Come cambiare i permessi ai file di un sito

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Chi possiede un sito ospitato su un server Linux, che si tratti di un servizio gratuito, come Altervista. Org, oppure a pagamento, come Aruba, si troverà prima o poi nella condizione di dover cambiare i permessi ai file o alle cartelle del proprio spazio web. Ciò si verifica perché nei sistemi operativi Unix e Unix-like, il filesystem è concepito e strutturato in maniera differente rispetto a quelli a marchio Microsoft. In Linux il concetto di file si basa su due fondamentali caratteristiche: i permessi di accesso e la proprietà. Vediamo insieme come cambiare i permessi ai file di un sito.

26

Occorrente

  • Client FTP: FileZilla, gFTP
  • Hosting web Linux
  • PC
  • Connessione Internet
36

I permessi di accesso sono di tre tipi, contrassegnati di solito da una lettera: lettura (r), scrittura (w), esecuzione (x). La proprietà può essere attribuita a tre soggetti differenti: Proprietario, Gruppo, Altri. Le combinazioni possibili tra attributi e proprietà sono rappresentate da numeri e somme, per cui un file può avere i seguenti permessi: 755, cioè il proprietario ha accesso in lettura, scrittura ed esecuzione (7); il gruppo in lettura ed esecuzione (5); gli altri in lettura ed esecuzione (5). Per motivi di sicurezza, su un web server è necessario impostare i valori su 755. I servizi di hosting gratuito normalmente non richiedono alcuna modifica agli attributi dei file, perché sono già configurati sulle limitazioni di accesso.

46

Il problema si pone con i domini di primo livello e con spazi web a pagamento, dove è necessario ripristinare, ogni volta che si effettua un upload, i permessi dei file. L'operazione può essere svolta attraverso un programma client ftp tipo FileZilla o gFTP, oppure mediante il pannello di controllo che il fornitore di servizi mette a disposizione dell'utente. Nel primo caso si dovrà operare con i singoli file, mentre nel secondo si potranno applicare le modifiche in maniera globale. Fate il login su http://www.Nomedominio.It/login → Pannello gestione Hosting Linux → Strumenti e impostazioni → Riparazione e Permissions e nella scheda di Ripristino permessi cliccate su OK.

Continua la lettura
56

Se desiderate modificare gli attributi di pochi file, è più semplice procedere via protocollo FTP, utilizzando un programma client. I migliori sono quelli già citati, FileZilla e gFTP, liberi, open source e gratuiti. Avviate l'applicativo, collegatevi all'host remoto inserendo nei campi di testo:
indirizzo ftp: ftp. Nomedominio. It
Utente: tuonomeutente
Pass: tuapassword
Nel pannello laterale del server remoto aprite la cartella di destinazione, selezionate il file che desiderate modificare, premete il tasto destro del mouse e scegliete la voce Permessi. Nella scheda di controllo impostate i valori consigliati mettendo il segno di spunta dove occorre per ottenere 755.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I servizi di hosting gratuito normalmente non richiedono alcuna modifica agli attributi dei file, perché sono già configurati sulle limitazioni di accesso.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Internet

Come ottenere i permessi di root

La parola "Root" (radice) viene usata nei sistemi Unix e Unix-like e si riferisce a quell'utente che possiede tutti i massimi permessi per la gestione di un sistema. In poche parole, si indica all'amministratore del sistema in uso. Ottenere i permessi...
Internet

Come creare un sito gratis con Dropbox

Dropbox, il famoso colosso di hosting file, ovvero di immagazzinamento documenti cifrati, non offre la possibilità di creare un sito, ma può fare ciò, collegandosi a siti esterni o usando determinati software. Software utili alla creazione di siti,...
Internet

Come caricare un sito in remoto con client ftp

Abbiamo appena sviluppato un piccolo sito web e acquistato uno spazio presso un web provider ed ora ci troviamo di fronte al dilemma di come fare per caricare il sito appena scritto. Si possono usare gli applicativi che i provider mettono a disposizione,...
Internet

Come creare un sito Proxy

Oggi in questa guida cercheremo di capire come creare un sito Proxy in modo semplice e veloce. La prima cosa da fare per realizzare questo progetto è quella di installare uno script proxy, per configurare il sito web server. Una volta fatto ciò si potrà...
Internet

Come creare e pubblicare un sito web

Generalmente quando si decide di creare e di pubblicare un sito web, ci si trova a dover fare due scelte iniziali: progettare un sito statico, con pagine XHTML oppure dinamico. Nel primo caso si dovrà realizzare un vero e proprio progetto grafico, stabilendo...
Internet

Come Impostare Filezilla Per Un Sito Ospitato Su Aruba

La scelta di uno spazio hosting è fondamentale per l'affidabilità e la velocità di caricamento di un sito internet. Cercando sul web, è possibile trovare tantissimi spazi hosting che propongono prezzi stracciati. Il consiglio è quello di puntare...
Internet

Come spostare un sito Wordpress su un altro dominio

Alle volte può insorgere la necessità di dover spostare il proprio dominio internet su un altro sito di hosting, sia per motivi di comodità sia per questioni di convenienza dell'offerta. Spostare il proprio dominio non è complicato, basteranno alcuni...
Internet

Come Creare Un Sito

Il sito internet è un particolare servizio che ci consente di condividere tutte le informazioni che desideriamo con tutti gli utenti del web. Potremo infatti inserire sulle pagine del nostro sito immagini, documenti, files da scaricare, prodotti che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.