Creare un sito con Muse

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Muse è uno dei tanti programmi, o app che dir si voglia, creati da Adobe a beneficio degli aspiranti creatori di siti web. Con esso è possibile creare siti in maniera semplice senza dover scrivere alcuna riga di codice di proprio pugno. Un altro vantaggio è inoltre il poter vedere quasi nell’immediato il risultato finale e la struttura a livello grafico, mentre si lavora alla sua costruzione. Questo approccio diretto consente di elaborare siti web anche complessi e perfettamente funzionali, con un occhio di riguardo alla grafica. Sebbene le funzioni siano numerose, e gli approfondimenti altrettanti, in questa guida vedremo in maniera generale come realizzare un sito di base.

27

Occorrente

  • Adobe Muse CC
37

Creare un nuovo progetto

Il primo passo per creare un sito con Muse è iniziare un nuovo file di progetto. Possiamo farlo tramite la scorciatoia CTRL+N, oppure cliccando sul menu in alto, alla voce File, e far clic su “Nuovo sito”. Si aprirà una finestra che ci consentirà di selezionare alcune impostazioni preliminari. Potremo scegliere infatti la larghezza del sito e il numero di colonne nello specchietto delle opzioni base. Nella parte delle impostazioni avanzate invece, potremo inserire margini, spaziature, allineamento, risoluzione, lingua e piè di pagina fisso o meno.
In caso di dubbi circa la funzione di ciascuna di queste opzioni, è bene sapere che posizionando il mouse sulle varie voci, dopo pochi istanti appare una piccola finestrella con una sintetica spiegazione della funzione puntata.

47

Strutturare il sito

Appena avremo creato il nuovo file, si apriranno due pagine distinte, che sono l’abbozzo della struttura intera del nostro futuro sito. Esse vengono chiamate “Pagina A-Mastro” e pagina “Home”. Sono rinominabili in qualsiasi momento. Questa distinzione aiuta a creare contenuti flessibili e semplici sul profilo anche dell’aspetto grafico. Gli elementi inseriti nella pagine Mastro, una o molteplici che siano infatti, andranno a ripetersi in maniera fissa nelle altre pagine. Questo è utile per creare ad esempio dei menu fissi che si ripetano in determinate pagine, ed eventualmente modificarli una volta sola per tutte contemporaneamente.
Questa fase per creare il proprio sito è un abbozzo di progettazione modificabile in ogni momento, che ci da modo di avere una visuale chiara sulla struttura finale dello stesso, con le relative pagine e sottopagine ramificate, dette infatti pagine secondarie. Un ottimo modo per capire come disporre i vari contenuti in maniera ordinata.

Continua la lettura
57

Inserire gli elementi e applicare gli effetti

Una volta creata la bozza della struttura del sito con le sue varie sezioni e pagine secondarie, ad esempio Home page, Contatti, Info ecc, non resterà altro da fare che inserire gli elementi che andranno a comporlo. Banner, immagini, tasti, menu, blocchi di testo e via discorrendo. Questa fase è esposta in maniera riassuntiva all’interno di questa guida per necessità di semplificazione, ma è sostanzialmente il cuore dell’opera necessaria a creare un sito con Adobe Muse. Per imparare ad usare infatti tutte le sue numerose funzioni, gli strumenti e Widget sarà necessario dedicare una lettura approfondita della guida stessa del programma per ogni effetto e risultato che si desidera ottenere. Le possibilità sono molteplici e il supporto offerto da Muse è eccezionale. Il programma offre infatti un buon numero di impostazioni di base per creare un sito adattabile a diverse condizioni, flessibile dunque a supporti di varie risoluzioni e natura come tablet, smartphone e pc.

67

Salvare e pubblicare il sito

Il passo finale per creare un sito con Muse è ovviamente salvare ed esportare il nostro progetto una volta soddisfatti dei risultati finali.
In alto a destra accanto al tasto Pubblica, troveremo una freccia che apre un menu a tendina con tre opzioni. La prima, Host FTP serve per caricare direttamente il sito tramite un ftp. Il secondo è tramite Business Catalyst, mentre il terzo, Esporta come HTML crea sul nostro pc i file e le sottocartelle che compongono il sito.
Ora che abbiamo in mente le procedure base, non resta dunque che impratichirsi, leggendo guide o tutorial specifici per ogni effetto che desideriamo dare al sito. In questo modo potremo imparare a sfruttare tutte le comode potenzialità di questo potente programma.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il formato a larghezza fluida è uno dei più popolari e comodi al giorno d’oggi, in quanto consente di creare siti che si adattano facilmente ai vari supporti come tablet, pc o smartphone senza pregiudicare la leggibilità in quanto tende a ridimensionare automaticamente e in maniera fluida la larghezza del sito e i suoi contenuti.
  • Sono numerosi i tutorial online gratuiti che possono aiutare a comprendere nel dettaglio il funzionamento di ogni parte di questo programma.
  • Quando si crea un sito, ricordiamo di dare sempre un occhio di riguardo all’ottimizzazione SEO dei contenuti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

I migliori programmi per scrivere musica

Se amate la musica e se, oltre ad ascoltarla, siete anche interessati a comporla, la tecnologia, ancora una volta, viene in vostro aiuto. Negli ultimi anni sono stati creati software sempre più precisi e facili da utilizzare, mirati all'accuratezza e...
Windows

Come Evidenziare E Sottolineare Parti Di Testo Con Acrobat Reader Professional

Una delle maggiori comodità nell'utilizzo di Acrobat Reader professional è data dal poter evidenziare, sottolineare e sostanzialmente porre in rilievo delle parti di testo mentre scorriamo il file. Queste funzioni sono molto utili nella revisione dei...
Linux

Come Gestire I Tag Degli Mp3 Su Linux

Tutti noi adoriamo ascoltare musica nei momenti più disparati della giornata, e con il passare del tempo accumuliamo talmente tanti file da non ricordarci piu dove li abbiamo e quali sono esattamente. Tenere in ordine i propri file audio codificati in...
Windows

Imparare ad utilizzare Adobe Flash Professional

Adobe Flash è un programma utilizzato per la creazione di contenuti multimediali. Progettare animazioni e altri elementi all'interno di Flash può sembrare davvero complicato, soprattutto a causa del suo motore grafico che, per chi arriva da altri software...
Software

Creare delle scritte personalizzate con Photoshop

"Adobe Photoshop" è un software che, ultimamente, impiegano anche quelli che non lavorano come graphic designer: infatti, tale programma informatico offre numerose opportunità, grazie alle sue funzioni. Usando il celebre editor di casa "Adobe", si possono...
Linux

Come sostituire la suite Adobe su Ubuntu

Ubuntu, insieme con Mac e Windows è uno dei tre sistemi operativi più utilizzati al mondo per PC desktop e notebook. Dei tre, Ubuntu è considerato quello un po' più complicato da usare, motivo per cui probabilmente è meno diffuso rispetto a Windows...
Windows

Imparare ad utilizzare Adobe Fireworks

Conosciuto anche con il nome di Macromedia Fireworks, Adobe Fireworks è un software editor di bitmap e design grafico e di elaborazione fotografie e immagini per siti web, sviluppato da Adobe a partire dal 2005. Come ogni altro programma Adobe, la qualità...
Elettronica

Come leggere l'istogramma di Photoshop

Photoshop è un utilissimo software di fotoritocco che si presta a molteplici operazioni: si possono correggere difetti, migliorare la luminosità e il contrasto, creare fotomontaggi e tanto altro altro ancora, basta partire da una qualunque immagine....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.