Come collegare un diodo Zener

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nella guida seguente, vi spieghiamo come collegare un diodo Zener. In generale, il diodo è un componente elettronico impropriamente attivo, non-lineare e a due terminali. La sua funzione principale è consentire il flusso di corrente elettrica in un verso e bloccarlo nell'altro. Esistono numerose tipologie di diodi, ma qui ci concentriamo sul diodo Zener. A differenza dei diodi al silicio che fungono come raddrizzatori di tensione, questo diodo agisce come stabilizzatore di tensione. Tuttavia, non si può utilizzarlo per carichi dalla corrente assorbita troppo alta. Per riuscire in tale obiettivo, ci vorrebbero schemi elettrici complessi e ulteriori componenti. Per collegare un diodo Zener, dovete conoscere i suoi impieghi principali. Le righe seguenti vi spiegheranno tutto mediante alcuni semplici passaggi. Ecco come procedere nella nostra guida.

27

Occorrente

  • Diodo Zener, Generatore di tensione, Resistenza di Caduta, un carico con con corrente assorbita non troppo elevata
37

Collegate in polarizzazione inversa

Supponete di avere una tensione eccessiva per ciò che vi occorre. Con l'ausilio di un diodo Zener, potete ad esempio far scendere una tensione di 24 Volt a 12 Volt. Sappiate che dovete collegare gli Zener in polarizzazione inversa. Di conseguenza, devono disporre di una certa resistenza di caduta, scongiurando il rischio di una bruciatura per il diodo. Per collegare un diodo Zener in maniera inversa, collegate il piedino del catodo (-) rivolto verso il polo positivo del generatore. Quindi, effettuate la stessa procedura col piedino dell'anodo (+) nei confronti del polo negativo.

47

Unite due diodi Zener in serie

Continuate a collegare un diodo Zener. Andate avanti con questo metodo, in grado di garantire tensioni particolari a seconda delle esigenze specifiche. Adesso aggiungete in serie al diodo Zener un altro diodo al silicio. Collegate il suo catodo (-) all'anodo (+) dello Zener. Il sistema vi consentirà di far crescere di 0,7 Volt la tensione complessiva di uscita. A questo punto, posizionate due diodi Zener in sequenza fra loro. Essi devono risultare polarizzati inversamente. Ponete sempre una resistenza di caduta, al fine di ottenere una tensione stabilizzata dello stessa quantità della somma dei valori dei due diodi.

Continua la lettura
57

Completate l'operazione

Ecco i valori dei vari diodi Zener: 2,7 - 3 - 3,3 - 3,6 - 3,9 - 4,3 - 4,7 - 5,1 - 5,6 - 6,2 - 6,8 - 7,5 - 8,2 - 9,1 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 18 - 20 - 22 - 24 - 27 - 30. L'operazione per collegare un diodo Zener non è sicuramente semplice dopo una prima lettura. Studiate il procedimento in maniera più approfondita, magari chiedete aiuto a qualche esperto. La vostra comprensione migliorerà anche tramite ricerche mirate su Internet, che vi garantiranno un'ulteriore fonte rispetto a questa guida. Dopo aver compreso il funzionamento, potrete centrare l'obiettivo senza sostanziali problemi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fare attenzione nel scegliere il Diodo Zener più adatto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Diodo: cos'è e come funziona

Il diodo è un componente elettronico composto da due terminali,anodo e catodo. Il diodo viene utilizzato nei circuiti come trasformatore per controllare e eventualmente rettificare il flusso della corrente. Esistono diversi tipi di diodo, ma quello più...
Elettronica

Come collegare un amperometro e calcolarne l'errore di precisione

Questa guida è dedicata a tutti coloro che si dilettano a svolgere i lavori di casa e non solo, con la tecnica del "fai da te". Nello specifico ci occuperemo di come collegare un amperometro, ma prima daremo alcune delucidazioni sul suo funzionamento....
Elettronica

Come collegare più strumenti Audio/Video al televisore

Con l'avvento del digitale terrestre è aumentato il numero di apparecchi elettronici che abbiamo a disposizione e, soprattutto, che dobbiamo collegare alla televisione. Quante volte abbiamo disconnesso il videoregistratore, o il lettore DVD, per trovare...
Elettronica

Come collegare un'antenna TV

In ogni casa oggigiorno troviamo un grande numero di apparecchi, come televisori, lettori DVD normali o Blu Ray, videogiochi, decoder, sistemi di Home Theatre e quant'altro. Di conseguenza anche il numero di cavi da dover collegare tra loro è aumentato...
Elettronica

Come collegare l'Home Theatre a Sky

Nel caso in cui avete appena acquistato un Home Theatre e non avete la più pallida idea di come questo possa essere collegato ad un decoder Sky, la soluzione prospettata è molto più semplice di quanto si possa credere. La maggior parte delle persone...
Elettronica

Come collegare la Wii alla TV

A volte può succedere che si hanno problemi di collegamento della Nintendo Wii alla TV. Se si pensa di aver collegato tutti i cavi correttamente, ma non si riesce ancora a visualizzare nulla sul proprio televisore significa che qualche passaggio non...
Elettronica

Come collegare un mixer alle casse

Generalmente per poter preparare un piccolo o grande impianto audio, necessariamente abbiamo bisogno di saper come andranno collegati i vai componenti, affinché risulti efficiente secondo le nostre aspettative. Tuttavia, attraverso questa semplice guida...
Elettronica

Come collegare la fotocamera alla Tv

Se siete stanchi di vedere le vostre foto (o clip) dal misero schermo della fotocamera o se volete mostrarle ai vostri amici e parenti nella comodità del vostro salotto, non temete: nella seguente rapida e semplice guida scoprirai quanto è semplice...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.