Come creare una rete domestica con Ubuntu

Tramite: O2O 20/10/2018
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Organizzare una rete domestica con di Ubuntu non è molto difficile, ma può servire una guida. Creare una rete domestica consente di condividere vari elementi come i files presenti sui PC che si trovano in rete, le stampanti e l'altro hardware in comune così come schermi ed altre funzioni. Capire come creare questa rete domestica su Ubuntu o Debian passa per la comprensione di 3 azioni: impostare un IP statico, creare la rete domestica e condividere la stampante (come esempio). L'utilità delle reti domestiche non è da trascurarsi, specie nel momento in cui si dovesse decidere, per esempio in una corte o in un condominio o in una semplice convivenza di concertare investimenti in hardware di qualità spendendo magari un quarto o anche meno. Vediamo quindi come creare una rete domestica con Ubuntu.

27

Occorrente

  • Samba
  • Ubuntu o Debian
  • 2 o più computer
  • Connessione internet attiva
  • Cavi ethernet
  • Router per wifi
37

Assegnare l'IP

All'interno di una qualsiasi rete, un PC viene identificato tramite un IP che può essere statico oppure dinamico. Per comodità in una rete domestica dove c'è poco ricambio di dispositivi, si usano gli IP statici perché la connessione è più semplice. Quindi per costruire la rete domestica, bisogna assegnare al PC un indirizzo IP statico, cioè che non cambi ad ogni connessione. Con una connessione ad internet attiva, andiamo sull'icona del Network Manager e, dal menu del tasto destro, scegliamo "informazioni connessione". Si aprirà una finestra con tutti i dati che ci interessano. Dalla sezione "Ipv4" annotiamo indirizzo IP, maschera di rete (subnet mask) e instradamento predefinito (Gateway, oppure l'indirizzo del Modem). Facciamo di nuovo click destro su Network manager per poi selezionare "modifica connessioni". Adesso selezioniamo la nostra connessione abituale modificandola coi dati prima annotati, come nell'immagine: se non riuscite a modificare i valori, nella voce "Metodo" scegliete la modalità "manuale". Alla voce DNS impostate 8.8.8.8 oppure 8.8.4.4. Gli indirizzi IP possono essere impostati in modo consecutivo rispetto al gateway. Se il gateway è 192.168.0.1 gli indirizzi dei PC sarà 109.168.0.2 e così via, aumentando l'ultima cifra dell'indirizzo IP. Questo garantisce maggiore comodità per il prossimo passo. Al momento gli IP sono illeggibili, ma in seguito vedremo come assegnar loro dei nomi mnemonici o letterali per poterli usare con maggior semplicità.

47

Usare Samba

In seguito alle azioni descritte, salviamo il tutto e riavviamo il PC. La parte noiosa è che tutte le operazioni di assegnamento del'IP statico vanno ripetute per ogni dispositivo da connettere alla rete locale. Per costruire la rete avremo bisogno di un programma che si chiama Samba, che come gli altri per Ubuntu è gratuito, e che potrete installare grazie alle istruzioni contenute nel link. In realtà si potrebbe fare anche senza questo programma ma è molto più comodo usare la sua interfaccia ottimizzata. Per installare il programma basta andare sul menù a tendina del software, cercarlo nella repository di Canonical e chiedere l'installazione. Sul nostro PC, nel menu principale di "impostazioni", dovrebbe risultare la voce "Samba". Nella schermata successiva si premerà il tasto "Più" (presente sotto "file"): inseriamo in "directory" l'indirizzo delle cartelle da condividere e selezioniamo le voci "scrivibile" e "visibile". Se volete che la rete sia liberamente accessibile anche a membri esterni, andate su "accesso" scegliendo la modalità desiderata. Salviamo con OK e riavviamo, dopodiché per verificare il corretto funzionamento del processo, è sufficiente andare in Firefox all'indirizzo smb:// seguito dall'indirizzo IP del computer a cui vogliamo accedere. Se non ci sono stati errori, e la procedura di assegnamento dell'IP è stata effettuata in maniera corretta dovremmo riuscire a vedere gli altri PC presenti in rete. I file da condividere però dovranno essere di volta in volta aggiunti come link all'interno della cartella dei condivisi, che è in sostanza quella che contiene tutto ciò che volgiamo che gli altri utenti vedano. A questo punto possiamo andare ad assegnare nomi mnemonici ai dispositivi in rete, sempre tramite l'interfaccia di rete.

