Come creare l' effetto "movimento" con Photoshop

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Le novità del secolo, smartphone e social network hanno un po' distolto l'attenzione dalla fotografia vera e propria. Gli utenti sono ormai abituati ad immortalare attimi di vita, pietanze, fiori, vacanze e molto altro e condividere tutto ciò, in pochi secondi e gesti, tramite i più comuni Social Networks, Facebook e Twitter, utilizzando diverse applicazioni per smartphone che permettono di editare velocemente gli scatti appena fatti applicando filtri ed effetti che ricordano vagamente quelli utilizzati per la post - produzione professionale in programmi di editing. Uno tra questi, Adobe Photoshop, è da sempre strumento utilizzato da esperti nel settore fotografico e grafico, ma anche in modo amatoriale da persone che si dilettano nel modificare le proprie foto con effetti, colori o fotomontaggi più svariati. Alcune tecniche risultano essere molto semplici da utilizzare, altre invece hanno bisogno di un "tutorial" che spieghi come districarsi tra i numerosi comandi ed effetti del programma. Se state cercando, ad esempio, di dare un effetto dinamico ad un'immagine, l'uso di alcuni filtri potrebbe aiutarvi; vediamo dunque, in questa mini guida, come creare l' effetto "movimento" con Photoshop all'oggetto della foto o allo sfondo della stessa.

29

Occorrente

  • Personal Computer
  • Adobe photoshop
  • Foto o immagine
39

Dopo aver installato Photoshop sul Personal Computer non resta che iniziare: lanciate il programma, non c'è una versione preferita per realizzare l'effetto dinamico desiderato. Avviato il programma aprite l'immagine da modificare cliccando su “File” e poi “Apri” o semplicemente trascinando con il mouse la foto all'interno della schermata del programma. Una volta aperta l'immagine, è opportuno duplicare il livello di base cliccandoci sopra con il tasto destro del mouse, nella finestra che contiene i livelli posizionata di solito a destra, e selezionando il comando “duplica livello”; in questo modo potrete non solo avere sempre come riferimento il file iniziale e mantenerla integra, ma anche applicare l'effetto “movimento” a determinate zone della foto lasciandone altre inalterate.

49

Sul livello appena duplicato bisogna applicare un filtro per poter creare l'effetto desiderato. Photoshop dispone di numerosi filtri da poter utilizzare per modificare foto e immagini, da quello “di contrasto” fino ai più artistici. In questo caso utilizzate il filtro “Sfocatura” che permette di dare un tocco dinamico al soggetto o al suo sfondo. La galleria filtri è accessibile tramite la barra degli strumenti in alto sotto la voce "Filtri".

Continua la lettura
59

A seconda dei vostri gusti personali, e della foto che andrete a modificare, scegliete una delle tipologie presenti nel sottoinsieme del filtro “Sfocatura”: controllo sfocatura, effetto movimento, media, sfoca, sfoca maggiormente, sfocatura con lente, sfocatura forma, sfocatura migliore, sfocatura radiale, sfocatura selezione, sfocatura superficie. Nella foto in esame, applicate un effetto di movimento radiale cliccando sulla voce “Sfocatura radiale”. Si aprirà una finestra di anteprima dov'è possibile modificare alcuni parametri: il “fattore” indica quanto sarà fitta ed evidente la sfocatura, il “metodo di sfocatura” permette di dare un movimento rotatorio o zoomato (come utilizzato nella foto di esempio), “qualità”, infine, va impostata su “Migliore”.

69

A questo punto, una volta dato il comando "ok", il filtro sarà applicato sull'intero livello. Se volete rendere l'effetto più reale possibile, dovete intervenire sul soggetto centrale dell'immagine, ossia eliminando da esso l'effetto inserito. Per fare ciò ricorrete allo strumento “Gomma”, tenendo sempre evidenziato il livello copia creato all'inizio in modo da operare solo su di esso, e selezionate il pennello con una misura adeguata per poter lavorare nel dettaglio. La dimensione del pennello può essere gestita durante la lavorazione. È possibile così eliminare la sfocatura dal soggetto centrale della foto e rendere la stessa più credibile.

79

Per raggiungere un livello ottimale bisogna porre la maggiore attenzione sul dettaglio, agendo in particolar modo sui bordi che non devono sembrare troppo netti e definiti, in quanto la foto risulterebbe palesemente falsata. A questo punto avrete il soggetto che appartiene al livello di base e il resto sfocato che appartiene al livello duplicato. Praticamente è come se aveste bucato il livello sfocato lasciando vedere il livello sottostante. Terminato anche questo passaggio, potete unire i due livelli selezionando “Livello” dal menù di base e cliccando su “Unico livello”, in questo modo verrà creata una sola immagine, da salvare poi, sul vostro computer, con il nome e l'estensione desiderata.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prestare attenzione a lavorare per livelli e a selezionare quelli giusti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

Come creare effetti speciali per un film horror

Nonostante il lavoro da compiere possa sembrare abbastanza complicato, ottenere degli effetti speciali per la realizzazione di un film horror è piuttosto semplice. Qualora si conoscano i giusti trucchi del mestiere, è possibile creare degli effetti...
Software

Come rallentare un video su iMovie

iMovie è un' applicazione che è possibile scaricare sul proprio Mac da iTunes. Questa per mezzo di essa ti sarà possibile, attraverso pochi e semplici click, applicare un effetto rallenty ad un video. Non ti serviranno particolare software di video...
Software

Come animare un'immagine

Da un collage di foto in sequenza, è possibile generare un'immagine animata. Questa tecnica viene adoperata soprattutto dagli appassionati di scatti fotografici e da esperti di grafica. Tuttavia, anche i meno competenti ed i neofiti possono cimentarvisi....
Software

Come montare un video con Imovie 09

Uno dei software molto funzionali dedicati ai Macintosh (computer Apple) si chiama "iMovie 09". Questa applicazione serve per montare dei video e caricarli dove si preferisce. Gli effetti presenti all'interno di questo programma informatico sono tanti...
Software

Come aggiungere effetti professionali ai video con Lightworks

Dopo che abbiamo girato un video, se vogliamo farne qualcosa di spettacolare, è necessario rielaborarlo ed aggiungervi degli effetti in fase di “post-produzione”. Certo, il buon vecchio Windows Movie Maker” riesce a fare molte delle cose di cui...
Software

Come avviare un filmato su Power Point

Power Point è uno strumento molto utile per preparare delle presentazioni su vari argomenti. È un programma semplice da utilizzare. Puoi usarlo per presentare contemporaneamente video, foto, grafici, testi. Per mostrare al proprio pubblico il filmato...
Software

Come unire i video con Movie Maker

Attualmente, l'unione di due o più videoclip è possibile grazie a "Windows Movie Maker", ovvero un software che consente di unificare più filmati contemporaneamente realizzandone soltanto uno. Il software "Movie Maker" è completamente gratuito, viene...
Software

Come creare e organizzare un video diario

Nell'era digitale, oramai le foto non vengono più stampate e rimangono archiviate sui supporti digitali, quali pennine usb, cd e dvd. Vi ricordate l'emozione quando si andava a ritirare le foto dal fotografo? Finalmente potevamo vederle e scoprire se...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.