Come Costruire Una Radio A Cristallo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Spesso e volentieri quando siamo a casa da soli e non abbiamo voglia di accendere il televisore accendiamo la radio in modo da sentire qualche programma e qualche bella canzone. Questi apparecchi però sono anche molto fragili in quanto a volte basta anche un piccola botta per danneggiarli internamente e in questo caso il prezzo per ripararli è molto alto (costa meno prenderne una nuova). Quello che non tutti sono è che in realtà è molto semplice costruire una radio a cristallo in casa. Si tratta di un ricevitore radio che basa il suo funzionamento sulle proprietà rettificatrici di un cristallo semiconduttore. Uno dei principali motivi di fascino è l'estrema economia e facilità di realizzazione, l'altro è l'assenza di sistemi di alimentazione, pile o altro. In alcuni casi esso riesce a ricevere segnali intelligibili a distanze intercontinentali. In questa guida andremo a vedere nello specifico come costruire tale radio.

25

Occorrente

  • Tanto filo elettrico, condensatore variabile, Diodo al germanio, condensatore da 100 nanofarad, cuffia ad alta impedenza
35

Un ricevitore a cristallo è sempre basato su quattro elementi, tutti indispensabili e importanti. Essi sono i seguenti:

Un buon Sistema d'antenna e terra.
Un Circuito di sintonia.
Un Rivelatore (cristallo).
Un Trasduttore acustico (cuffia).

Un componente fondamentale è la bobina di sintonia. La costruzione è facile, basta armarsi di un po' di pazienza e del filo di rame smaltato o coperto. Esso deve essere del diametro di 0,2 - 0,3 m/m. Come supporto per l'avvolgimento basterà usare un tubetto vuoto di materiale isolante (plastica, cartone) del diametro di circa 2 cm. Essa costituisce la bobina L.

45

Ora occorre effettuare i collegamenti dei componenti elettronici, anche in aria. È opportuno adoperare un saldatore a stagno. I componenti devono essere montati molto vicini tra loro. Si colleghi quindi in parallelo la bobina ed il condensatore variabile. Quindi, come da schema, si piazzi il diodo al germanio a seguire, con l'anodo collegato alla bobina. In parallelo al tutto si colleghi il condensatore da 100 nF.

Continua la lettura
55

Infine è sufficiente collegare la cuffia ad alta impedenza (circa 2000 ohm). Non usate la cuffia, che è di 8 ohm. Non funzionerebbe. La radio è pronta. Si colleghi un lungo pezzo di filo come antenna, sul polo caldo del circuito, cioè sull'unione della bobina e condensatore variabile. Ruotando il condensatore variabile, specialmente la sera, possono essere chiaramente udite le stazioni italiane ed estere. La radio non ha bisogno di pile. La costruzione di questo oggetto richiede molta attenzione in quanto si lavora con oggetti elettronici quindi facciamolo solo quando siamo da soli e senza nessun disturbo esterno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come creare un circuito elettronico di una radio che trasmette con banda AM

Con il termine AM si intende proprio il principio di modulazione d'ampiezza. Si applica questo principio nella costruzione di un circuito che funziona da dispositivo radio e che trasmette con banda AM. Non sarà necessaria una grande passione per l'elettronica...
Elettronica

Come Calcolare E Costruire Un Dipolo Per Ricezione E Trasmissione Radio

Il dipolo è la più facile, efficace ed economica delle antenne esistenti nel mondo dell'elettronica. Specificatamente, esso consiste sempre in un tratto di cavo elettrico, pari circa alla metà della lunghezza d'onda ed al cui centro viene inserito...
Windows

Come registrare le stazioni radio sul computer

Con l'avvento della musica digitale, grazie ad internet, è possibile scaricare i brani desiderati in modo molto rapido direttamente dal computer. Il tutto è agevolato dalla presenza di numerosi stazioni radio che trasmettono musica no stop. In ogni...
Windows

Come ascoltare la radio sul computer con VLC Media Player

Capita spesso di voler ascoltare la musica, ma di avere a disposizione solo un computer, magari sul posto di lavoro, dove comunque sia possibile ascoltare la radio. Vi sono molte stazioni radio che dai loro siti consentono di ascoltare le trasmissioni...
Internet

Come ascoltare la radio con la TV dotata di digitale terrestre

La TV dotata di digitale terrestre dona al telespettatore la possibilità di ascoltare, oltre ai canali convenzionali, anche numerosi canali radio. In taluni casi, alcune stazioni radiofoniche dispongono anche del servizio video, che consente di ascoltare...
Internet

Come ascoltare musica dal PC: radio in streaming

Come le vecchie radio. Oggi giorno attraverso il computer è possibile trovare qualsiasi brano e musica. Dal repertorio classico e "colto" al repertorio moderno. Questo da la possibilità di essere sempre informati su tutto. Grazie a questo importantissimo...
Elettronica

Come restaurare una radio d'epoca

L'arte del restauro è un mondo appassionante. A volte accade di osservarne alcune fasi, magari su un affresco, durante una visita presso un sito monumentale. Si parla dunque di arte del restauro, ogniqualvolta si esercitano delle azioni tese al ripristino...
Windows

Come registrare le trasmissioni radio su internet

La gran parte delle stazioni radio trasmette anche su Internet, in modo tale che gli utenti possono collegarsi al web ed ascoltare la musica o le loro trasmissioni preferite. Questa funzione è molto utile quando ci si trova in una zona con scarso segnale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.