Come Visualizzare Una Matrice In Linguaggio C

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Il linguaggio di programmazione C è uno dei linguaggi più vecchi, basta pensare che grazie a questo è stata possibile la creazione di Windows, in più come se non bastasse è il padre della maggior parte dei moderni linguaggi di programmazione. Nelle scuole è il primo linguaggio di programmazione che viene insegnato in quanto è alla base dell'informatica e uno dei primi momenti che si vanno a trattare sono le matrici. Le matrici sono strutture dati a due dimensioni, che prevedono quindi l'identificazione di ciascun elemento attraverso la specificazione della riga e della colonna in cui esso è collocato. Il numero totale di elementi appartenenti alla matrice è uguale al prodotto del numero di righe e del numero di colonne previsto. Nella guida vedremo come visualizzare il contenuto di tutti gli elementi di una matrice utilizzando un programma scritto nel linguaggio di programmazione C.

24

La prima cosa che dobbiamo fare è decidere il nome della nostra matrice e le dimensioni massime in termini di righe e colonne. Supponiamo di chiamare la struttura dati matrice_di_numeri e che essa preveda cinque righe e sei colonne di numeri interi. In C dobbiamo codificare la seguente semplice istruzione: int matrice_di_numeri[5][6]; di immediata interpretazione. A questo punto dobbiamo definire delle variabili che consentiranno la scansione della matrice finalizzata alla sua lettura. Chiamiamole r (per le righe) e c (per le colonne) e definiamole nel nostro programma con il comando int r, c;.

34

Dobbiamo ora organizzare due cicli di ripetizione innestati uno dentro all'altro, che ci consentiranno di muoverci prima all'interno di tutte le colonne della prima riga, poi a tutte quelle della seconda, via via fino a considerare tutte le colonne della quinta (e ultima) riga. Per definire un ciclo nel linguaggio C dobbiamo scrivere un'istruzione for che ammette come parametri l'inizializzazione della variabile che lo governa, il test per la continuazione/terminazione del ciclo e l'incremento di valore per la variabile prima inizializzata.

Continua la lettura
44

Quindi per scorrere le righe scriveremo for (r=0; r<5; r=r più 1) che dobbiamo così interpretare: r è la variabile che, inizializzata a 0, governa il ciclo di ripetizione, che continuerà fintanto che il valore di r sarà inferiore a 5 e dopo ogni ripetizione il valore di r verrà aumentato di uno. Adesso per lo scorrimento delle colonne sappiamo esattamente cosa scrivere in C: for (c=0; c<6; c=c più 1). Il valore di un elemento della matrice lo possiamo denotare semplicemente con l'espressione matrice_di_numeri[r][c]. Ora dobbiamo ricordare che per visualizzare un elemento numerico intero, il linguaggio C prevede il comando printf con parametri la stringa %d e l'elemento da visualizzare. Quindi dovremo scrivere printf ("%d", matrice_di_numeri[r][c]);. Ricordiamoci di chiudere il programma con getchar () altrimenti una volta lanciato il programma andrà in esecuzione ma senza restare aperto a video.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come utilizzare il comando serie di AutoCad

Molto spesso in Autocad può capitare di dover replicare gli oggetti creati o una serie di essi. La copia multipla viene eseguita in base al tipo di modello: Rettangolare oppure Polare. In pratica il modello rettangolare è identico ad una matrice composta...
Windows

Come ordinare i dati in una tabella Pivot

Creare tabelle con Excel è senza dubbio il metodo migliore e più veloce per organizzare dati. Chiunque inizi un lavoro presso un'azienda ha bisogno di imparare ad usare i programmi Office per poter affrontare il lavoro nel migliore dei modi.Microsoft...
Windows

Come inserire ed usare la funzione SOMMA in un documento di Microsoft Excel

Excel appartiene alla famiglia dei fogli elettronici ossia quell'insieme di programmi che, simulando una lavagna, permette di fare con estrema facilità dei calcoli, creare della tabelle, fare grafici e tanto altro. Proprio per semplificare e rendere...
Software

Come risolvere le equazioni simultanee con Matlab

MATLAB (Matrix Laboratory) è un software per risolvere calcoli numerici. Risolvere un sistema di equazioni simultanee con questo programma è più semplice, vediamo come in seguito.Per risolvere questo tipo di equazioni, non servono particolari conoscenze...
Software

Come risolvere un sistema di equazioni lineari con Excel

Il pacchetto di Microsoft Office contiene una serie di applicazioni desktop che sono molto funzionali, precise, alla portata di chiunque e sopratutto molto intuitive. Ecco perché di queste applicazioni non si può proprio fare a meno; ognuna di essa...
Software

Come calcolare i percentili con Excel

I percentili sono indicatori statistici molto utilizzati in svariati ambiti dove viene impiegata la statistica applicata, si tratta di fatto di un particolare tipologia di quantile che divide la popolazione in 100 parti uguali. Excel ci da la possibilità...
Software

Come creare un grafico in Matlab

La matematica è sicuramente una materia molto affascinante e ricca di mistero. Purtroppo non è compresa da tutti, e non tutti sono in grado di studiarla e comprenderne tutte le sfumature. Attraverso di essa si possono creare grafici bidimensionali o...
Programmazione

Come ciclare un array in PHP

Quando si parla di programmazione, si identifica negli array quelle strutture complesse, statiche ed omogenee che contengono una serie di dati. Utilizzando PHP, non abbiamo bisogno di esplicitare il tipo di array. Al momento della definizione, infatti,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.