Come creare e gestire i layer in Autocad

Tramite: O2O 02/07/2018
Difficoltà: facile
19

Introduzione

Da tanti anni si possono effettuare insieme due azioni ritenute gradevoli da numerose persone. Nello specifico, le attività in questione sono l'impiego del personal computer e l'hobby del disegno. Questo abbinamento viene reso possibile grazie all'esistenza di tanti programmi informatici disponibili anche gratuitamente. Il software per eccellenza nel disegno tecnico è certamente Autocad, realizzato nel lontano 1982 dalla società californiana Autodesk. Per eseguire il suo download, bisogna cliccare sulla voce Create Account posta nel sito web ufficiale. Prima di completare la semplice procedura di installazione, appurare che il PC abbia i requisiti minimi occorrenti per usare Autocad. Affinché si possano creare facilmente i disegni tramite Autocad, risulta fondamentale conoscere ed utilizzare i layer. Quest'ultimi sono dei piani di lavoro che sembrano fogli trasparenti sovrapponibili uno con l'altro. Ogni layer di Autocad ha le sue caratteristiche personali e risulta distinguibile dagli altri. Nel presente tutorial di informatica vediamo esaustivamente come realizzare e gestire i layer in Autocad, eseguendo passaggi semplici e rapidi.

29

Occorrente

  • Autocad installato correttamente
  • Computer o laptop
  • Connessione ad Internet
39

Realizzare il nuovo layer e fornirgli un nome identificativo

Una volta avviato il programma informatico Autocad, è necessario ricercare la voce Formato presente nel menù in alto. Dopodiché occorre selezionare il campo Layer, in modo da aprire una finestra di dialogo per la gestione dei layer. Qui si visualizzerà immediatamente il layer impostato come default. Per crearne uno da zero, bisogna fare click sull'icona Nuovo e poi su Layer 1 nella seconda fila comparsa. A questo punto si dovrà rinominare il layer tramite un nome che ricordi la funzione per la quale viene realizzata. Ad esempio è possibile fornire un nominativo del tipo Muro, Finestre, Mobili o Porte. Tutti i layer presenti sul medesimo documento di Autocad devono possedere nomi differenti.

49

Decidere il tipo di linea, lo spessore ed il colore del layer

Ad ognuno dei layer va assolutamente conferita una determinata tipologia di linea, un certo spessore ed uno specifico colore. Per fornire una tonalità al nuovo layer realizzato, è necessario premere il tasto sinistro del mouse all'interno del piccolo quadrato nero relativo alla colonna Colore. Procedendo in questo modo apparirà un set di tinte, pertanto si avrà l'opportunità di scegliere quella preferita. Dopo aver preso la decisione finale, bisogna semplicemente confermarla tramite il pulsante Ok. Per impostare il tipo di linea (ad esempio tratteggiata o puntinata) e lo spessore del layer, basterà rispettare lo stesso procedimento.

Continua la lettura
59

Impostare il nuovo layer come layer corrente

Compiute tutte le azioni descritte nei passaggi antecedenti? Bisogna adoperare il layer ed assicurarsi che gli venga assegnato quello disegnato in Autocad. Per fare ciò, è necessario impostarlo come Layer corrente. A tale scopo basterà selezionare il nuovo layer e cliccare sull'icona Imposta corrente. Dopodiché occorre selezionare la voce Ok e chiudere la finestra di dialogo. Quando un documento contiene vari layer può risultare funzionale saper impiegare i comandi On, Congelato e Bloccato. Le presenti tre icone si trovano nelle tre colonne immediatamente successive al nome del layer in Gestione proprietà.

69

Osservare se risultano accesi o meno i comandi On e Congelato

Il comando On assume le sembianze di una normale lampadina. Se risulta accesa, vuol dire che gli oggetti esistenti sul piano di lavoro si vedono. Qualora appaia spenta, gli oggetti medesimi non risultano visibili e si rigenerano quando viene rigenerato il disegno tecnico. Il comando denominato Congelato è invece un Sole che permette di congelare o scongelare il layer realizzato. Nel caso in cui risulti spento gli oggetti presenti non verranno stampati, visualizzati, rigenerati o sottoposti a rendering (restituzione grafica).

79

Vedere se risulta attivo il comando Bloccato e rimuovere un eventuale layer

L'ultimo comando detto Bloccato rappresenta infine una sorta di lucchetto. Quando risulta attivo, esso consente di rendere visibile quello che si è disegnato. In questa situazione, non è comunque possibile modificarlo come desiderato. Per concludere il discorso, qualora si intenda rimuovere un determinato layer, basterà innanzitutto selezionarlo. Dopodiché occorre premere sul tasto Elimina, ancora mediante la finestra di gestione. Ecco quindi illustrato velocemente come creare e gestire un layer in Autocad. Buon lavoro di realizzazione ed amministrazione!

89

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come disegnare un armadio con Autocad

Autocad è un programma molto utilizzato e gettonato per realizzare al pc progetti di edifici, mobili e molto altro ancora. Si tratta infatti di un programma molto utile, in quanto presenta funzioni e possibilità pressoché infinite per riuscire così...
Windows

Come utilizzare il comando testo multilinea di AutoCad

Per creare e gestire dei testi eccessivamente lunghi, di uno o anche più paragrafi, in AutoCAD è possibile utilizzare il comando "Testo multilinea". Si tratta di un avanzato strumento di testo pensato appositamente per l'inserimento di note ed etichette...
Windows

Come utilizzare il comando spessore linea di AutoCad

La rapida diffusione e il rapido sviluppo che hanno subito i computer negli ultimi anni, ha favorito il loro utilizzo non soltanto in campo privato ma sopratutto in ambito lavorativo dove queste macchine vengono utilizzate per svolgere in maniera sempre...
Windows

Come utilizzare il comando Trancia 3D con il programma Autocad 2010

Il comando trancia 3D (da non confondere con trancia 2D) presente nel software chiamato Autocad (versione del 2010) consente di creare la sezione di un solido; si tratta di un'operazione abbastanza semplice da compiere, difatti sarà sufficiente seguire...
Windows

Come disegnare una linea in Autocad

Se anche tu hai avuto delle difficoltà nel comprendere come disegnare una linea utilizzando il programma AutoCad, questa guida fa al caso tuo. Infatti, andremo a vedere come disegnare una linea in AutoCad.Ti è mai capitato di dover disegnare una linea...
Windows

Come aprire un file.dwg con Archicad

Il file variano per dimensione "peso" e tipologia, in relazione al tipo di file, si potranno adottare vari metodi per aprirlo e visualizzarne il contenuto. Autocad e Archicad salvano i file in due estensioni differenti ma, in ambedue i casi citati, è...
Windows

Come creare il render di un oggetto con Autocad 2010

AutaCAD è sicuramente uno dei programmi migliori e più utilizzati nel suo genere. Infatti, AutoCAD è lo strumento adatto per professioni nell'ambito dell'architettura e dell'ingegneria, ma, essendo molto versatile, può trovare impieghi anche in altri...
Windows

Come utilizzare il comando cima di AutoCad

Se avete appena iniziato a disegnare alcuni vostri progetti sul famoso e potente software "AutoCAD" vi sarà capitato sicuramente di dover risolvere il problema dello smussamento degli angoli. Per far questo è necessario utilizzare il comando "Cima",...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.