10 Consigli per Iniziare a Programmare

Tramite: O2O 05/10/2018
Difficoltà: facile
114

Introduzione

Questa guida vuol essere un breve compendio di indicazioni e Consigli per Iniziare ad avvicinarsi al mondo della programmazione informatica.
Prima di tutto cerchiamo di capire cosa vuol dire scrivere un programma. La definizione è piuttosto semplice. Programmare significa semplicemente scrivere una serie di istruzioni (dette codici) che il computer o qualsiasi altro dispositivo elettronico sia in grado di interpretare ed eseguire. Un'analogia che possiamo fare è quella di un ricettario. In una ricetta ci sono scritte una serie di istruzioni che il cuoco deve rispettare affinché il piatto riesca bene. Analogamente il programmatore scrive una serie di istruzioni che la macchina andrà ad eseguire una dopo l'altra.
Consigli per iniziare
È risaputo oramai che la programmazione include vastissimi aspetti della nostra vita quotidiana, siti web, giochi, app, programmi di utility per il PC ma anche alle istruzioni che vengono date ai nostri elettrodomestici; basti pensare alla lavatrice (prendi l'acqua, prendi il detersivo, attiva la centrifuga, etc...)
Insomma, lo spettro di quello che potrete fare, una volta imparate le basi della programmazione, è ampissimo e questa guida vi aiuterà con dieci facili consigli per tutti coloro che hanno il desiderio di affacciarsi a questo mondo.

214

Occorrente

  • Computer o un dispositivo elettronico, tempo libero, un debugger
314

Prenditi del tempo libero

La prima cosa che dovete assolutamente fare è prendervi del tempo libero. Imparare a programmare è un po' come imparare ad andare in bicicletta. Le prime volte vi risulterà difficile, ma una volta presa la mano sarà tutto in discesa. L'unico problema è che dovrete trovare del tempo libero per dedicarvi completamente a questa attività. Un consiglio che possiamo darvi è di trovare ogni giorno almeno mezzora per accendere il vostro computer e cimentarvi a programmare.

414

Scegli un linguaggio di programmazione

Per comunicare qualcosa in modo che sia intelligibile e comprensibile noi umani usiamo le lingue, che siano esse scritte o parlate. Al mondo esistono centinaia di lingue diverse.
Per la programmazione funziona esattamente allo stesso modo. Le macchine, per eseguire un qualsiasi tipo di comando o istruzione, necessitano di conoscere un certo tipo di linguaggio. I primi linguaggi di programmazione coincidevano con l'insieme delle istruzioni eseguibili dall'hardware e queste istruzioni erano codificate in codice binario (l'unico codice che le macchine possono comprendere poiché esse ragionano per valori binari ossia 0 e 1). Questo però richiedeva un enorme sforzo per codificare anche le istruzioni più semplici. Si è cercato quindi, nel corso degli anni, di evolvere questo tipo di linguaggio (detto a basso livello) in un linguaggio ad alto livello, ossia un linguaggio comprensibile all'utente. Attualmente esistono svariati linguaggi di programmazione, alcuni oramai in disuso, altri invece ancora molto utilizzati e che sicuramente avrete sentito nominare, ad esempio il Python il C, il C++, il CSS, Basic, Java, etc...Dovrete quindi scegliere in che linguaggio desiderate programmare, in base alle vostre esigenze e a quello che desiderate fare. Il consiglio che sentiamo di darvi è iniziare a scrivere in un linguaggio basilare, quale il C o il C++ (o nel caso di siti web l'HTML) in quanto molti dei linguaggi di programmazione attuali derivano da questi ultimi.

Continua la lettura
514

Scarica e installa un compilatore/debugger

La seconda cosa che dovrete fare è scaricare un compilatore per poter iniziare a scrivere il vostro codice. Un compilatore è un programma che trasforma quello che abbiamo definito un linguaggio di alto livello in uno di basso livello, in modo che la macchina possa comprendere le istruzioni che le abbiamo dato.
Anche qui esistono diversi compilatori per i diversi tipi di linguaggi. Un compilatore piuttosto famoso per iniziare a programmare è "Dev-C++"che permette di scrivere e compilare in linguaggio C e C++, ma ne esistono anche molti altri. Una buona alternativa è "Visual Studio Code" di casa Microsoft, completamente gratuito e dove potrete trovare esercitazioni, esempi e documentazione utile per iniziare a scrivere i vostri programmi. Se poi invece desiderate buttarvi nel mondo web esistono anche altri compilatori per i linguaggi web come l'HTML. Ad esempio c'è "BlueGriffon", un potente editor web basato sul browser Firefox per poter creare siti e pagine web in maniera facile e veloce.Se invece desiderate trovare un compilatore per un diverso linguaggio di programmazione qui https://www.ilsoftware.it/forum/viewtopic.php?t=58359 trovate un elenco di compilatori.

