Come Costruire Un Condensatore Variabile

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Per definizione, un condensatore è un elemento elettrico in grado di condensare e immagazzinare energia all'interno di un campo elettrostatico. La presenza di tale campo è garantita dalla presenza delle componenti di tale apparecchio, componenti che possono essere assemblate anche manualmente grazie alla semplice reperibilità delle stesse. I condensatori, infatti, non sono ad uso esclusivo dell'industria o delle ditte in cui operano elettricisti esperti: con un po' di manualità e inventiva è possibile creare apparecchi simili in totale autonomia, purché si disponga della giusta attrezzatura, materiali di qualità e un pizzico di buon senso. Partendo dal presupposto che è possibile operare sia facendo uso di plastica che adottando carta e cartone come materiali di base, vediamo come costruire un condensatore variabile.

28

Occorrente

  • Fogli di cartoncino sottile
  • Tubo di carta igienica (o qualsiasi altro supporto cilindrico, anche in plastica)
  • Due fili elettrici (anche pezzi di medie dimensioni, meglio se sottili)
  • Carta stagnola (alluminio commerciale)
  • Nastro adesivo
  • Colla
  • Forbici (o lama/taglierino)
38

Il ritaglio della stagnola

Per prima cosa prendi il cartoncino e riducilo ad un rettangolo. Per quanto riguarda le misure, fai in modo che la lunghezza risulti inferiore al diametro esterno del tubo cilindrico (in questo caso il rotolo esausto della carta igienica) che fungerà da statore. Sul piano della larghezza, invece, il valore del rettangolo dovrà superare quello della striscia di alluminio. Fatto ciò, taglia la stagnola tenendo conto delle misure del rettangolo: la larghezza della striscia in questione dovrà essere pari alla metà del rettangolo ritagliato. Eseguito il ritaglio, incolla la striscia sopra il rettangolo stesso.

48

L'incollatura della stagnola

Taglia un altro pezzo di stagnola, questa volta facendo attenzione al valore della lunghezza: tale valore non dovrà superare il diametro esterno del tubo della carta igienica, poiché in caso contrario il condensatore non riuscirebbe a ricaricarsi, inficiando l'intera lavorazione. Dal punto di vista della larghezza, invece, agisci a tua discrezione, ben sapendo che maggiore sarà la larghezza della lamina, maggiore sarà la capacità energetica del condensatore stesso. Adesso è il momento di incollare la stagnola al tubo della carta igienica, facendo grande attenzione a non lasciare che le due estremità della striscia ritagliata non entrino in contatto: in poche parole, la stagnola non dovrà percorrere completamente il diametro del tubo, arrestandosi poco prima di compiere un giro completo del cilindro (non dovresti avere problemi se hai eseguito i ritagli correttamente).

Continua la lettura
58

Il collegamento del filo elettrico

Prendi il filo elettrico e spela con cura una delle due estremità, quindi attaccalo alla stagnola utilizzando del comune nastro adesivo. Fatto ciò, riprendi il cartone e ricavane due strisce distinte: queste andranno incollate su entrambe le estremità del tubo della carta igienica, così da aumentare il fissaggio di tutti gli elementi che andranno a comporre il condensatore. A questo punto prendi il secondo filo elettrico, spelalo nuovamente ad un'estremità e ripeti l'operazione del fissaggio alla stagnola. Fai in modo di incastrarlo per bene tra l'alluminio e la striscia di cartone ricavata in precedenza, così da non farlo scappare dal suo alloggiamento.

68

Il fissaggio della struttura

Riprendi quindi il cartoncino e avvolgilo attorno al tubo, dopodiché ritaglia altre due-tre strisce di cartone da applicare attorno all'intera struttura (possibilmente alle due estremità e in mezzo al tubo), così da fissare nuovamente il tutto. La costruzione del condensatore variabile è praticamente terminata. Per verificarne la reale efficienza, collega ad esso un tester elettronico e misura la capacità della struttura creata. Se desideri altre informazioni su come costruire un condensatore variabile consulta il link: https://it.emcelettronica.com/costruire-un-condensatore-variabile-efficiente

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il condensatore variabile può essere realizzato seguendo progetti e procedimenti diversi, per cui fai riferimento ai link corredati alla guida in questione per individuare il metodo che ritieni più alla tua portata.
  • Trattandosi di operazioni caratterizzate da un certo rischio per la tua incolumità e la tua sicurezza, non operare in autonomia qualora non avessi una buona esperienza in questo ambito e non disponessi di una certa manualità.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come sostituire un condensatore guasto

Il condensatore è l'elemento principale dell' impianto di climatizzazione dell'automobile., il quale ha la funzione di rimuovere l'aria calda e condensare il gas prima che quest'ultimo passi nell'evaporatore. Agenti esterni come lo sporco, i detriti...
Elettronica

Come alimentare un microfono a condensatore

In questa guida verranno indicati diversi suggerimenti su come alimentare un microfono a condensatore. Con l'arrivo della tecnologia e lo sviluppo dell'elettronica è possibile effettuare numerosi lavori. Tra questi si può produrre la musica tramite...
Elettronica

Come controllare se un condensatore è rotto

Il condensatore è un componente molto importante trovato su quasi tutti i moderni sistemi CA automotive. La sua funzione primaria è quella di convertire il refrigerante proveniente dal compressore che si trova in una temperatura elevata (in vapore ad...
Elettronica

Come Costruire Una Radio A Cristallo

Tra gli hobby amati dalle persone rientra sicuramente quello di guardare la televisione. A cambiare risultano soltanto le trasmissioni preferite, alcuni vedono soprattutto talk show o TG ed altri si interessano spesso di serie TV o film. Ci si trova all'interno...
Elettronica

Come Costruire Un Amplificatore Audio

Un amplificatore audio è indispensabile per migliore sia i suoni che la potenza; infatti, oltre che acquistarlo è possibile anche costruirlo con pochi e semplici elementi, ed utilizzabile in molte occasioni. A lavoro ultimato, la qualità audio sarà...
Elettronica

Come costruire un circuito LED

Da qualche decennio a questa parte, con il continuo sviluppo tecnologico tutt'ora in atto, risulta più semplice costruire con le proprie mani dei circuiti elettrici, come quello a LED (Light Emitting Diode). All'interno di questa guida, vi spiegherò...
Elettronica

Come costruire un generatore di impulsi elettromagnetici

Se siamo degli appassionati di meccanica e di elettronica e ci piacerebbe riuscire a realizzare con le nostre mani alcuni particolari circuiti elettrici, ma non abbiamo mai avuto modo di imparare tutte le tecniche necessarie per riuscirci, per prima cosa...
Elettronica

Come costruire un amplificatore per chitarra

In questa guida vedremo come costruire un amplificatore per chitarra in maniera semplice e con pochi soldi, che possa andare bene per suonare in casa o in piccoli spazi chiusi. Non sempre si ha l'esigenza o la possibilità di comprare amplificatori di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.