Come aggiungere collegamenti ai siti Internet nella barra dock di Mac OS X

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Il mondo virtuale ci offre ogni giorno una miriade di possibilità per usufruire in modo semplice e veloce di una gran quantità di servizi. Dalla posta elettronica ai social network, passando per lo shopping online e la compilazione di questionari retribuiti, Internet mette a nostra disposizione tantissimi siti e servizi, facilmente raggiungibili tramite collegamento ad uno specifico indirizzo (detto URL, ossia Uniform Resource Locator). Ci basta difatti disporre di un browser di navigazione, sul quale inseriremo l'indirizzo di nostro interesse. Ed ecco che in pochi secondi veniamo reindirizzati su particolari pagine che rispondono alle nostre esigenze. Su qualunque computer è possibile navigare in Internet ed eventualmente salvare i nostri siti preferiti sotto forma di collegamenti. La presenza di un collegamento ci consente di riaprire il sito di nostro interesse senza doverlo ricercare sulla cronologia o dal motore di ricerca. Insomma si tratta di ottimizzare i tempi di navigazione, dunque si tratta di una soluzione davvero comoda. Con l'aiuto del presente tutorial, ci concentreremo in particolar modo sull'ambiente Mac. Scopriremo infatti, passo dopo passo, come aggiungere collegamenti ai siti Internet nella barra dock di Mac OS X. La barra dock altro non è che una sorta di lavagna, presente sulla schermata principale di qualsiasi Mac fisso o portatile, su cui si trovano i collegamenti ad applicativi e siti più usati. Per aggiungere dei collegamenti su di essa, possiamo servirci di un paio di metodi diversi. Vediamo qui di seguito quali sono.

28

Occorrente

  • Computer iMac o MacBook
  • Versione aggiornata di Mac OS X
  • Connessione ad Internet tramite Wi-Fi o cavo Ethernet
38

Installare Fluid sul Mac

Il primo sistema per aggiungere collegamenti ai siti Internet nella barra dock di Mac OS X è quello di ricorrere ad un particolare software. Stiamo parlando di Fluid, un praticissimo applicativo che possiamo scaricare dal sito ufficiale. Colleghiamoci al link https://fluidapp.com/ e da qui potremo avviare il download del file exe di Fluid. Prima di scaricarlo, però, soffermiamoci su un paio di dettagli. Innanzitutto, come possiamo ben vedere, Fluid è disponibile sia in formato free che a pagamento. Ovviamente la versione completa risulterà provvista di più funzionalità. Tuttavia, quella gratuita è comunque efficiente e sicuramente più leggera. Un altro vantaggio di Fluid sta nel fatto che esso è in grado di trasformare qualunque sito in una vera e propria app, con tanto di icona corrispondente. Ora che sappiamo quali sono i punti di forza di questo software, possiamo procedere con il download, al termine del quale passeremo al setup wizard. Per installare Fluid sul nostro terminale, dovremo semplicemente trascinare l'icona del programma nella cartella "Applicazioni".

48

Aggiungere i link con Fluid

Una volta installato Fluid per aggiungere collegamenti ai siti Internet nella barra dock di Mac OS X, passiamo al suo avvio. Clicchiamo semplicemente sull'icona del programma e ci troveremo subito nella schermata principale dello stesso. Se abbiamo bisogno di aggiungere un sito alla barra dock, torniamo nel browser, dove abbiamo lasciato aperto il link. Copiamolo evidenziandolo e premendo la combinazione di tasti "? + C". Portiamoci nuovamente nella finestra di Fluid cliccando su di essa. A questo punto dovremo incollare l'indirizzo web in questione. Facciamo click nella barra che riporta la dicitura "URL" e con "? + V" incolliamo il link. Per comodità, assegneremo un nome identificativo a ciascun sito. Se ad esempio dobbiamo salvare www.facebook.com sulla barra dock del Mac, digitiamo "Facebook" nel campo nominato "Name". Nella sezione "Icon" potremo invece scegliere il tipo di icona da associare alla nostra applicazione. A tal proposito abbiamo la possibilità di scegliere tra la favicon del sito (cioè l'icona automaticamente associata) o un file PNG a nostro piacimento. Confermiamo la creazione del collegamento con un click su "Create". Ora potremo finalmente accedere ai nostri siti preferiti, senza aprire il browser ogni volta.

Continua la lettura
58

Racchiudere i collegamenti in una cartella

Se Fluid non rientra tra le nostre soluzioni preferite, esiste un modo alternativo per aggiungere collegamenti ai siti Internet nella barra dock di Mac OS X. Non dobbiamo necessariamente scaricare un software. Difatti possiamo creare una cartella che contenga tutti i siti che intendiamo aprire nell'immediato. Una volta racchiusi tutti i link in questa directory, potremo spostarla direttamente sul dock. A questo punto dobbiamo scegliere come visualizzare il contenitore dei nostri siti web più visitati. Possiamo decidere se avere l'icona di una comune cartella oppure quella di una pila. Quest'ultima è una soluzione davvero ingegnosa, poiché con un click ci mostra il contenuto sotto forma di griglia o ventaglio. Per rimpicciolire la finestra potremo cliccare sul pallino di colore giallo che si trova in alto nella finestra stessa. In questo modo avverrà un trasferimento sulla barra dock e potremo riattivare tale finestra con un singolo click. Se scegliamo laformula della cartella, cerchiamo di inserirvi più link possibili. In questo modo una sola directory occuperà meno spazio sul dock e non ci verrà mostrata in dimensione ridotta.

