Come utilizzare il comando scala di AutoCad

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La rapida diffusione dei computer ha portato dei grandi benefici sia per usi personali ma sopratutto per quanto riguarda il mondo del lavoro. Un dei maggiori esempi riguarda sicuramente il disegno tecnica, infatti prima dell'avvento dei computer tutti i disegni dovevano essere disegnati a mano e questo comportava una notevole perdita di tempo oltre al fatto che in alcuni casi un errore nel disegno significava ricominciare tutto da capo. Attualmente invece, grazie ai computer esistono vari software che ci consentono di eseguire disegni tecnici ad altissima precisione in modo molto più rapido rispetto al disegno a mano e con la comodità di poter apportare in qualsiasi momento la modifica desiderata senza dover necessariamente ridisegnare tutto. Uno dei più famosi e diffusi software per il disegno tecnico è sicuramente Autocad e se vogliamo imparare ad utilizzare questo programma non dovremo fare altro che ricercare su internet una guida che ci illustri tutti i vari comandi presenti. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad utilizzare il comando scala di Autocad.

26

Occorrente

  • Software AutoCad
36

Avviamo per prima cosa il programma AutoCad. All'avvio clicchiamo sul browser menù, la "A" grande (sta per Autodesk) posizionata in alto a sinistra del monitor, successivamente clicchiamo sul menù "edita" e una volta aperto il menù a tendina clicchiamo su "scala".
C'è un modo più veloce per selezionare il comando, ed è quello di inserirlo direttamente dalla "barra dei comandi" posta in basso. Quindi digitiamo qui il nome dell'input e premiamo invio sulla tastiera. Vediamo ora di utilizzare direttamente il comando dall'icona nella barra delle applicazioni, in modo da velocizzare ulteriormente l'ordine che diamo al programma. Clicchiamo quindi sul simbolo corrispondente come riportato in figura.

46

Disegniamo un rettangolo con l'omonimo tasto. Ora dobbiamo digitare l'input scala e selezionare il quadrilatero che abbiamo creato premendo invio per confermare. A questo punto dovremo selezionare un punto base ed ora basterà inserire il fattore di scala, per esempio se inseriamo "2", vorrà dire ingrandire il rettangolo del doppio dell'originale, se invece inserisci un valore inferiore ad "1", il rettangolo verrà ridotto.

Continua la lettura
56

Analizziamo ora la funzione, copia del comando scala. Digitiamo "scala", poi selezioniamo il rettangolo e premiamo il tasto destro per confermare. Ora dovremo selezionare il punto base facendo clic in un vertice qualsiasi, digitiamo "c" che sta ad indicare la parola copia e premiamo di nuovo il tasto destro. Adesso dovremo inserire il fattore di scala, ad esempio 1,5, una volta immesso il fattore potremo premere invio. Con questa variante del comando scala, noi possiamo creare la stessa figura che abbiamo selezionato, ma ingrandita tanto quanto il fattore immesso. Nel nostro caso il fattore era 1,5, quindi otterremo una figura ingrandita di 1,5.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tanto esercizio

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come utilizzare il comando specchio di AutoCad

AutoCAD è il software che ha rivoluzionato il modo di disegnare con il computer. Grazie ad esso, infatti, è possibile tracciare virtualmente oggetti di diverse forme geometriche utilizzando semplicemente il mouse. In AutoCAD, il comando Specchio è...
Windows

Come inserire una tabella in AutoCad

I computer, al giorno d'oggi sono diventati uno strumento veramente fondamentale sia per uso privato ma sopratutto in campo lavorativo, poiché queste macchine, sempre più potenti, ci permettono di svolgere molto più rapidamente moltissime operazioni....
Windows

Come Unire Due Solidi Con Autocad 2010

Autocad è un software utilizzato spesso dagli studenti, permette di creare disegni in meccanica e in architettura. Vediamo come unire due solidi con Autocad 2010. Attraverso il comando "estrudi" si disegna in 3 D. Nella riga di comando scriviamo "estrudi"...
Windows

Come utilizzare il comando spessore linea di AutoCad

La rapida diffusione e il rapido sviluppo che hanno subito i computer negli ultimi anni, ha favorito il loro utilizzo non soltanto in campo privato ma sopratutto in ambito lavorativo dove queste macchine vengono utilizzate per svolgere in maniera sempre...
Windows

Come disegnare un solido su AutoCad

Da decenni, ormai, AutoCAD rappresenta, la migliore delle applicazioni riguardanti la progettazione architettonica e/o ingegneristica utilizzati per disegnare sia in due, che in tre dimensioni. Si tratta di un programma di grande complessità, che può...
Software

Come creare una macro in Autocad

Nel mondo del lavoro e dell'università negli ultimi anni si sta avendo sempre più a che fare con programmi informatici di ogni tipo. I lavori, i calcoli o i disegni che prima venivano fatti a mano, perdendo del tempo prezioso, adesso vengono fatti digitalmente...
Windows

Come aprire un file.dwg con Archicad

Il file variano per dimensione "peso" e tipologia, in relazione al tipo di file, si potranno adottare vari metodi per aprirlo e visualizzarne il contenuto. Autocad e Archicad salvano i file in due estensioni differenti ma, in ambedue i casi citati, è...
Windows

Come utilizzare le coordinate polari di AutoCad

Per le coordinate cartesiane di AutoCad la definizione di un point lungo gli assi viene definito attraverso la conoscenza della distanza X e la distanza Y, per definire il sistema di coordinate polari, invece è necessario conoscere la distanza e un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.