Come collegare i fili elettrici

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Di tanto in tanto potrebbe capitare di avere la necessità di collegare dei fili elettrici. Pensiamo, per esempio, ad un cavo logoro, che ha bisogno di riparazione. O a delle prese i cui fili necessitano di un piccolo intervento. Questo lavoro, per quanto semplice sulla carta, richiede una buona mano. Senza un po' d'esperienza è sempre meglio rivolgersi a degli esperti. Ma scopriamo più nel dettaglio come collegare i fili elettrici.

25

Occorrente

  • Forbici da elettricista o spellacavi
  • Cacciavite
  • Nastro isolante
  • Mammut
35

Iniziare col lavoro

Naturalmente collegare i fili elettrici richiede un po' di dimestichezza col mestiere. Per una persona totalmente inesperta possono esserci dei rischi. Accertiamoci di rispettare tutte le basilari norme di sicurezza prima di un simile lavoro. Per prima cosa apriamo la parte in plastica svitando l'apposita vite. Prendiamo i fili elettrici e tagliamo un pezzo di guaina esterna per metterli a nudo. Troveremo di fronte a noi tre fili di diverso colore. Il filo blu è sempre il conduttore neutro, il giallo e verde rappresentano la messa a terra. Gli altri colori, che vanno dal marrone, al grigio, al nero sono i conduttori di fase. Spelliamo ancora i fili, utilizzando l'apposito spella fili o delle forbici da elettricista. Per dare una forza superiore ai fili di rame scoperti, arrotoliamoli su se stessi.

45

Giuntare i cavi

Svitiamo le tre viti all'interno della spina, avendo cura di mettere il filo della terra al centro. Per quanto riguarda il neutro e la fase è indifferente la posizione. Avvitiamo nuovamente con forza le viti. Chiudiamo, quindi, la parte in plastica. Le stesse regole appartengono alle prese da muro. Per quanto riguarda gli interruttori, invece, consigliamo di rivolgersi a un elettricista. Potrebbero, infatti, esserci delle problematiche riguardanti l'accensione con gli altri interruttori collegati al medesimo punto luce. Per giuntare due cavi liberiamoli dalla guaina e spelliamo i fili. Ora allarghiamo i fili di rame di ogni filo, fino a produrre un ventaglio. Prendiamo due fili di ugual colore e sovrapponiamoli, prendendoli nella stessa direzione. Arrotoliamo su se stessi i fili di rame, arrivando a produrne uno saldo.

Continua la lettura
55

Ricreare la guaina

Tiriamo leggermente i due fili in senso opposto, in modo da avere la giunta in linea con il nuovo filo unito. Prendiamo del buon nastro isolante per elettricisti e avvolgiamo la giunta, più parte del filo con la guaina per renderlo sicuro e resistente. Ripetiamo l'operazione con gli altri quattro fili.
Quando avremo finito questo passaggio, produrremo una guaina che funga da protezione. Usiamo del nastro adesivo, partendo da un cavo intero. Arrotoliamo i cavi senza guaina, fino ad arrivare nella parte integra del pezzo giuntato. Un altro e forse più sicuro metodo per unire due cavi è l'uso di piccoli morsetti a vite. Ci permettono di non fare uso del nastro isolante. Di semplice e veloce utilizzo, ci verranno in soccorso in qualsiasi luogo, anche all'aperto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come preparare un cavo coassiale

Quante volte una trasmissione si interrompe proprio sul più bello, perché sul televisore compare la classica scritta di assenza del segnale? I motivi possono essere tanti, ma spesso la soluzione è più semplice di quanto si creda: infatti gran parte...
Elettronica

Come riparare un cavo di alimentazione

Generalmente la parte di un cavo che più subisce le torsioni, è quella tra la fine del filo e l'inizio del jack ossia il punto che entra nell'utensile. Il cavo all'interno è composto di due fili di cui uno positivo e l'altro negativo, per cui il problema...
Elettronica

Come collegare un interruttore

L'interruttore non è altro che un dispositivo elettronico di plastica o metallo presente in quasi tutti gli impianti elettrici. Usato soprattutto nelle abitazioni ha il compito di interrompere o azionare il passaggio della corrente dalla fonte all'oggetto...
Elettronica

Come collegare i fili del lampadario

Se avete appena restaurato casa ed intendete arredarla aggiungendo ai punti luce disponibili plafoniere, applique o lampadari, è importante saper eseguire correttamente i collegamenti elettrici per evitare corti circuiti. A proposito del lampadario,...
Elettronica

Come costruire un cavo Jack audio

Una guida semplice e pratica per imparare a come costruire cavo jack audio per il collegamento di chitarre, bassi, tastiere, batterie elettroniche e sequencer. Un ottimo metodo per risparmiare denaro, mantenendo una buona qualità sonora e una completa...
Elettronica

Come prolungare l'antenna TV

Quando si installa un televisore in una casa nuova, o semplicemente quando si cambia la disposizione dei mobili, può capitare a tutti di essere nella situazione in cui la presa a muro dell'antenna è troppo lontana rispetto a dov'è la tv, e trovargli...
Elettronica

Come collegare una presa elettrica

Molto spesso nelle nostre abitazioni le prese elettriche vengono a trovarsi estremamente distanti dal punto in cui vogliamo utilizzarle, costringendoci a spostare mobili o quant'altro o ad utilizzare prolunghe a mio parere estremamente fastidiose. Per...
Elettronica

Come montare un'antenna TV

L'antenna è un'apparecchiatura indispensabile per poter guardare la TV, per questo motivo basta alzare lo sguardo in cima ad un palazzo per vederne installate a decine. Tuttavia, gli edifici di nuova costruzione potrebbero esserne sprovvisti, per cui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.