10 consigli per fotografare correttamente le gocce d'acqua

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La passione per la fotografia riguarda tanti di noi, giovani e meno giovani. Chi non si è cimentato, almeno una volta nella vita, con una macchina fotografica nel tentativo di catturare uno scorcio, un paesaggio o magari l'espressione di un volto? Una delle sfide classiche per gli appassionati di foto è rappresentata dal fotografare le gocce d'acqua. Il loro movimento, la sinuosità delle onde post caduta ed il saper cogliere l'attimo giusto per lo scatto sono un'attrazione irresistibile per coloro che coltivano questa passione. Qui di seguito vi proponiamo 10 consigli per fotografare correttamente le gocce d'acqua.

27

Fotografare delle gocce d'acqua che cascano in un recipiente è una procedura relativamente semplice che, però, richiede alcuni accorgimenti per ottenere i migliori risultati.
In primo luogo è necessario possedere una macchinetta reflex professionale (o semi professionale) completa di cavalletto. L'utilizzo del treppiede è indispensabile per tenere bloccata la macchina evitando oscillazioni che renderebbero sfocate le foto. Inoltre è importante per permettere all'operatore di concentrarsi sull'istante esatto in cui cade la goccia d'acqua.
Il secondo consiglio è quello di utilizzare un telecomando per lo scatto. Questo accessorio non è decisivo tuttavia è molto importante per riuscire a cogliere l'istante della caduta e dello schizzo d'acqua.
Il terzo elemento da tenere in considerazione riguarda lo scenario del recipiente. Sarebbe opportuno utilizzare un ampio recipiente trasparente con del cartoncino colorato posizionato sul fondo dello stesso. Se aggiungiamo del liquido colorante all'acqua l'effetto sarà ancora più gradevole. In alto invece, retto da un apposito sostegno, posizioneremo una flebo o una bottiglia con tappo bucato da cui scenderanno le gocce nel recipiente.

37

Il quarto suggerimento riguarda il flash. Di solito la luce della reflex è soddisfacente tuttavia, per ottenere risultati migliori, è consigliabile ricorrere a flash esterni (anche più di uno) che forniscono migliori prestazioni ed una brillantezza d'immagine superiore.
Il quinto consiglio è quello di avvolgere i flash esterni con le famose "gelatine". Si tratta delle classiche foderine colorate con cui si avvolgono i libri. Posizionate intorno al flash danno un getto di luce colorata che produce effetti sorprendenti sullo sfondo.
Il sesto aspetto da tener presente è quello della messa a fuoco. Questa regolazione è decisiva al fine di ottenere prestazioni eccellenti. Occorre effettuare la messa a fuoco posizionando un oggetto fine nel punto del recipiente in cui cadrà la goccia d'acqua. Bisogna regolare la macchinetta su "manuale" e procedere a tarare la macchinetta magari con l'aiuto del "live view". La regolazione manuale preventiva nel punto di impatto della goccia è indispensabile perché, in caso contrario, essendo il momento da cogliere estremamente rapido, l'automatico non farebbe in tempo a regolarsi producendo foto sfocate.

Continua la lettura
47

Quanto agli aspetti più prettamente tecnici legati alla macchina fotografica si invita l'appassionato a utilizzare diaframmi con valori compresi tra f/11 e f/16. Inoltre occorrerà impostare dei tempi di scatto particolarmente veloci partendo da un minimo di 1/200 a un massimo di 1/250. Questo aspetto è indispensabile per riuscire a cogliere anche i più piccoli schizzi d'acqua nel loro attraente movimento.
Come ottavo accorgimento consigliamo di utilizzare una ISO abbastanza bassa. Questa opzione consentirà di scattare delle foto molto pulite e prive di disturbi.
Il nono consiglio riguarda la potenza del flash da utilizzare. Di solito la potenza viene regolata su livelli del tipo 1/4 o 1/8 ma la scelta più idonea è legata alla distanza dei flash dall'oggetto da fotografare oltre che dall'accoppiata dei tempi di diaframma ed ISO.

