Come creare un'animazione con Blender

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Creare delle animazioni è un’attività che interessa un grande numero di professionisti e di semplici appassionati. La moderna tecnologia e i software più evoluti permettono di progettare ed implementare dei lavori grafici assolutamente incredibili solo fino a qualche anno fa. Anche chi non è molto esperto di grafica e di PC, con un po’ di attenzione e di tempo, può creare immagini in movimento e dei veri e propri “cartoni animati”. L’unica difficoltà è che i software professionali hanno solitamente un costo molto elevato e quindi non sono alla portata di tutti. Fortunatamente però esistono dei programmi gratuiti che permettono la modellazione, il rigging, il rendering e l’animazione d’immagini. In questa guida sarà spiegato come creare un’animazione con Blender.

25

Occorrente

  • Blender
35

Per prima cosa è necessario scaricare ed installare sul proprio PC Blender. Per farlo è sufficiente andare sul sito web www. Blender. Org e scaricare l’ultima versione disponibile del software. Una volta compiuta questa operazione si può iniziare a creare l’immagine tridimensionale che verrà poi animata. Avviando quindi Blender e seguendo i passi indicati dagli utili tutorial del programma, si può così modellare e realizzare una o più immagini tridimensionali direttamente all’interno dell’area di lavoro. Quando l’immagine è stata creata, si può iniziare la fase di preparazione per la successiva animazione. Per prima cosa bisogna fornire all’immagine in 3D una cosiddetta “armatura” o un “allestimento”. Questa attività è chiamata “rigging”. Posizionare quindi il cursore su di un punto dell’immagine 3D e premere la sequenza di comandi “Space”, “Add” ed “Armature”.

45

Andare quindi in modalità “Oggetto” e selezionare l’immagine in 3D. Premere il tasto “Shift” e selezionare l'armatura, poi i tasti "Ctrl+P" e scegliere dal menu che appare la voce “Armature”. Utilizzare dal menu che appare la funzionalità del rivestimento automatico. Andare ora in modalità “Edit” e premere il pulsate “Menu” visualizzando così tutti i raggruppamenti di vertici disponibili. Nel caso in cui si voglia rimuovere qualche vertice da un particolare gruppo, basta utilizzare la selezione “Delimitata” (tasto “B”), ed il comando “MMB”. I gruppi di vertici possono essere modificati in qualsiasi momento, soprattutto dopo aver provato a far muovere la figura ed aver verificato le varie deformazioni.

Continua la lettura
55

Premendo il tasto “I” l’immagine verrà salvata. Spostarsi ora al frame undici e muovere i vertici dell’armatura in una posizione diversa. Seguire questo procedimento per creare molte pose differenti che faranno poi parte dell’animazione. Per riportare l’immagine 3D alla posizione originale basta premere "Alt+R". A questo punto, nel pannello di controllo “Anim” bisogna impostare l’inizio e la fine dell’animazione e selezionare “AVI Raw” come tipo di file nel pannello “Format”. Infine, premendo il tasto “Anim”, Blender si preoccupa di far eseguire all’immagine le pose salvate in precedenza, creando dei movimenti fluidi e coerenti. Per maggiori informazioni è possibile consultare la guida presente sul sito del programma.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

Come creare un'animazione con Photoshop

Se si sta creando una nuova pagina web o se ne vuole rielaborare una già esistente, con lo scopo di aumentare le visite, è necessario rendere la grafica interessante e accattivante. Un'ottima idea da adottare è quella di aggiungere semplici grafici...
Software

Come realizzare un'animazione con effetto particelle su After Effect

Ogni graphic designer che si rispetti avrà sicuramente mostrato un certo interesse per il mondo delle animazioni computerizzate. Il più delle volte si fanno degli esperimenti davvero interessanti per creare degli effetti sempre più spettacolari con...
Software

Come creare una semplice animazione con Scratch

Nell'ambito della tecnologica e dell'informatica, risulta ormai necessario saper conoscere quanto meno le basi più importanti dei linguaggi di programmazione. C'è da dire però che non tutti hanno la possibilità di studiare l'informatica, ragion per...
Software

Come creare animazioni con Photoshop

Non in molti lo sanno, ma con Photoshop è possibile anche animare i vostri disegni trasformandoli in un filmato. Per avere disponibili queste funzioni, è consigliabile essere in possesso della versione più recente di Adobe Photoshop o comunque una...
Software

Come realizzare animazioni Flash responsive

Se siete degli appassionati della programmazione web e delle animazioni in Flash, sicuramente vi sarà capitato di realizzare delle animazioni per un sito web. Qualche volta vi sarete chiesti come rendere una vostra animazione realizzata con Adobe Flash...
Software

I migliori software per il rendering 3D

Attualmente col termine rendering s' intende una resa grafica, cioè un'operazione posta in essere da un disegnatore per dare origine ad una rappresentazione di qualità di un oggetto o di una architettura (progettata o rilevata). Recentemente la parola...
Software

Come inserire animazioni in PowerPoint 2013

L'utilizzo di programmi per la presentazione di progetti o discorsi è da tempo una pratica molto diffusa. Saper presentare un lavoro come si deve durante conferenze o colloqui è molto importante, e per farlo i produttori di software si sono cimentati...
Software

Come realizzare un movimento su un tracciato con After Effects

Adobe After Effects è un software conosciuto dagli appassionati di animazione grafica, che è disponibile sia nella versione professional che standard. Se non lo conoscete ancora potrete provarlo, soprattutto se vi dilettate nella creazione di video,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.