Come comprendere il sistema booleano

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il sistema booleano viene denominato anche sistema binario. Esso costituisce un sistema logico-numerico basato sul principio che un'entità può assumere soltanto due valori possibili. Questo sistema booleano non è assolutamente difficoltoso da capire e viene adoperato in numerose situazioni (quale, ad esempio, nelle tautologie). Nella seguente guida, pertanto, vi spiegherò in modo dettagliato come comprendere il sistema binario. Buona lettura!!!

28

Occorrente

  • Frasi
  • NOT
  • AND
  • OR
38

Immaginare i due valori del sistema booleano "Vero" e "Falso"

Convenzionalmente i due valori del sistema booleano vengono rappresentati con "0" e "1", ma si possono immaginare anche in diversi modi. "Aperto" o "Chiuso", "Bianco" o "Nero", "On" o "Off" e "Testa" o "Croce". Risulta comunque più semplice ragionare con i valori canonici di "Vero" (1) e "Falso" (0). L'opportunità di avere soltanto due stati possibili è il principio sul quale si fonda quasi tutta l'elettronica e l'informatica. In questo caso non mi addentrerò troppo nel discorso dei sistemi numerici, dunque lo tralascerei almeno per il momento.

48

Conoscere l'operatore logico NOT

Adesso considerate "X" la vostra entità e "Vero" (V) o "Falso" (F) le uniche due opportunità a vostra disposizione. Se assegnate ad "X" l'enunciato "Il cielo è giallo", questo è chiaramente "F". Ponendo al suo interno la negazione "Y = Il cielo non è giallo", ecco che la frase diviene "V". Questo rappresenta il primo degli operatori essenziali dell'algebra booleana: il "NOT" indicato con un punto esclamativo (!), che rende vera un enunciato falso e falsa una frase vera. Andate dunque a stilare la prima tabella di verità:

X |! X
--------
V | F
F | V.

Continua la lettura
58

Avere conoscenza dell'operatore logico AND

Considerate ora due entità "X" e "Y", dove "X = Il cielo è giallo" (F) e "Y = Il cielo è azzurro" (V). Ponendo in mezzo la congiunzione "e", la frase risultante "Il cielo è giallo e il cielo è azzurro" è "Falsa". Provate con i due enunciati "X = Il cielo è giallo" e "Y = Il cielo è arancione". La frase congiunta è ancora falsa. Tentate con le due affermazioni "X = Il cielo è azzurro" e "Y = Il cielo è grande". Con la congiunzione "e" l'enunciato è sempre vero. Questo è l'operatore "AND" indicato con una "&", per il quale vige la seguente regola. Il risultato è sempre "F" se almeno un'entità è falsa e "V" soltanto quando tutte le entità sono vere. Ecco la tabella di verità dell'operatore "AND":

X | Y | X&Y
----------------
V | V | V
V | F | F
F | V | F
F | F | F.

68

Conoscere l'operatore logico OR

Lo stesso discorso di "AND" e "NOT" è paragonabile all'operatore logico "OR" indicato con "|". La tabella di verità in questo caso è la seguente:

X | Y | X|Y
----------------
V | V | V
V | F | V
F | V | V
F | F | F


A questo punto avrete sicuramente compreso appieno il sistema booleano, il quale vi tornerà funzionale in numerose occasioni. Mettetevi subito al lavoro, buona fortuna e buono studio.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Come utilizzare le asserzioni in Java

Se vogliamo provare a realizzare un'applicazione con le nostre mani, per prima cosa dovremo imparare uno dei molti linguaggi di programmazione esistenti e per farlo potremo o scegliere di seguire degli appositi corsi che generalmente sono molto costosi...
Programmazione

Introduzione alla programmazione in F#

Il linguaggio di programmazione F# è l’ultimo nato della famiglia Microsoft Visual Studio. Si tratta di un nuovo linguaggio originariamente progettato e creato da Microsoft Research. Fa parte della piattaforma di sviluppo software .NET (uno standard...
Programmazione

Come usare i socket in C su Linux

Un argomento fondamentale, quando si parla di informatica, riguarda la comunicazione intesa nel suo significato più ampio.La comunicazione può avere luogo all'interno del computer, ad esempio con più processi che parlano tra di loro, o all'esternocon...
Programmazione

Regole per programmare in Occam

Occam è un linguaggio di programmazione sviluppato dall'azienda INMOS per i suoi modelli di microprocessori con architetture parallele. Ideati negli anni Ottanta da una modesta azienda inglese, gli INMOS Transputer rappresentarono l'avanguardia della...
Programmazione

Come mandare una mail in PHP

Inviare un'email in PHP, per un programmatore abbastanza pratico del linguaggio in HTML, è un'operazione abbastanza semplice ed intuitivo. Questo è possibile in quanto è presente, di default, l'apposita funzione mail nelle librerie, senza che sia necessario...
Programmazione

Regole per programmare in Rust

I linguaggi di programmazione fanno parte dell'universo informatico sin dagli inizi. Tutti noi ricorderemo sicuramente il vecchio prompt dei comandi sul nostro primo PC. Si apriva una finestrella nera in cui dovevamo digitare specifiche espressioni, spesso...
Programmazione

Guida: programmare in Ruby

Programmare in Ruby non è molto semplice: si tratta di un programma giapponese ed è un linguaggio orientato su elementi di scripting. È necessario capire le impostazioni per ottenerne la riuscita. Attraverso questa guida verrà spiegato con attenzione...
Programmazione

Come utilizzare file JSON

In questa guida vi spiegheremo come utilizzare i file Json. Per prima cosa, iniziamo con il dire che questo nome sta per JavaScript Object Notation, ed indica un formato che consente di immagazzinare diverse tipologie di informazioni in modo estremamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.