Continua la lettura
57

Condividere la stampante

Per condividere e usare una stampante, deve essere installata fisicamente o via WiFi ad uno dei PC connessi alla rete locale. Partendo da quest'ultimo, nelle impostazioni o opzioni, bisogna scegliere Impostazioni di stampa, e dal menu contestuale "impostazioni" si andrà su "server->impostazioni". Si dovranno selezionare le seguenti scelte: mostrare le stampanti condivise, pubblicare le stampanti connesse a questo sistema, consentire la stampa da internet, consentire l'amministrazione da remoto. Dopo aver salvato tramite il solito tasto OK, è possibile fare una prova per verificare il corretto funzionamento della rete locale per la stampante. La stampante dovrebbe comparire fra le opzioni dei dispositivi quando si avvia un procedimento di stampa e basta fare un foglio di prova per sincerarsi del corretto montaggio. Con la stessa tecnica si possono aggiungere altri dispositivi come scanner, CNC, periferiche video ed altre interfacce tecniche di acquisizione ed attuazione. Per esempio in un piccolo progetto di diy si potrebbe usare il salotto come ufficio e il garage come officina sfruttando la connessione remota di rete.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate la rete domestica per condividere grossi file molto più velocemente che col Cloud e senza bisogno di memorie esterne.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

Come installare e decomprimere file Rar su Linux Ubuntu

Gli archivi compressi che presentano estensione ".Zip" o ".Rar" sono estremamente comuni perché permettono di ridurre lo spazio ingombrato su un hard disk, oltre che consentire il trasferimento delle cartelle attraverso l'uso dell'email. L'uso delle...
Software

Come installare Android Studio su Ubuntu

Android Studio è un ambiente di sviluppo integrato (IDE) per la realizzazione di applicazioni su piattaforma Android. Sviluppato direttamente da Google, è diventato l'IDE ufficiale per Android a partire dal 2015, soppiantando il vecchio Eclipse Development...
Software

I migliori sistemi operativi per Asus Eee PC

Gli Asus Eee PC sono una gamma di netbook sviluppati e commercializzati in maniera congiunta da Intel e Asus. Asus può essere tranquillamente definita come la principale azienda produttrice di netbook al mondo. Ma cosa differenzia un netbook da un normale...
Software

Come funziona la tecnologia SDN

L'approccio dell'architettura di rete noto come Software-Defined Networking (SDN) utilizza applicazioni software che consentono alla rete di essere controllata in modo intelligente e centralizzato o "programmata". Di conseguenza, indipendentemente dall'hardware...
Software

Come installare e usare Hamachi

Hamachi è un programma per la creazione e la gestione di VPN che comprende il gruppo server gestito dal venditore e il software client. Esso, permette di stabilire un collegamento diretto con due computer in modo veloce e molto semplice con finalità...
Software

Come combinare più file GPX

Un GPX è un file scritto in XML che trasmette, tramite software appositi, informazioni riguardanti i segnali GPS, come posizione, percorsi e tempi. È l'unico punto di collegamento tra i ricevitori GPS e i software per computer. Un esempio di applicazione...
Software

Come installare e configurare Amule

eMule che tutti conosciamo, si mantiene ancora ai primi posti come mezzo di diffusione di file, come: musica, film, documenti e tanto altro. Sono passati ormai molti anni dalla sua creazione, e da allora eMule si è sviluppato con diverse versioni sempre...
Software

I 5 migliori programmi di video editing per Windows 10

Tantissimi sono i programmi di video editing che offre la rete, tuttavia trovare esattamente quello che fa al proprio caso è piuttosto difficile. A tal proposito, nella seguente lista, vi indicheremo i 5 migliori programmi per Windows 10, specificando...