57

Il decimo ed ultimo consiglio riguarda lo scenario d'acqua in cui cadrà la goccia. Normalmente la bacinella colma d'acqua, con cartoncino colorato sullo sfondo, rappresenta la scelta più ricorrente. Esistono, però, delle varianti a cui si può ricorrere come l'uso dei cartoncini raffiguranti foto di monumenti. Posizionati sul fondo vasca rifrangeranno la propria immagine in quella della goccia con un effetto ottico molto suggestivo. Così come è possibile utilizzare un piano nero al posto della bacinella su cui verseremo dell'acqua in superficie. Questa soluzione oltre a garantire la possibilità di riprendere adeguatamente lo schizzo d'acqua con un effetto più ampio ha anche il pregio di fornire una suggestione ulteriore. Il piano scuro con l'acqua sovrastante e l'impatto di una luce colorata su di esso al momento dello scatto dà dei risultati davvero sorprendenti. Chi voglia cimentarsi in questa prova di fotografare una goccia d'acqua dovrà armarsi di tanta pazienza e dovrà effettuare continue prove prima di riuscire a realizzare foto di alta qualità.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzare un telecomando per lo scatto della foto aiuta a cogliere il momento esatto dell'impatto della goccia d'acqua

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

5 consigli per fotografare i vostri piatti

Grazie alla diffusione delle app fotografiche ognuno di noi può liberare la propria creatività. La vastissima disponibilità di filtri e effetti permette di dare alle immagini un tocco unico. Questa tendenza è così in voga da essere parte del nostro...
Elettronica

5 consigli per fotografare l'aurora boreale

L'aurora boreale è composta da fasce di luce dalle colorazioni variabili dal verde, al blu, al rosso, visibili ad alte latitudini e dovute all'interazione tra particelle cariche provenienti dal sole e la ionosfera terrestre. Chi volesse fotografare il...
Elettronica

Come fotografare l'arcobaleno

Come non stupirsi davanti alla bellezza di certi spettacoli che ci vengono offerti da madre natura? Come non rimanere incantati davanti a un tramonto, una notte romantica illuminata dalla luna, oppure da un arcobaleno meraviglioso? È praticamente impossibile,...
Elettronica

Come fotografare la luna in modo creativo

La luna, grazie alla sua luce particolare, può rendere molto suggestivi i paesaggi notturni, urbani o naturali che siano. La sua comparsa notturna può trasformare anche uno scorcio anonimo della città in un soggetto molto interessante da fotografare....
Elettronica

Come fotografare quando piove

Quando piove, ogni cosa sembra rinnovarsi e i colori riescono magicamente a sprigionare tonalità molto più intense e scintillanti, bellissime da vedere e soprattutto da fotografare. Ai fotografi poi, le giornate piovose piacciono particolarmente, in...
Elettronica

Come fotografare al buio

Hai provato a fotografare un angolo suggestivo della tua città di notte o un monumento illuminato contro il cielo scuro o hai provato a immortalare un incontro serale tra amici e sei rimasto ogni volta deluso dal risultato? Prima di avvilirti, sappi...
Elettronica

Come fotografare le nuvole

Se ci piace molto scattare fotografie ad un soggetto particolare o ad un bellissimo paesaggio, ma non abbiamo mai imparato tutte le tecniche necessarie per riuscire ad ottenere delle magnifiche foto, non dovremo assolutamente preoccuparci, perché non...
Elettronica

Come fotografare un'eclissi di luna

Esistono moltissimi fenomeni naturali che possono essere visti dalla Terra, e che si manifestano su di essa ogni giorno. Tra i fenomeni che possiamo vedere di tanto in tanto e che attirano l'attenzione di milioni di persone, possiamo annoverare le famose...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.