suddetto comando di conversione in solido.

Continua la lettura
56

Come già visto precedentemente, gli oggetti ai quali è possibile applicare il comando "convinsolido" hanno delle limitazioni, vediamo quali sono:
Polilinea:
- Non può contenere vertici di spessore nullo
- Non può contenere segmenti di spessore variabile.

Oggetti separati che simulano una superficie chiusa:
- Non può essere una superficie piana con spigoli contigui, oppure un solido scatolare esploso in sei regioni.

Superfici piane con spigoli contigui:
- Non si possono convertire oggetti separati, anche se essi includono un volume senza aperture.

Solidi 3D esplosi:
- Non si possono convertire oggetti separati (in questo caso, regioni).

66

Una cosa importante di cui tener conto, è quella di selezionare gli oggetti da convertire, prima di eseguire il comando, questo per facilitarsi il compito. Una volta eseguiti tutti i suddetti passaggi, avrete ottenuto il vostro solido convertito, non resta che salvare il lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come Utilizzare Editpl Con Autocad 2010

Ai giorni nostri i computer sono in grado di fare qualsiasi cosa, la loro evoluzione è stata molto rapida tanto che alcune cose non vengono più fatte manualmente come un tempo ma vengono fatte direttamente al computer attraverso dei software. Un'attività...
Windows

Come utilizzare 3D Poli con Autocad 2010

Vediamo in questa guida un comando esistente del programma autocad 2010: il comando 3D poli. Si tratta di uno dei comandi che puoi trovare nel famoso e utile programma autocad 2010 il quale ti consente di riuscire a creare una polilinea in 3d, cioè tridimensionale....
Programmazione

Come Adoperare Esplodi Con Autocad 2010

Se anche tu sei un appassionato di Autocad 2010 e simili, questa è esattamente la lettura che fa per te. In questa guida infatti, ci soffermeremo sulla spiegazione dell'utilizzo della modalità esplodi utilizzando il programma Autocad. Con questo software,...
Windows

Come adoperare Dividi con Autocad 2010

Durante la creazione di un disegno si può avere la necessità di dividere due segmenti o due oggetti creati precedentemente come un unico oggetto; per effettuare questa operazione di divisione con il programma Autocad 2010 puoi adoperare il comando chiamato...
Windows

Come adoperare contorno con Autocad 2010

Nel 1982 Autodesc rilasciò sul mercato il primo software CAD (computer aided desing), sviluppato per PC, dal nome Autocad. Questo strumento fu subito un'innovazione nel mondo della progettazione e negli ultimi anni divenne un supporto indispensabile...
Windows

Come Unire Due Solidi Con Autocad 2010

Autocad è un software utilizzato spesso dagli studenti, permette di creare disegni in meccanica e in architettura. Vediamo come unire due solidi con Autocad 2010. Attraverso il comando "estrudi" si disegna in 3 D. Nella riga di comando scriviamo "estrudi"...
Windows

Come utilizzare il comando sottrai con Autocad 2010

Come certamente saprai, Autocad 2010 è un software utilizzato da molti progettisti, ingegneri, ed architetti. Il programma risulta essere uno dei più famosi in ambito di progettazione. In questa guida ti mostrerò come utilizzare il comando sottrai....
Windows

Come Utilizzare La Traiettoria Angolo Di Rastremazione Con Autocad 2010

Autocad 2010 è un software per computer realizzato dalla autodesk. Questo programma è molto utilizzato per riprodurre disegni bidimensionali e tridimensionali con elevata precisione. Proprio per la sua precisione, questo programma è molto utilizzato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.