Come Utilizzare Il Motore Di Rendering Cycles In Blender

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il termine Rendering indica il calcolo della luce che interagisce sugli oggetti e sui rispettivi materiali. Gli strumenti utilizzati si chiamano Motori; questi ultimi si suddividono in due categorie: ad algoritmo Biased ed Unbiased. Per i motori Biased il calcolo della luce si basa sull’approssimazione visiva, ma non si calcolano gli infiniti rimbalzi della luce sugli oggetti. Cycles è un motore di Rendering di tipo Unbiased incorporato all'interno del programma di grafica 3D Blender. Leggendo il tutorial si possono avere delle indicazioni su come utilizzare il motore di Rendering Cycles in Blender.

26

La prima cosa da fare è quella di procurarsi gratuitamente la versione di Blender 2.62 dal sito ufficiale. In questo modo si può utilizzare immediatamente il plug-in di Cycles. Quest'ultimo è un potente motore di Rendering che è già installato in questa versione. A questo punto bisogna cominciare a creare una scena 3D con solidi e modelli; per il momento non bisogna preoccuparsi di impostare textures e materiali.

36

Adesso si deve impostare Cycles come motore di Rendering. Bisogna fare click sulla barra che si trova in alto, dove c'è scritto Blender Render e selezionare Cycles Render. Successivamente si deve selezionare uno degli oggetti della scena per realizzare un nuovo materiale. Le impostazioni per crearlo sono diverse da quelle che si trovano di solito in quanto sono tipiche di Cycles. La parte più importante su cui bisogna focalizzare l'attenzione è il menu Surface.

Continua la lettura
46

Nel menu Surface si possono scegliere i vari tipi di materiale in base alle proprie esigenze. Diffuse è tipico delle superfici alle quali non bisogna attribuire alcun effetto particolare, Glass è utile per ottenere l'effetto vetro, mentre Glossy crea un materiale lucido che è utile per dare l'idea del metallo. Emission serve per emettere luce per cui è utile per la realizzazione di sorgenti luminose che corrispondono ad un piano oppure ad un oggetto ben definito.

56

Il Mix Shader dà la possibilità di abbinare differenti tipi di superfici per realizzare un materiale più complesso. È consigliabile scegliere il tipo di Surface più adatto al caso e poi dal pannello Color scegliere un colore oppure assegnare una Image Texture indicando il file da utilizzare. A questo punto si deve assegnare agli oggetti un materiale, aggiungere le luci alla scena e quando si è soddisfatti bisogna premere F12.

66

Per migliorare il risultato bisogna impostare quanti campioni formano l'immagine. Si selezionano poi le impostazioni di Rendering facendo click sull'icona con la macchina fotografica. Ora nel menu Integrator si deve modificare il numero di samples di render che è impostato a 10 di default e portarlo a 1000. Il tempo di Rendering aumenta, ma apporta un miglioramento all'immagine; inoltre, si può aumentare ulteriormente il numero di samples di Rendering per rendere più preciso il render.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

I migliori editor di videogame

Quanti di noi, amanti dei videogames, non hanno mai sognato di creare un videogioco? Molto spesso però ci frena il fatto che non abbiamo le conoscenze di programmazione che ci permetterebbero di poter sviluppare un videogame. Per cui, possiamo riporre...
Software

Come impostare la luminosità in ARTLANTIS

Artlantis è il nome che è stato dato ad un software informatico diffuso in tutto il mondo: questo sofwtare, che è stato prodotto dalla Abvent, viene comunemente utilizzato con il programma ArchiCAD. Artlantis è un software utilizzato per il rendering...
Software

Come modellare in Blender

Blender è un software open source, gratuito e dedicato a tutti i sistemi operativi. È molto utilizzato per modellare, animare e, in generale, per tutto ciò che concerne la grafica computerizzata tridimensionale. Nelle sue funzionalità più avanzate...
Windows

Come realizzare una scena 3D con un paesaggio notturno

Da quando la Pixar ha realizzato Toy Story, la tecnologia ha fatto notevoli progressi per rendere i programmi più facili da apprendere per tutti gli amanti della computer grafica o per quelli che vogliono diventare a tutti gli effetti i futuri grafici...
Windows

Come Impostare Diverse Viste In Blender

Blender è un software per pc che consente di creare modelli tridimensionali open-source e che in seguito ne permette l'animazione. Con Blender è quindi possibile, ad esempio, creare animazioni per videogiochi, realizzare modelli virtuali di oggetti...
Windows

Come renderizzare un oggetto in 3D Studio Max 2012

Grazie alle nuove tecnologie, possiamo riuscire a realizzare sistemi sino a quel momento sconosciuti, la creatività farà da artefice per avere un risultato all'altezza delle nostre aspettative. In questa piccola guida cerchiamo insieme di capire: Come...
Windows

Come creare il render di un oggetto con Autocad 2010

AutaCAD è sicuramente uno dei programmi migliori e più utilizzati nel suo genere. Infatti, AutoCAD è lo strumento adatto per professioni nell'ambito dell'architettura e dell'ingegneria, ma, essendo molto versatile, può trovare impieghi anche in altri...
Software

Photoshop: rendere una foto antica

Photoshop è uno dei software di fotoritocco e disegno digitale più utilizzato di sempre. Utilizzato da neofiti ma anche da grandi artisti digitali, Photoshop è un must have per chi si diletta nel disegno o nella modifica di immagini. Ci vogliono anni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.