Come creare un trasformatore a mano

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La corrente elettrica di cui sono rifornite tutte le nostre abitazioni presenta una tensione di 220 Volt. Questa corrente è sufficiente per far funzionare i nostri principali elettrodomestici, come i frigoriferi, le lavastoviglie ed i forni. Tuttavia, occorre precisare che il voltaggio di 220 Volt è decisamente troppo elevato per ottenere l'alimentazione necessaria a piccoli oggetti che necessitano di una bassa tensione. Ad esempio, un telefono o un caricabatteria richiedono una tensione di soli 12 Volt, molto inferiore rispetto a quella della rete elettrica domestica. Per questa ragione esistono in commercio degli apparecchi, chiamati trasformatori, che agiscono sulla corrente elettrica e sulla tensione emessi da un normale impianto domestico, in modo da ottenere dei valori adeguati. Tali apparecchi hanno la caratteristica di agire sulle grandezze in ingresso, quali la corrente e la tensione, mantenendo costante la potenza (un parametro elettrico che viene espresso in Watt). In questa guida vi spiegheremo, in maniera semplice ma dettagliata, come è possibile creare un trasformatore a mano, per comprenderne il funzionamento.

26

Se non esistessero i trasformatori, non potremmo utilizzare alcuna apparecchiatura elettrica, in quanto qualsiasi dispositivo necessita di essere alimentato nella modalità adeguata. Il passaggio di corrente da un voltaggio all'altro, avviene per induzione, dal momento che si crea un campo elettromagnetico all'interno del nucleo che consente il passaggio da una parte all'altra. Per fare in modo che avvenga questa trasformazione, deve essere soddisfatta una condizione fondamentale. Precisamente, la corrente elettrica d'ingresso, ovvero quella più elevata, deve essere alternata e non costante.

36

Praticamente, un trasformatore è costituito da un nucleo di metallo, a forma di anello, di grandezza variabile. Ai due lati opposti del cerchio sono presenti due avvolgimenti, costituiti da un filo di rame ricoperto di una sostanza isolante, i quali conducono un differente valore di tensione rispetto all'altro. Da una parte, un trasformatore presenterà un valore di tensione più alto, mentre dall'altra estremità emetterà un voltaggio inferiore.

Continua la lettura
46

Frequentemente, si può riutilizzare un vecchio trasformatore collegato ad un apparecchio elettrico che non viene più utilizzato, in modo da adattarlo con un altro. Sarà sufficiente effettuare un calcolo proporzionale, relativo al numero di spire occorrenti per ottenere il voltaggio che si desidera, a partire da quelle di cui si componeva in origine. All'interno del nucleo si crea un campo magnetico, che per induzione consente il passaggio da un lato (quello collegato alla presa elettrica con 220 Volt) all'altro (quello di uscita, che può essere di 12 Volt).

56

Nel caso in cui si contano il numero di spire che consentono la variazione e si fa una proporzione, si aggiungeranno o si sottrarranno il numero sufficiente di queste, in modo tale che il risultato finale produrrà un voltaggio superiore o inferiore a quello precedente. Una raccomandazione fondamentale è quella di effettuare questo tipo di operazioni, indossando dei guanti isolanti e prestando la massima attenzione, onde evitare di venire colpiti da una scossa elettrica.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come realizzare un trasformatore 5v - 12v

Dovete far variare i parametri iniziali di ingresso, rispetto a quelli di uscita tenendo però costante la potenza? Niente paura, questa guida è tutto ciò di cui avete bisogno! Infatti, attraverso pochi e semplici passaggi, vi spigherò nella maniera...
Elettronica

Consigli per costruire una mano robotica con Arduino

Ormai con la tecnologia si può realizzare davvero di tutto. Inoltre la tecnologia è diventata alla portata di tutti e non solo per un gruppo ristretto come invece era fino a qualche decennio fa. Ci sono in commercio dei kit, tra i quali il più famoso...
Elettronica

Come Impiantare Un Campanello Elettrico

Il campanello è un dispositivo elettrico che ha lo scopo di richiamare l'attenzione in relazione ad uno specifico evento o annunciare l'arrivo di qualcuno alla nostra porta di casa.Un campanello ben funzionante e con un suono gradevole è un elemento...
Elettronica

Diodo: cos'è e come funziona

Il diodo è un componente elettronico composto da due terminali,anodo e catodo. Il diodo viene utilizzato nei circuiti come trasformatore per controllare e eventualmente rettificare il flusso della corrente. Esistono diversi tipi di diodo, ma quello più...
Elettronica

Come stabilizzare un alimentatore

Le nostre vite sono ormai cadenzate dall'utilizzo di sempre più dispositivi tecnologici. Si va infatti dal computer, fino al tablet, passando per smartphone e tantissimo altro ancora. Ognuno di questi strumenti tecnologici ha però bisogno di essere...
Elettronica

Come costruire un alimentatore stabilizzato

In elettronica la teoria e la pratica devono essere sempre affiancate, perché altrimenti la materia risulta troppo astratta per poter essere compresa, e soprattutto perché nelle realizzazioni pratiche ci si trova a far fronte alle differenze di comportamento...
Elettronica

Come collegare più strumenti Audio/Video al televisore

Con l'avvento del digitale terrestre è aumentato il numero di apparecchi elettronici che abbiamo a disposizione e, soprattutto, che dobbiamo collegare alla televisione. Quante volte abbiamo disconnesso il videoregistratore, o il lettore DVD, per trovare...
Elettronica

Come costruire uno stereo

In questa guida vedremo come costruire uno stereo. Realizzare questo tipo di prodotto da soli dà sempre delle grandi soddisfazioni. Si tratta comunque di una procedura piuttosto difficile, in quanto ci vogliono delle specifiche abilità tecniche per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.