Come configurare un sito HTTPS con Apache

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
19

Introduzione

Grazie ad alcune semplici indicazioni ed annotazioni, leggendo questa guida, capirete come configurare un sito HTTPS con Apache. Vi indicherò come eseguire una completa configurazione del più diffuso e famoso web server al mondo che viene utilizzato da sistemisti, programmatori e tutte quelle persone che adoperano i computer, principalmente per uso lavorativo. Utile anche per chi è inesperto a riguardo, infatti sono operazioni semplici e la licenza GPL è una "Licenza Libera" per chiunque.
I passi da seguire per riuscire in tale configurazione sono i seguenti:.

29

Occorrente

  • computer, connessione internet
39

Siccome quasi tutti i computer possiedono pressappoco gli stessi server, potete seguire i passi che vi indico:1) Procedere con l'installazione di Apache, con il pacchetto SSL-CERT e LIBAPACHE-MOD-SSL di Apache, sempre se non lo avete già fatto in passato. Si tratta di certificati che non saranno sottoposti ad autorità, anche se la procedura è la medesima. Per procedere con l' installazione dei pacchetti, procedete all'esecuzione di:
a) SUDO APT-GET INSTALL APACHE LIBAPACHE-MOD-SSL;

b) A2ENMOD SSL;

c) SUDO APT-GET INSTALL SSL-CERT.

49

2) Generate una cartella, dove andranno a finire tutti i programmi in esecuzione, cioè una directory, alla quale assegnerete il seguente nome: /etc/apache, in cui verranno salvati i certificati che vengono generati dall'applicazione, ovvero:

a) sudo mkdir/etc/apache/certificati.

Continua la lettura
59

3) Produciamo il certificato che utilizzerete successivamente, attivando il wizard, che vi farà una serie di domande a cui bisogna dare obbligatoriamente una risposta, per generare automaticamente il certificato stesso:
a) sudo make-ssl-cert /usr/share/ssl-cert/ssleay. Cnf /etc/apache2/certificati/certificato1. Pem.

69

4) Adesso fate una copia del file di configurazione, di Apache, riguardante il sito che volete collegare o inserire su HTTPS:

a) sudo cp /etc/apache2/sites-available/default /etc/apache2/sites-available/default-ssl
5) Cambiate il file di configurazione che è stato appena duplicato, aggiungendo alla prima direttiva, "DocumentRoot" queste righe:

a) SSLEngine Onb) SSLCertificateFile /etc/apache2/certificati/certificato1. Pem.

Nella seconda, invece, bisogna aggiungere: "VirtualHost" in "VirtualHost *:443".

79

6) Infine, autorizzate il sito web che avete appena creato, semplicemente copiando e incollando questo "codice":

a) sudo a2ensite default-ssl

Spero che i consigli, le procedura e le annotazioni, riguardanti la configurazione di un sito HTTPS con Apache, siano state semplici, chiare e utili. Per semplificare, vi ho allegato anche un video!

89

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Come installare e configurare Komodo Edit

Per riuscire a creare dei siti internet sono necessarie delle nozioni che consentano di capire i passi da eseguire. Per realizzare il sito poi è essenziale utilizzare programmi che consentono di avere tutto ciò che serve. Komodo Edit è un'eccellente...
Programmazione

WooCommerce: configurare le opzioni di spedizione

WooCommerce è un plugin gratuito per la piattaforma WordPress che permette di gestire, in modo efficiente, il proprio sito online dedicato all'e-commerce, ossia la vendita online di prodotti. È possibile impostare il prezzo dei prodotti, organizzare...
Programmazione

Come progettare un sito in ASP.NET

In questa guida vi parlerò di come progettare un sito in ASP.NET. Nell'epoca in cui viviamo creare siti è diventato ormai molto semplice grazie ai molteplici strumenti che la tecnologia ci offre. Uno dei migliori modi di creare un sito è utilizzare...
Programmazione

Come inserire Google Maps in un sito

Internet è sicuramente il modo migliorare per reperire e dare informazioni: la cosa più interessante è che non si limita a collegarti con un'utenza ristretta, ma è in grado di collegarti con tutto il mondo. Gli utenti che utilizzano internet sono...
Programmazione

Come configurare un proxy

Ecco una pratica ed interessante guida, mediante il cui aiuto poter essere in grado di imparare da soli, come configurare un proxy, nel modo più veloce e semplice possibile.Iniziamo subito con il dire che in server proxy o proxy è fondamentalmente un...
Programmazione

Creare un sito con Muse

Muse è uno dei tanti programmi, o app che dir si voglia, creati da Adobe a beneficio degli aspiranti creatori di siti web. Con esso è possibile creare siti in maniera semplice senza dover scrivere alcuna riga di codice di proprio pugno. Un altro vantaggio...
Programmazione

Come installare e configurare Eclipse su Ubuntu

Per Linux esistono centinaia di compilatori adatti alla programmazione Java. Eclipse è sicuramente uno dei migliori e soprattutto uno dei più famosi editor per linguaggio Java e non solo, perché infatti gestisce perfettamente anche C++, C, Javascript...
Programmazione

Come realizzare un sito usando Java

Con la navigazione in internet si possono visitare di continuo delle serie infinite di siti e pagine. Tanti utenti, per varie necessità, hanno infatti bisogno di realizzare un sito internet. Magari per pubblicizzare la propria attività lavorativa. Oppure...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.