Come collegare un relè

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il relè elettromagnetico è il più diffuso, si utilizza come separatore fisico tra il circuito di controllo e il circuito controllato; pertanto è possibile comandare circuiti in alta tensione utilizzando solenoidi a basse tensioni; inoltre con l'uso di relè è possibile controllare circuiti in alta potenza con piccole correnti di controllo, è sufficiente azionare il solenoide con basse correnti per permettere la chiusura o lo scambio di contatti dove può circolare un'alta corrente. I relè si usano su schede elettroniche, in quadri elettrici o negli impianti di illuminazione. Di seguito, i passaggi per collegare un relè.

26

Occorrente

  • Relè
  • Cacciavite
  • Zoccolo specifico per relè
36

Tipi di relè

Esistono diversi tipi di relè, per pulsante, i relè interruttore, i relè commutatore; tutti questi tipi possono avere scambi multipli: uno, due o tre contatti. Negli impianti di illuminazione elettrica essi vengono impiegati per permettere l'accensione di una stessa linea elettrica da molteplici punti di comando senza l'utilizzo di particolari interruttori chiamati invertitori che complicherebbero il circuito e ne farebbero aumentare il costo, infatti è sufficiente che lo stesso solenoide del relè venga alimentato da più punti, con pulsanti in parallelo, per consentire la chiusura dei contatti attraverso una sola linea di comando. Per il suo collegamento bisogna individuare i due contatti del solenoide, normalmente a morsetto con vite, presenti sul corpo del relè, individuabili facilmente perché di solito la sua configurazione è stampigliata sul corpo stesso. Fatto ciò bisogna collegare a polo comune uno dei due e l'altro alla linea di ritorno dei pulsanti che, praticamente, porta l'altro polo; in questo modo, qualunque pulsante venga premuto azionerebbe il solenoide producendo lo scambio.

46

Carichi di alta qualità

Altre categorie di relè sono quelle impiegate per l'azionamento di motori elettrici o carichi di alta potenza. Normalmente i carichi di alta potenza necessitano di contatti robusti che possano tollerare correnti molto più alte di quelle nominali di funzionamento degli apparecchi che alimentano. In questi casi si interpone il relè che garantisce di essere controllato con una bassa corrente e poter chiudere contatti sufficienti ad evitare scintilli e falsi contatti. Troviamo relè di questo tipo in schede elettroniche che controllano aperture elettriche, saracinesche, motori, etc. Anche in questo caso bisogna scegliere il tipo di relè da impiegare, il tipo di pin, la tensione di controllo e la massima corrente sopportata sugli scambi.

Continua la lettura
56

Schede tecniche

Per scegliere il miglior relè, normalmente vengono fornite le schede tecniche che aiutano ad effettuare la scelta. I relè vengono classificati in base alle seguenti grandezze: Voltmetrici, Tachimetrici, Wattmetrici, Amperometrici, Frequenzimetrici e ad impedenza.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Controllare attentamente le tensioni nominali specificate nella scheda tecnica del relè
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come collegare più strumenti Audio/Video al televisore

Con l'avvento del digitale terrestre è aumentato il numero di apparecchi elettronici che abbiamo a disposizione e, soprattutto, che dobbiamo collegare alla televisione. Quante volte abbiamo disconnesso il videoregistratore, o il lettore DVD, per trovare...
Elettronica

Come collegare un'antenna TV

In ogni casa oggigiorno troviamo un grande numero di apparecchi, come televisori, lettori DVD normali o Blu Ray, videogiochi, decoder, sistemi di Home Theatre e quant'altro. Di conseguenza anche il numero di cavi da dover collegare tra loro è aumentato...
Elettronica

Come collegare l'Home Theatre a Sky

Nel caso in cui avete appena acquistato un Home Theatre e non avete la più pallida idea di come questo possa essere collegato ad un decoder Sky, la soluzione prospettata è molto più semplice di quanto si possa credere. La maggior parte delle persone...
Elettronica

Come collegare la Wii alla TV

A volte può succedere che si hanno problemi di collegamento della Nintendo Wii alla TV. Se si pensa di aver collegato tutti i cavi correttamente, ma non si riesce ancora a visualizzare nulla sul proprio televisore significa che qualche passaggio non...
Elettronica

Come collegare un mixer alle casse

Generalmente per poter preparare un piccolo o grande impianto audio, necessariamente abbiamo bisogno di saper come andranno collegati i vai componenti, affinché risulti efficiente secondo le nostre aspettative. Tuttavia, attraverso questa semplice guida...
Elettronica

Come collegare la fotocamera alla Tv

Se siete stanchi di vedere le vostre foto (o clip) dal misero schermo della fotocamera o se volete mostrarle ai vostri amici e parenti nella comodità del vostro salotto, non temete: nella seguente rapida e semplice guida scoprirai quanto è semplice...
Elettronica

Come collegare un diodo Zener

Nella guida seguente, vi spieghiamo come collegare un diodo Zener. In generale, il diodo è un componente elettronico impropriamente attivo, non-lineare e a due terminali. La sua funzione principale è consentire il flusso di corrente elettrica in un...
Elettronica

Come Realizzare E Collegare Correttamente Un Connettore Scart

Un connettore scart risulta essere utile per collegare i dispositivi più diffusi, vale a dire televisori, videoregistratori e decoder digitali terrestri. In questa guida saranno fornite tutte le indicazioni utili su come realizzare e collegare correttamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.