Come creare una sfumatura a un elemento con Adobe Illustrator

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Illustrator, uno dei software di grafica più conosciuti ed utilizzati, permette di creare effetti grafici molto interessanti e particolari come, ad esempio, le sfumature. Utilizzare dei gradienti sfumati per alcuni elementi presenti nel progetto di grafica al quale stiamo lavorando, consente di dare all'immagine un effetto più realistico e vivo e, dunque, di creare un prodotto di qualità. Se, dunque, avete necessità di effettuare una sfumatura alla vostra immagine vettoriale ma non avete la benché minima idea di come procedere, vi consigliamo di leggere molto attentamente i passi che troverete di seguito per capire come creare una sfumatura a un elemento con Adobe Illustrator.

26

Occorrente

  • Illustrator (o altro software di grafica vettoriale)
36

Per prima cosa, è necessario aprire Illustrator e creare un elemento vettoriale. Con illustrator è possibile creare sia forme geometriche (quadrati, rettangoli, triangoli, cerchi, ellissi, etc.) che delimitare un'area con uno strumento apposito chiamato "penna". In ogni caso, è consigliabile tracciare forme chiuse. Dopo aver creato la forma, è necessario selezionare l'oggetto tracciato cliccando sul suo perimetro e verificare che tale elemento abbia le proprietà di colore di default, ovvero riempimento bianco e contorno nero.

46

Per modificare le proprietà del riempimento è necessario cliccare sul quadrato che indica il colore di riempimento dell'oggetto e selezionare la proprietà "gradient". A questo punto, il colore di riempimento sarà la sfumatura di default, ovvero dal bianco al nero. Per modificare le tinte è sufficiente cambiarne le caratteristiche dal menu "gradient". Per aggiungere un colore basta selezionarlo dal menu "swatches" o dal menu "color" e trascinarlo nella barra in cui è rappresentata la sfumatura. Per ogni colore aggiunto compare un piccolo quadrato, che è possibile spostare dipendentemente dal tipo di effetto desiderato.

Continua la lettura
56

Per cambiare la direzione della sfumatura è possibile, inoltre, selezionare lo strumento "gradient tool" e cliccare sul punto in cui deve partire la sfumatura trascinandola fino al punto in cui deve interrompersi. È possibile, poi, utilizzare combinazioni di colori già pronte e con effetti particolari. A tale scopo, è necessario aprire la libreria con i campioni di Illustrator in cui è possibile trovare categorie opportunamente organizzate in base a lucentezza, opacità e tonalità. È possibile, infine, creare sovrapposizioni selezionando ogni elemento e definendone l'opacità.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Crea sempre forme chiuse per definire con precisione la sfumatura
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

Come realizzare una brochure con Illustrator

Grazie all'evoluzione della tecnologia, la figura professionale del graphic designer ha ricevuto molte agevolazioni per quanto riguarda la creazione di numerosi lavori. Fino a pochi anni fa la grafica si eseguiva su carta, mentre oggi esistono software...
Software

Come installare i font su Illustrator

Adobe Illustrator è un software sviluppato da Adobe Systems Incorporated che consente l'elaborazione di illustrazioni per la grafica vettoriale. Il programma base contiene un ampio ventaglio di caratteri tipografici che sono accomunati da una certa...
Software

Come creare una tabella in Illustrator

Gli individui che disegnano una tabella attraverso un foglio di carta ed una penna risultano davvero pochi. La stragrande maggioranza delle persone ricorre infatti al computer, adoperando un determinato programma informatico. Quello che verrà spiegato...
Software

Come fare un volantino con illustrator

Uno dei programmi più diffusi per la realizzazione di lavori grafici è Adobe Illustrator, che fa parte della suite Adobe assieme ad altri popolari software come Photoshop e Adobe Indesign. Grazie ad Adobe Illustrator si possono eseguire facilmente molti...
Software

Come creare un monogramma con Illustrator

I monogrammi sono molto importanti per costruirsi una propria identità. Ne esistono di diversi tipi e possono essere semplici, complessi, ornamentali o illustrativi, Nella guida che segue spiegheremo come creare un monogramma impiegando l’applicazione...
Software

Illustrator: come aggiungere una texture

Adobe Illustrator è un popolare programma di editing grafico. Disponibile sui sistemi operativi Microsoft Windows e Mac, permette agli utenti di creare loghi 3D, immagini layer e stampare documenti. Simile a Photoshop, è noto per la sua capacità di...
Software

Illustrator: come disegnare in prospettiva

Adobe Illustrator è un potente software di elaborazione di grafica vettoriale progettato dalla Adobe System Incorporated. Questo programma permette di costruire favolose immagini vettoriali tramite forme geometriche o per mezzo di strumenti di tracciatura....
Software

Come vettorializzare un’immagine con Illustrator

Vettorializzare un'immagine risulta funzionale per ingrandirla o contenerne la dimensione all'infinito, senza che perda la qualità. Per la conversione del disegno in vettori occorrono soltanto poche azioni di media difficoltà. Logicamente il risultato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.