Come utilizzare il comando rettangolo di AutoCad

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Ti sei appena avvicinato all'utilizzo di AutoCad? Se la risposta è si, allora questa è la guida che fa per te! In questo breve tutorial vedremo come utilizzare il comando "rettangolo". Il suddetto comando viene utilizzato per disegnare un rettangolo composto da lati orizzontali e verticali. La posizione e le dimensioni del rettangolo sono definiti attraverso due angoli in diagonale. Questo comando in realtà non è un oggetto di AutoCad ma una polilinea composta da quattro linee unite tra di loro che andranno poi a comporre il rettangolo. Dopo questa breve descrizione del comando vediamo subito come utilizzarlo.

27

Occorrente

  • Software Autocad 2009
37

Avvia il programma AutoCad 2009. Clicca sul browser menu il simbolo "A" posizionato in alto a sinistra, successivamente clicca sul menu "disegna" e all'apertura del menù a tendina clicca su "rettangolo". In modo analogo ed immediato potrai inserire il comando direttamente dalla "barra dei comandi". Scrivi quindi "rettangolo" e premi invio sulla tastiera.

47

A questo punto il comando in questione richiede di fissare il primo vertice dell'angolo e subito dopo dovrai fissare il secondo angolo, questi due elementi si inseriscono facilmente con un click del mouse nell'area di lavoro. Il rettangolo appena creato avrà dei valori casuali che potrebbero essere poco utili. Ora vedremo come modificarli.

Continua la lettura
57

Se vuoi inserire un rettangolo che abbia delle dimensioni da te scelte, come per esempio lunghezza 100 e larghezza 50 allora basterà selezionare sempre il comando "rettangolo", come indicato al punto uno, fare un click nell'area di lavoro e inserire prima il valore "100" seguito da una virgola (,) e il valore "50", ad esempio: 100,50. Hai creato così un rettangolo definito. Ricorda che le misure vengono utilizzate a seconda della scala in uso. Il valore 100 potrebbe significare il valore di 100 metri o semplicemente 100 centimetri e così via. Sarai tu a decidere questo.

67

Il comando rettangolo possiede altri sottocomandi molto utili come "cima", "elevazione e altezza", "raccordo e larghezza". In breve vi spiegherò il loro utilizzo. Il comando "cima" serve a smussare i vertici del rettangolo con un taglio netto, da tastiera puoi inserire il valore desiderato e vedere i suoi effetti. "Raccorda" ha la stessa funzione ma in questo caso i vertici avranno una forma angolata. Appena attivi il comando rettangolo vedrai un menù, digita la lettera "c" da tastiera e premi invio. Inserisci quindi la prima distanza di cimatura esempio "10" e premi invio, inserisci il secondo valore di cimatura, inserisci sempre "10" e premi invio. Spero di esservi stato utile con questa breve guida su questo comando di AutoCad per qualsiasi altra informazione o maggiore chiarimento non esitate a contattarmi.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tanto esercizio

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come utilizzare il comando raccordo di AutoCad

Il comando raccordo di AutoCad permette di collegare due oggetti attraverso un arco tangente agli oggetti associando un raggio specificato. In parole più semplici, questo comando è utile per formare archi interni o esterni a una figura grazie all'unione...
Windows

Come utilizzare il comando sottrai con Autocad 2010

Come certamente saprai, Autocad 2010 è un software utilizzato da molti progettisti, ingegneri, ed architetti. Il programma risulta essere uno dei più famosi in ambito di progettazione. In questa guida ti mostrerò come utilizzare il comando sottrai....
Windows

Come iniziare con Autocad

Cos'è, come iniziare con Autocad? Autocad è un software CAD (ovvero computer aidad design) creato da Autodesk nel 1982. Il documento prodotto è di tipo vettoriale, ovvero le entità grafiche sono definite come oggetti matematico/geometrici: questo...
Windows

Come Utilizzare Polimesh Con Autocad 2010

Polimesh è un modello 3D composto da vari poligoni autoCAD invece è un formato di file di tipo cad sviluppato per autodesk come database di definizione di disegni. Ll comando polimesh consente di creare una mesh poliedrica (poligonale) in cui...
Windows

Come scalare oggetti in autocad con riferimenti precisi

Se hai delle foto, delle immagini o degli oggetti non scalati che vuoi riportare a una dimensione reale in AutoCAD, questa guida ti spiega passo passo come renderli una parte o la base dei tuoi disegni e/o progetti. In particolare, se ad esempio vuoi...
Programmazione

Come Adoperare Esplodi Con Autocad 2010

Se anche tu sei un appassionato di Autocad 2010 e simili, questa è esattamente la lettura che fa per te. In questa guida infatti, ci soffermeremo sulla spiegazione dell'utilizzo della modalità esplodi utilizzando il programma Autocad. Con questo software,...
Windows

Come utilizzare il comando stile multilinea di AutoCad

Per creare uno stile personalizzato ed applicarlo alla multilinea, bisogna utilizzare il comando "stileml" di AutoCad. Puoi attribuire un nome e richiamarlo dal comando multilinea, hai la possibilità di cambiare le proprietà degli elementi, le estremità...
Windows

Come utilizzare il comando spezza di AutoCad

Il comando spezza del software AutoCad consente di dividere in due parti un singolo oggetto, è in grado per esempio di spezzare una linea dividendola in due linee separate da uno spazio completamente vuoto. Spesso si utilizza il comando spezza per creare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.