Come cancellare i file o le directory attraverso il terminale di Ubuntu

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il mondo di linux ha la triste (ed erronea) fama di essere difficile da comprendere e risultare inutilizzabile dalla maggior parte degli utenti medi di computer; questo è un pregiudizio che deve essere eliminato, perché il funzionamento del sistema operativo non è molto diverso da quello di altri sistemi operativi privati, almeno per quanto guarda l'utilizzo office, principale funzione necessaria e spesso sufficiente alla stragrande maggioranza di chi utilizza il computer. Le uniche cose che cambiano, per quanto riguarda la "parte utente", sono i nomi dei programmi e la loro distribuzione spaziale sullo schermo; per questo motivo Canonical, nota azienda informatica impegnata nello sviluppo di linux, ha inventato Ubuntu, un sistema operativo linux molto versatile e intuitivo. In questa guida ti verrà spiegato dettagliatamente come cancellare i file o le directory attraverso il terminale, un modo alternativo di operare sul sistema operativo.

27

Occorrente

  • Un PC con installato Ubuntu Linux
37

Il primo passo da compiere è aprire il terminale; questo utile strumento non è altro che un modo di interfacciarsi a un livello più "profondo" con il sistema operativo, senza la necessità di avere un ambiente grafico, e si trova sottoforma di programma installato sul pc.
Per aprirlo basta aprire il menù (icona il alto a sinistra sullo schermo), digitare la parola "Terminale", "UXTerm" o "XTerm" (questi sono solo programmi diversi per la gestione della linea di comando, ma funzionano allo stesso identico modo e con gli stessi comandi) e cliccare sopra l'icona.
Se il tuo sistema operativo è installato in lingua inglese, basterà digitare "Terminal", ma i comandi che dovrai dare successivamente non cambieranno.

47

Una volta aperto il terminale, dovrai individuare il file che vorrai cancellare o la directory che vorrai eliminare. Per fare questo premi con il tasto destro sul file interessato e copia la posizione di esso sempre con il tasto destro (->copia) o premendo CTRL-C, o sulla cartella (directory) svolgendo poi la stessa procedura di copia.

Continua la lettura
57

Passa ora al terminale e:
-Nel caso tu voglia eliminare un file, scrivi "rm *posizionedelfile*/*nomedelfile*.*estensionedelfile*", o il tutto preceduto da "sudo" nel caso il file sia protetto da diritti di amministratore (in tal caso dovrai poi inserire la tua password e dare l'invio);
-Nel caso tu voglia eliminare una cartella, scrivi "rm -r *posizionedellacartella*", con lo stesso discorso di prima per una cartella protetta.

67

Tutto chiaro? Tranquillo, se non hai capito come fare ti faccio un esempio... Anzi, due.
Se voglio cancellare un file chiamato "prova. Txt", situato nella posizione "/home/Utente/Scrivania/Cartella", dovrò digitare nel terminale "rm /home/Utente/Scrivania/Cartella/prova. Txt"; se voglio cancellare la cartella stessa, dovrò digitare "rm -r /home/Utente/Scrivania/Cartella".

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non andare nel panico, è tutto molto più semplice di come sembra

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Linux

Come Installare Vlc Su Ubuntu Da Terminale

Ormai capita spesso di utilizzare il proprio personal computer per guardare video o addirittura interi film o serie tv. Per farlo correttamente è opportuno utilizzare un apposito software e possedere uno schermo adatto. Esistono tantissimi software e...
Linux

Come installare i file tar.gz su Ubuntu

I sistemi operativi, sono dei particolarissimi software che ci permettono di utilizzare facilmente, mediante delle interfacce grafiche i computer. Questi programmi traducono le intenzioni degli utenti, in istruzioni per il computer, in questo modo per...
Linux

Come cancellare i kernel inutilizzati da Ubuntu

Ubuntu è un sistema operativo distribuito da Linux che, dal suo inizio, sta acquisendo una sempre maggiore diffusione fra gli utenti del sistema operativo Open Source. I vantaggi dell'Open Source sono numerosi, infatti l'azienda si è indirizzata sul...
Linux

Come recuperare file cancellati con Ubuntu

A tutti può succedere di eliminare per sbaglio una serie di file importanti. E a volte cercare di evitare tali errori può essere davvero inutile. Gli utenti Windows possono usufruire di numerosi strumenti di terze parti. Potete acquistarli per recuperare...
Linux

Come ripulire Ubuntu dai file inutili

Si stanno diffondendo sempre di più dei sistemi operativi alternativi a Windows. Quest'ultimi infatti il più delle volte sono bastati su Linux. Per Linux si intende una famiglia di sistemi operativi di tipo Unix-like, implementati sotto varie possibili...
Linux

Come convertire file audio su ubuntu

La conversione dei file audio è una pratica ormai di uso comune tra coloro che possiedono un personal computer. Inoltre moltissimi utenti stanno attualmente effettuando quello che gli internauti "navigatI" chiamano "migrazione", ovvero il passaggio dai...
Linux

Come compilare un programma in C++ da terminale

Da qualche anno la programmazione non è più un tabù. Ormai tutti, per lavoro oppure per passione, disegnano e realizzano nuovi software per le utenze. Si tratta di programmi semplici o complessi appartenenti alla vita comune, di tutti i giorni. Con...
Linux

Come associare un'applicazione custom ad un tipo di file in Ubuntu

In Ubuntu Linux ogni archivio è associato ad un'applicazione predefinita dal sistema, sia che nell'ambiente desktop Gnome che KDE.A differenza di Windows, non è necessario che un file abbia una certa estensione affinché il sistema lo possa eseguire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.