614

Impara cosa vuol dire un algoritmo

Per imparare a scrivere correttamente un programma è necessario conoscere la definizione di algoritmo. Esso si può definire come l'insieme di istruzioni finalizzate ad eseguire un determinato compito. Ad esempio, l'algoritmo per sommare due numeri è quello di scrivere il primo numero, scrivere il secondo numero, metterli in colonna, effettuare la somma e scrivere il risultato. Un altro esempio è l'algoritmo per cucinare un piatto di pasta: riempire la pentola d'acqua, aspettare che vada in ebollizione, versare la pasta, aspettare che sia cotta, scolare la pasta, versare nel piatto.

Un programma non è altro che un insieme di diversi algoritmi.

714

Impara a disegnare un diagramma a blocchi

Indipendentemente dal linguaggio di programmazione che andrete ad utilizzare è bene sempre fare uno schema, sia mentale che fisico, di quello che si andrà a scrivere. Personalmente consigliamo di disegnare sempre un diagramma a blocchi prima di programmare. Esso vi aiuterà, blocco dopo blocco, a capire quali operazioni il vostro programma andrà ad effettuare e inoltre è molto utile per avere un certo ordine mentale. Per capire di cosa stiamo parlando facciamo un facile esempio.

Vogliamo scrivere un programma che calcoli il quadrato di un numero.
Prendendo un foglio di carta iniziamo a disegnare quattro blocchi. Nel primo blocco scriviamo "Dichiarazione variabili". Con questo comando il computer lascerà due spazi di memoria. Uno che verrà occupato dal numero di cui vogliamo calcolare il quadrato e l'altro dal risultato dell'operazione. Nel secondo blocco scriviamo "Acquisisci il numero". Qui il computer scriverà nella memoria lasciata a disposizione il numero inserito di cui vogliamo calcolare il quadrato. Nel terzo blocco scriviamo "Esegui il quadrato". Qui il computer moltiplicherà il numero inserito per se stesso. Infine nel quarto blocco scriviamo "Mostra il quadrato" dove il computer mostrerà il risultato ottenuto.

814

Scrivi il tuo primo programma

Una volta scritto questo piccolo schema scriviamo questo programma nel linguaggio di programmazione che abbiamo scelto. Per facilità di comunicazione e di utilizzo vi mostriamo come scrivere questo programma in linguaggio C.

Le indicazioni che trovate precedute dai simboli "//" sono i commenti e servono al programmatore per chiarire ancora meglio quali operazioni stiamo dando in pasto al computer.


#include
//questo comando è un comando standard in C e serve per caricare i comandi base
void main(){//questo comando fa capire al compilatore che il nostro programma inizia qui
int a;
int b;
//le due righe rappresentano in C il primo blocco del diagramma
scanf("%d", a);
//acquisizione del numero (secondo blocco)
b=a*a;
//calcolo del quadrato (terzo blocco)
printf("%d", b);
//output del risultato (quarto blocco)}
.

914

Usa il compilatore

Complimenti! A questo punto avrete scritto il vostro primo programma. Ma, come già detto prima, questo non basta perché esso funzioni poiché quello che abbiamo scritto è un linguaggio ad alto livello. Quello che ci resta da fare è far compilare il nostro programma da uno dei compilatori che abbiamo installato. Ad esempio, su Dev-C++ basta premere la combinazione di tasti "Ctrl+N" per aprire l'editor di testo. Poi, una volta scritto il programma, basterà premere il tasto F11 e il compilatore procederà a trasformare il programma da linguaggio di alto livello a quello di basso livello e infine procederà nell'esecuzione del file.

1014

Impara a capire quali sono le rispote del compilatore

Sopratutto per chi è alle prime armi è bene conoscere gli errori che si possono commettere. Esistono in generale due tipologie di errori: sintattici e logici. Come in italiano o in qualunque altra lingua se si sbaglia una parola si cambia il significato della frase, anche in ambito informatico accade la stessa cosa. Se sbagliate a scrivere le vostre istruzioni, indipendentemente dal linguaggio di programmazione, il compilatore si bloccherà e non compilerà più il vostro programma restituendovi un report indicando la riga o le righe dove sono presenti gli errori. Questo è un esempio di errore di sintassi. Spesso chi si cimenta all'inizio a programmare si troverà ad affrontare molto spesso situazioni come queste. Ma state tranquilli, è tutto normale. Non ci si aspetta di imparare un linguaggio di programmazione da un giorno ad un altro!Quando invece vi trovate di fronte ad un programma che non esegue quello che vi eravate prefissato ma qualcosa di diverso vi trovate di fronte ad un errore logico. Ad esempio, se nel nostro programma appena scritto inseriamo come numero 4 e, a compilazione avvenuta, il programma ci restituisce 28 invece di 16 allora vuol dire che si è sbagliato a scrivere qualche istruzione. Questo tipo di errori non vengono visti dal compilatore e per correggerli bisogna analizzare per bene il diagramma a blocchi e le istruzioni che sono state scritte.

