5 consigli per creare delle slide efficaci

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando dobbiamo presentare un progetto ad un pubblico, o scrivere una tesi di laurea o, ancora, illustrare ad un uditorio la mission di un'azienda, possiamo utilizzare delle slide. Le slide, che oggi possono essere create con un'infinità di programmi semplici da utilizzare e gratuiti, consentono di focalizzarsi sugli argomenti principali e di sintetizzare concetti anche molto estesi. Inoltre la grafica permette di stimolare la memoria visiva degli ascoltatori, che riusciranno in modo molto più rapido ad avere chiari i concetti più importanti. Naturalmente non tutte le slide sono uguali: occorre crearle con metodo e organizzazione. Ecco quindi un'utile guida con 5 consigli per creare delle slide efficaci.

26

Organizzare al meglio lo spazio

Per ottenere delle slide efficaci occorre organizzare al meglio lo spazio: riempire una slide all'eccesso non la renderà né chiara né incisiva. Lasciarla troppo vuota, allo stesso modo, non raggiungerà gli obiettivi sperati perché, con buona probabilità, non rimarrà impressa nella mente dell'ascoltatore-visualizzatore. Molto meglio optare per slide sobrie, con la giusta interazione tra testo ed elementi grafici.

36

Essere sintetici

Creare delle slide piene di testo è totalmente inutile. Anche se si vogliono esprimere molti concetti insieme e si teme di non avere sufficiente tempo-spazio, riempire una slide all'eccesso non è una buona strategia. La slide deve essere chiara e concisa, con pochi elementi, che verranno poi integrati successivamente dal discorso proposto durante la presentazione delle stesse.

Continua la lettura
46

Inserire un concetto per slide

Per ottenere delle slide efficaci è necessario inserire in ognuna di essa un solo concetto. Ponendo un solo concetto per diapositiva si avrà la certezza non solo di avere l'attenzione del pubblico, ma anche di rendere le slide chiare e mirate. Gli esperti sostengono che in ogni slide non dovrebbero mai comparire più di 300 parole, spazi inclusi.

56

Curare la grafica

La grafica è elemento fondamentale di ogni slide che si rispetti: essa deve essere sobria e focalizzata sui destinatari. Sì a grafici e frecce di direzione, no invece ad animazioni ed effetti speciali eccessivi e complicati. Bisogna fare sempre attenzione alla scelta dei colori e dei loro abbinamenti.

66

Scegliere una cover attraente

L'ultimo consiglio per avere slide efficaci è quello di presentarle al pubblico con una cover attraente. Gli esperti di comunicazione sostengono che si abbiano solo pochi secondo per catturare l'attenzione di un pubblico: occorre sfruttarli al meglio con una cover interessante ed attraente che spieghi in pochi istanti l'argomento delle slide.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

10 consigli per realizzare una presentazione in Power Point

A chiunque sarà capitato di dover realizzare una presentazione Power Point per presentare davanti a un pubblico un progetto.PowerPoint è un programma grazie che crea delle presentazioni su un argomento a scelta tramite l’utilizzo di corrispondenti...
Software

5 consigli per usare al meglio Powepoint

Per un'interrogazione, per una tesi di laurea o semplicemente per presentare il lavoro durante una conferenza, Powerpoint ci viene in soccorso. Sebbene i programmi che consentono di elaborare delle slide in sequenza da mostrare ad un pubblico di auditori,...
Software

Come inserire animazioni in PowerPoint 2013

L'utilizzo di programmi per la presentazione di progetti o discorsi è da tempo una pratica molto diffusa. Saper presentare un lavoro come si deve durante conferenze o colloqui è molto importante, e per farlo i produttori di software si sono cimentati...
Software

10 consigli per migliorare con Photoshop

Photoshop, programma sviluppato da Adobe, è diventato un punto di riferimento per post produzione e modifiche di immagini e fotografie. Si tratta di uno strumento estremamente complesso, semplice e intuitivo da usare per modifiche "basilari" ma molto...
Software

Consigli per migliorare le prestazioni del pc adattandole al videogame

Oggi le console per videogiochi sono sempre più in concorrenza con i costosi pc ad alte prestazioni, pensati proprio per offrire la migliore esperienza gaming. A causa dei costi elevati di questi pc e della componentistica altrettanto costosa, è bene...
Software

Guida base a Microsoft PowerPoint

Microsoft PowerPoint è un tool incluso nel pacchetto Microsoft Office molto comodo sul lavoro, come a scuola o in casa. Serve essenzialmente per creare presentazioni anche dall'aspetto professionale e curato, ovvero documenti che includano animazioni,...
Software

Come utilizzare Lightroom

Adobe Photoshop Lightroom è un programma professionale per gestire il flusso di lavoro tipico di un fotografo. Dato il costo e la praticità nell'utilizzo, questo programma si adatta bene anche a un pubblico non professionale ma che ha fatto della fotografia...
Software

Come fare un video con Kizoa

Sei un appassionato di videomaking, ma non sai con quale programma iniziare e sei ancora alle prime armi? Bene, ti trovi nel posto giusto al momento giusto. Proprio così, perché in questo articolo ti spiegherò in tre semplici passi come fare un video...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.