Come caricare il bootloader Arduino

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Arduino è una piattaforma hardware made in Italy che si pone l'obiettivo principale di prototipizzare rapidamente certi strumenti, oltre che per scopi didattici o professionali, ma ci sono anche persone che utilizzano questa piattaforma solo per hobby. Questo hardware è forma da molteplici schede elettroniche dotate di un microcontrollore. Grazie ad Arduino si possono sviluppare, in maniera abbastanza agevole e veloce, dei piccoli dispositivi hardware che possono rilevarsi utili anche nella vita quotidiana. Tra i diversi dispositivi che possiamo realizzare troviamo oggetti come: controllori di luci, sensori oppure anche controllori di velocità per motori. Possiamo sviluppare anche progetti che si servono di attuatori o che possano lavorare insieme ad altri dispositivi. La piattaforma hardware è abbinata ad un IDE (ambiente di sviluppo) molto sempre intuitivo che ci servirà per la progettazione del microcontrollore integrato sul dispositivo. Per poter rendere agevole tutta la procedura è opportuno aver caricato un bootloader sulla piattaforma, in questa guida vedremo come farlo.

24

Predisporre l'occorrente

Il primo passo è senza dubbio quello di prendere tutto quello che serve per poter iniziare l'operazione. Vi serviranno: il vostro Arduino; un computer; un ATmega328 stand alone; un cavo per collegare il dispositivo al PC e il software Arduino installato sul vostro computer. Ricordatevi di vedere quale modello di hardware Arduino possedete, questo vi sarà utile per i passi successivi.

34

Entrare in modalità "programmatore"

Il secondo passo consiste nel collegare l'hardware Arduino al computer e, tramite l'apposito software trasformare, temporaneamente, la piattaforma in programmatore. Per far ciò caricate lo sketch ArduinoISP che si trova andando dal menù "File" alla voce "Esempi". Fatto ciò, dal menù "Strumenti", selezioniamo la voce "programmatore" e impostiamo "Arduino as ISP". Adesso, sempre dal menù "strumenti" selezioniamo "Tipo di Arduino" e impostiamo il modello di hardware che abbiamo collegato al computer, questo per permettere al software di caricare il giusto bootloader.

Continua la lettura
44

Effettuare i collegamenti

Adesso scolleghiamo la piattaforma Arduino dal computer, chiudiamo il software e procediamo ad effettuare il collegamento tra Arduino e il nostro ATmega328 stand alone. Questa procedura va eseguita in maniera molto precisa ed è diversa per ogni modello di Arduino che ci sono in commercio. Il consiglio che diamo, quindi, è quello di cercare online, o sul sito di Arduino, quali sono i collegamenti necessari per il vostro modello. Una volta fatto questo ricolleghiamo Arduino al computer e, tramite il menù "Strumenti" selezioniamo la voce "Scrivi il bootloader". Terminata questa procedura avrete finalmente completato il vostro scopo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Arduino tutorial: primi passi

ARDUINO è una scheda elettronica dotata di microcontrollore, molto semplice da utilizzare. L'ambiente di sviluppo di Arduino è basato sulla programmazione in linguaggio C (uno dei più diffusi e semplici linguaggi di programmazione). Alcune delle peculiarità...
Programmazione

Come installare Arduino sul PC

Arduino è una piattaforma hardware open source, molto semplice e intuitiva. Progettato in Italia, Arduino permette di creare dispositivi e prototipi vari, con connettori I/O. L'ambiente di sviluppo si può facilmente scaricare sul proprio computer e...
Programmazione

Come gestire un servo con Arduino

Arduino è un progetto italiano che unisce insieme il mondo dell'hardware e quello del software, dando la possibilità a molti esperti di programmazione informatica, oppure a chiunque sia interessato, di appassionarsi ed approcciarsi facilmente al mondo...
Programmazione

Come programmare con Arduino

Arduino è una piattaforma opensource hardware e software, facilmente programmabile, che permette di creare circuiti per molte applicazioni, soprattutto nel campo della robotica e dell'automazione. Il prodotto è italiano e fu sviluppato ad Ivrea nel...
Programmazione

Come programmare al meglio con Arduino

Con questa guida non pretendiamo di insegnarvi i segreti della programmazione anche perché sarebbe poco esaustivo pretendere di inserirle in queste brevi righe. Vi porteremo però in un mondo che non tutti conoscono. Un mondo che ha come protagonista...
Programmazione

Come usare servomotore con Arduino

Se sei finito qui probabilmente hai un servomotore in mano e di starai scervellando per capire come dagli dei comandi. Nessun problema in questa guida vedremo come collegare ed usare un servomotore con Arduino.Prima un po' di teoria però:Un servo motore...
Programmazione

Come usare gli icon fonts con i CSS

Web designer e sviluppatori utilizzano i file css per determinare lo stile delle pagine web e delle loro creazioni. Con l'avvento del css3 e con font sempre più moderni, è possibile effettuare maggiori personalizzazioni anche innovative, utilizzando...
Programmazione

Come iniziare con JSON

Sia che siate degli studenti o dei programmatori di lungo corso sicuramente conoscerete la sigla Json che sta per JavaScript Object Nation. SI tratta infatti di un importantissimi linguaggio basato su javaScript Standard e utilizzato in AJAX come alternativa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.