1114

Poniti degli obiettivi

Una volta padroneggiata queste tecniche avrete tutti gli strumenti in mano per poter creare un vostro programma. Scatenate la fantasia e ponetevi a piccoli step degli obiettivi raggiungibili. In questo modo migliorerete le vostre capacità e prenderete sempre più padronanza del linguaggio e del compilatore. Possiamo dirvi che esistono molte comunità di programmazione dedicate a linguaggi o discipline specifici. Trovarne e prenderne parte può aiutare moltissimo ad imparare il linguaggio di programmazione scelto. E sopratutto leggere il codice di altri programmatori può ispirare e aiutare ad afferrare tutti i concetti che ancora non sono ben chiari all'inizio, sopratutto i commenti.

1214

Non arrenderti!

Questo è il consiglio più importante di tutti. Talvolta ci si può imbattere in ostacoli che sembrano insormontabili, sopratutto quando il compilatore continua a fornirci errori su errori e non ne riusciamo più a venirne a capo. Il consiglio è di non farsi abbattere quando si incontrano le prime difficoltà; una soluzione può essere di effettuare diverse pause tra una sessione di programmazione e un'altra per schiarire meglio le idee. Sopratutto non dimenticate mai di disegnare sempre i diagrammi a blocchi, in particolar modo quando i programmi che creerete diventeranno sempre più complessi e articolati.Con quest'ultimo consiglio e con la speranza che questa guida possa esservi stata utile vi auguriamo buona programmazione!

1314

Guarda il video

1414

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Disegnate sempre i diagrammi a blocchi su carta e visionate le guide e le community online del linguaggio di programmazione che avete scelto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Regole per programmare in Ladder

In questo articolo imparerete le 5 regole per programmare in Ladder. Il circuito in Ladder è simile in struttura, elementi, simboli e funzioni di controllo logico. Ci sono anche altri aspetti della fase, ma hanno molte differenze. Quindi per programmare...
Programmazione

Come programmare un algoritmo in Java

Come programmare un algoritmo? Ebbene, inizialmente bisogna stabilire cosa si intende con questa dicitura. Infatti, si può programmare un algoritmo tramite la sua vera e propria creazione. Oppure lo si può studiare, come previsto in specifici corsi...
Programmazione

Come programmare in Linda

La maggior parte della popolazione italiana, secondo alcuni studi che provengono direttamente dall'università di Oxford, pare abbia iniziato a specializzarsi sempre di più nel settore informatico. Esistono moltissimi casi di ragazzi volenterosi, laureati...
Programmazione

Come programmare in Standard C++

Programmare è un atto che presuppone una conoscenza abbastanza ampia della materia, ma anche un approccio piuttosto individuale alla disciplina, perché ogni sviluppatore sceglie gli strumenti che gli sono più congeniali. Tuttavia, nel tempo alcuni...
Programmazione

Regole per programmare in ActionScript

Action Script è un nome che suonerà familiare a tutti coloro che si intendono di programmazione. Si tratta, infatti, del linguaggio di programmazione di Flash utilizzato per la creazione di videogames basati su browser. Esistono ben tre versioni di...
Programmazione

Come iniziare a programmare in HTML 5

Prima di iniziare è bene precisare che con la parola "programmare" riferita al linguaggio HTML 5 è usata in modo improprio. Infatti l'HTML serve a programmare poco e nulla, per le programmazioni e più utile usare i PHP, Javascript, asp ecc.Fatta questa...
Programmazione

Come programmare in java su Linux

Ai giorni nostri la programmazione è sempre più avanzata e ci sono numerosi modi e piattaforme per effettuare la programmazione. Tra i software più utilizzati troviamo Java, inoltre si può programmare su varie piattaforme tra cui anche Linux. Nei...
Programmazione

Come programmare in Elm

Elm è un linguaggio funzionale che compone JavaScript. Competi con progetti con React come strumento per la creazione di siti web e applicazioni web. Elm ha un'enfasi molto forte sulla semplicità, la facilità d'uso e l'attrezzatura di qualità. Alla...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.