68

Trascinare i collegamenti sul Dock

Non abbiamo particolare dimestichezza con l'ambiente mac e vogliamo comunque aggiungere collegamenti ai siti Internet nella barra dock di Mac OS X in modo rapido? Nessun problema, possiamo adottare un sistema estremamente semplice. Esiste una scorciatoia, in tal senso, per aggiungere dei siti sul dock del nostro Mac. Innanzitutto dobbiamo aprire il browser di navigazione, in questo caso Safari. Da qui digiteremo l'URL di nostro interesse. Evidenziamolo per intero e teniamo premuto il tasto sinistro del mouse. Dovremo quindi trascinarlo direttamente sulla barra dock, precisamente nella parte bassa sull'estrema destra. Se rilasciamo il tasto del mouse, comparirà una particolare icona, ovvero un piccolo mappamondo. Abbiamo appena creato la cosiddetta shortcut, una scorciatoia che ci permette di aprire subito il sito in questione mediante avvio immediato del browser. Possiamo adottare lo stesso metodo con tutti i link che ci interessano. Se poi notiamo che il dock è troppo pieno, possiamo sempre rimuovere qualche collegamento. Per riuscire nell'intento dovremo semplicemente trascinare il link al di fuori della barra dock. Altrimenti clicchiamo su di esso e scegliamo il comando "Rimuovi dal dock" con un click del tasto destro del mouse.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per godere di ulteriori servizi, nel sito internet di Fluid (https://fluidapp.com/) è presente anche una versione a pagamento del software, che permette di salvare i cookie separatamente rispetto al browser, di utilizzare la visualizzazione a schermo intero, o di aggiungere icone nella barra di stato di OS X. Il prezzo è accessibile e potrebbe valerne la pena.
  • Evitare di sovraccaricare il dock con troppi link. Se il mac è già abbastanza pieno in termini di memoria, meglio racchiudere più URL in un'unica cartella.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Mac

Come personalizzare la barra Dock del Mac

Il Macintosh, abbreviato Mac, è una famiglia di computer prodotti dalla Apple, che utilizza un proprio sistema operativo che consente di ottimizzare al meglio le risorse hardware di cui sono dotati questi dispositivi. Se siamo abituati ad utilizzare...
Mac

Come Aggiungere il Widget meteo alla dashboard in Mac OS X

Come è noto a chi possiede un computer Mac, Apple a partire dalla release 10.6 (altrimenti chiamata "Snow Leopard") ha introdotto un'interessante caratteristica chiamata "Dashboard" che, proprio come una vera e propria "plancia dei comandi", raccoglie...
Mac

Come condividere in rete le stampanti con Mac Os X

Condividere la stampante con altri utenti è uno dei migliori motivi per avere una rete. Configurare il nostro Mac per condividere la stampante è molto semplice con Mac OS X Snow Leopard. Specialmente quando ci troviamo in un ambiente di lavoro, è raro...
Mac

Come configurare mail o rimuovere un account con Mac OS X

Una delle prime cose da fare quando si acquista un PC è quella di configurare la mail in modo da poter, da subito, ricevere la nostra posta. Si tratta di un'operazione abbastanza semplice e veloce anche se gli account da configurare sono diversi. Vediamo,...
Mac

Come formattare una pen drive su Mac OS X

Formattare una pen drive è un'operazione piuttosto semplice. Ogni sistema operativo ha però le sue procedure ed anche quando si è alle prese con Mac OS X risulta tutto molto intuitivo e veloce. Se non avete mai avuto a che fare con questo sistema di...
Mac

Come installare Java Development Kit su Mac OS X

Attraverso i passaggi seguenti ci occuperemo di illustrarvi il procedimento che vi porterà ad installare Jva Development Kit su Mac OS X. Nel Web si fa un uso spropositato delle applicazioni java, ne potete trovare una su ogni sito internet, ma purtroppo...
Mac

Come aggiungere il dizionario italiano in OS X

Ecco una bella ed interessante guida, mediante il cui aiuto concreto, poter imparare da soli, come e cosa dover fare, per poter aggiungere il dizionario italiano, in OS X. Cercheremo di eseguire questo procedimento, nei minimi dettagli ed utilizzando...
Mac

Come usare WINE su Mac OS X

Mac os x è il sistema operativo utilizzato soltanto dai famosi computer MAC realizzati dalla Apple. Quindi questo particolare sistema operativo è molto differente dal sistema Windows realizzato dalla Microsoft ed istallato sulla maggior parte dei computer...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.