Come calcolare la tensione in un circuito parallelo

Tramite: O2O 20/12/2021
Difficoltà:media
18

Introduzione

I resistori sono i componenti dei circuiti elettrici. Esistono resistori in serie o in parallelo. Quelli più utilizzati sono quest'ultimi, come le prese elettriche per uso domestico che sono sempre collegate in parallelo. I resistori sono componenti elettronici dotati di resistenza elettrica, misurata in ohm. Se si conoscono i principi e le formule di base, calcolare la tensione in un circuito di questo tipo non è difficile, quindi non lasciarti scoraggiare! I padri fondatori dell'elettricità furono Alessandro Volta, Nikola Tesla, George Ohm, Gustav Robert Kirchhoff, Thomas Edison, Benjamin Franklin, ad ognuno il merito per aver contribuito in diverso modo nel campo, rendendo la vita presente più "comoda".

28

Occorrente

  • Collegamento in parallelo
  • Formule matematiche
38

Collegamento in parallelo

Si parla di collegamento in parallelo quando i componenti sono collegati ad una coppia di conduttori. La particolarità è che la tensione elettrica viene applicata a tutti quanti allo stesso modo. Possiamo immaginare di avere un cavo collegato a un polo di una batteria, mentre l'altra viene suddivisa in altri due cavi superati. I due nuovi cavi sono paralleli l'uno con l'altro e si riuniscono prima di raggiungere il secondo polo della stessa batteria. Se inseriamo un resistore in ciascun ramo del circuito allora i due componenti risulteranno collegati fra loro in parallelo.In un circuito in parallelo la corretto fluisce all'interno di ogni percorso disponibile.

48

La Legge di Ohm per iniziare

Un apparato ha due carichi collegati alla sorgente di corrente. La tensione ai capi di ognuno è la medesima. La legge di Ohm dice: V= * R, utilizzata per risolvere qualsiasi valore sconosciuto, corrente o resistenza, avendo due valori noti. Per ottenere la tensione si sostituiscono appunto i valori precedentemente nominati per "It" e "Rt". La tensione, V, è la stessa che percorre i resistori.

Continua la lettura
58

Valore della resistenza

Le formule matematiche utilizzate sono tante, la più conosciuta è quella che ha l'inverso della resistenza risultante uguale alla somma degli inversi delle resistenze collegate in parallelo. Gli elementi hanno la stessa tensione; il cortocircuito di uno annulla il passaggio dell'energia a tutti gli altri.Il valore delle resistenze totali, se sono due, si ottiene mediante la seguente formula R= R1 R2: R1+R2. Se sono tre, c'è bisogno del valore totale di due poi dell'altra per sostituire il valore, assieme a quello della forza nella seguente formula R1//R2*R3: R1//R2+R3. Ricordiamo che un apparecchio è formato da particelle chiamate conduttori. Ciò che li spinge nel movimento è la forza, prodotta da un generatore come la pila. Nella torcia il generatore è la pila e l'utilizzatore è la lampadina. L'intensità della corrente che scorre dipende dalla resistenza e dalla "tensione" prodotta.

68

Conclusioni

In sintesi, un circuito parallelo è definito come quello in cui tutti i componenti sono collegati tra la stessa serie di punti comuni elettricamente. Un altro modo di dire questo è che tutti i componenti siano collegati tra ogni altri terminali. Da questa definizione, tre regole di circuiti paralleli seguono: tutti i componenti condividono la stessa tensione; resistenze diminuiscono per eguagliare una più piccola, resistenza totale; i correnti di lato aggiungono ad eguagliare una corrente totale maggiore. Come nel caso di circuiti serie, tutte queste regole trovano radice nella definizione di un circuito parallelo. Se si capisce pienamente tale definizione, allora le regole non sono altro che note alla definizione.
Quindi:
I componenti in un circuito parallelo condividono la stessa tensione: Etot = E1 = E2 =. .. En
Resistenza totale in un circuito parallelo è meno di qualsiasi delle singole resistenze: Totale = 1 / (1 / R1 + 1 / R2 + 1 / Rn...)
Il corrente totale in un circuito parallelo è uguale alla somma delle singole correnti di lato: ITotal = I1 + I2 +. .. In.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Considera sempre ogni passaggio e il tipo di circuito su cui stai lavorando
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come calcolare la tensione ai capi di una resistenza

L'elettronica rappresenta una materia scolastica abbastanza stimolante, attraverso cui sarà possibile sviluppare molteplici prodotti (come gli orologi, gli Smartphone ed i Personal Computer). Attualmente, ciascun apparecchio elettronico possiede al proprio...
Elettronica

Come misurare la tensione di un diodo Zener

Il "diodo" è un componente elettronico di tipo bipolare, ovvero permette il flusso di corrente elettrica al suo interno, ma solamente in un determinato verso, nell'altro, invece, viene bloccato già in partenza. Nella presente e rapida guida, andremo ad...
Elettronica

Elettronica: come risolvere un circuito con l'oscilloscopio

La risoluzione di un circuito elettrico talvolta necessita di più informazioni rispetto a quelle che un semplice multimetro può fornire. Ad esempio la frequenza, il rumore, l'ampiezza ed altre caratteristiche che possono cambiare nel corso del tempo,...
Elettronica

Come si calcola la potenza dissipata da un circuito

Il passaggio di corrente elettrica attraverso un corpo conduttore, viene accompagnato dallo sviluppo di calore – il cosiddetto “effetto Joule - che comporta il progressivo surriscaldamento del resistore. L’energia elettrica viene trasformata in energia...
Elettronica

Come calcolare gli ampere

L'Ampere rappresenta l'unità di misura della corrente elettrica ed indica il flusso di elettroni che sono presenti all'interno di in un circuito. Effettuare questo calcolo può risultare molto utile quando occorre collegare un elettrodomestico ad una qualsiasi...
Elettronica

Come realizzare un circuito logico

I moderni computer, anche i più sofisticati ed i più complessi, sono costituiti da componenti base molto semplici: i circuiti logici. Questi elementi sono dei circuiti elettronici basati su di un numero finito di livelli di tensione elettrica. Le tensioni...
Elettronica

Come costruire un circuito LED

Da qualche decennio a questa parte, con il continuo sviluppo tecnologico tutt'ora in atto, risulta più semplice costruire con le proprie mani dei circuiti elettrici, come quello a LED (Light Emitting Diode). All'interno di questa guida, vi spiegherò...
Elettronica

Come realizzare un circuito stampato in casa

Creare un circuito stampato è il primo passo per realizzare circuiti elettronici. Infatti, i circuiti stampati (PCB ovvero "printed circuit board") permettono il collegamento elettrico tra i componenti di un circuito e costituiscono un supporto meccanico...