Come creare un database con Filemaker Pro

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Filemaker Pro è un utilissimo software di gestione dati. Grazie ad esso qualunque attività risulta semplificata e snellita permettendo a chi lo utilizza di portare avanti il lavoro nel modo migliore. Le potenzialità di questo portentoso software sono davvero infinite e ci vorrebbero fiumi di pagine per descriverle. Se anche voi volete semplificare il vostro lavoro usando questo utilissimo strumento compatibile con Mac e Windows leggete questa guida dove vi spiego come creare un database con Filemaker Pro. Utilizzando quotidianamente questo software potrete eseguire in tempo reale tantissime azioni ed usufruire di tanti vantaggi come per esempio esportare i vostri dati nel formato più adatto alle vostre esigenze o condividerli nel web. Nel caso che nel vostro programma gestionale oltre ad avere bisogno di creare un database abbiate anche la necessità di aggiornarlo in automatico per sveltire il lavoro, potrete farlo in tutta sicurezza.

25

Con Filemaker Pro potete creare tutti i database di cui avete bisogno, in modo da organizzare le vostre informazioni nel migliore dei modi, sia progettando un formato personalizzato su misura per le vostre esigenze che utilizzando i formati già definiti. La scelta spetta a voi in quanto entrambe le soluzioni sono perfettamente valide. Se volete optare per un file vuoto selezionatelo nel menù di partenza e cliccate sopra " Crea un database vuoto ". Se la schermata non appare immediatamente aspettate qualche secondo e quindi cliccate su " Ok ".

35

Prima di cliccare per eseguire il salvataggio del file ricordatevi di digitare un nome. Talvolta può capitare che l'estensione non venga specificata ed in questo caso se ne crea una in automatico. Quando il file di database è definitivamente sul disco definite quali devono essere i suoi formati e quindi aggiungete tutti i dati e definite ogni campo presente. Ricordatevi che è sempre possibile convertire un file di dati appartenente ad un'altra applicazione creandone uno nuovo. Filemaker Pro in questo caso risulta molto utile per creare un nuovo modulo.

Continua la lettura
45

Se desiderate creare un file di database usando una soluzione già pronta cliccate su " Modifica " ed in seguito cliccate sulla schermata che rappresenta l'avvio rapido. A questo punto cliccate su " Database con soluzione pronta all'uso ". Cliccate poi " Ok " e salvate tutto dopo avere scelto un nome. Procedendo in questo modo Filemaker Pro crea automaticamente un database predefinito. L'ultima azione da compiere per creare un database è cliccare su " Nuovo record ", che trovate nella barra degli strumenti.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • State sempre attenti che la creazione di un database non venga disabilitata durante l'installazione di Filemaker Pro

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Windows

Come Stampare La Filigrana Con Filemaker

Oggi vedremo in modo facile ed intuitivo come stampare la filigrana con FileMaker con una giuida passo passo. Per stampare un'immagine in filigrana esistono diversi procedimenti ugualmente validi. Tuttavia, per ottenere i risultati migliori è indispensabile...
Programmazione

Come collegare un database di testo a un menu a discesa

Collegare un database di testo a un menu a discesa è un lavoro alquanto semplice. Di solito per realizzare tale collegamento si utilizzano i database con MySQL. Tuttavia se volete progettare siti web dinamici, dove gestirete piccole moli di dati, potreste...
Software

Come visualizzare le proprietà di tutte le tabelle di un database MySQL

Il metodo di recupero delle informazioni di sistema da MySQL dipende dalla versione MySQL. Per le versioni di MySQL 5 e le più recenti, MySQL è basato sul comportamento dei database aziendali quali Oracle, DB2 e SQL Server, fornendo uno schema di informazioni...
Software

Come installare un database Oracle

Un database non è altro che un archivio informatico che consente la gestione di informazioni. Il suo sistema di razionalizzazione ne permette anche l'aggiornamento e la ricerca. Tramite un database, organizzare i dati informatici risulterà senz'altro...
Programmazione

Php: interazione con i database

Quando si parla di PHP (che è l'acronimo inglese di Hypertext Preprocessor) si intende quel linguaggio della programmazione inteso per la creazione di pagine internet dinamiche oppure delle applicazioni web lato server. Tuttavia, le sue funzioni non...
Programmazione

Guida all'analisi di un database

Internet, software aziendali, pubblica amministrazione, gestioni bancarie. Al giorno d'oggi il flusso di dati da gestire all'interno di un database è molto più significativo che in passato. Di conseguenza, diventa quindi fondamentale una corretta gestione...
Programmazione

Come creare un database con Sql

Con l'Sql possiamo creare e modificare database. Inserire dei dati nelle tabelle e richiamare le informazioni in esse contenute. Infatti come dice il nome stesso, l'Sql (Structured Query Language) è il linguaggio per le query, ossia le interrogazioni...
Windows

Come Creare Database In Sql Server

Se siamo amanti dell'informatica e sappiamo gestire alcuni specifici aspetti, potremmo anche occuparci di come creare un database in SQL. In questa guida andremmo ad illustrare le varie modalità per creare un database in SQL server, senza trascurare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.