Come diminuire i giri di un motore elettrico

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Anche se vi sentite molto lontani dal campo dell'elettronica e dei motori, è sempre bene avere un'infarinata generale di ogni materia. E soprattutto, saper risolvere ogni piccolo grande problema che si verifica in casa o fuori. Con un po' di sano fai da te infatti, si possono risolvere tantissime beghe che si verificano nel quotidiano. E risparmiare anche moltissimi soldi, che fuoriuscirebbero anche solo per la chiamata di un esperto o un tecnico. Potrebbe servirci nella vita di diminuire i giri di un motore elettrico. Questo può essere fatto per diversi motivi. Per un consumo minore, o per adattare un motore che abbiamo ad una destinazione diversa da quella precedente. In questa breve guida forniremo proprio qualche utile consiglio su come diminuire i giri di un motore elettrico. Non servono grandissime abilità, ma se siete completamente nuovi a questo tipo di cose, fatevi aiutare da chi ne sa più di voi.

27

Occorrente

  • Un motore e un inverter.
37

Quando un elettrodomestico, anche dopo lunghi anni di onorato servizio, smette di funzionare, è possibile recuperare prima del suo smaltimento negli appositi contenitori, diversi pezzi di ricambio. E tra questi il motore, che può servirci per far girare ad esempio un girarrosto. Il problema è che la forza che serve per far funzionare un elettrodomestico è eccessiva se si decide di servirsi del meccanismo per far girare uno spiedo su cui cuocere evidentemente a passo lento, delle carni. Ed è per questo che occorre trovare una soluzione.

47

Per regolare la velocità di un motore è possibile agire applicando un inverter. Questo dispositivo consente di regolare la potenza della macchina per ottenere una macchina più lenta, con una resa migliore anche per i componenti della macchina, che girando a un numero inferiore di giri è meno soggetta all'usura. Gli inverter sono di 2 principali categorie: quelli "normali" e quelli vettoriali, i quali, oltre a variare la frequenza, hanno altre funzioni.

Continua la lettura
57

Avendo a disposizione un vecchio aspirapolvere è possibile persino recuperare il pezzo descritto dai componenti della pulitrice. Com'è noto infatti, in questo genere di attrezzature è possibile regolare la potenza, ed ottenere una maggiore o minore forza aspirante. Risparmiando sul prezzo del ricambio da acquistare e salvaguardando in parte l'ambiente per mezzo del riciclo. Gli esperti di elettronica potrebbero anche decidere di costruirselo da soli, basterebbe recuperare (ad esempio da internet) il circuito di funzionamento dell'apparecchiatura e i componenti da radunare per l'assemblaggio, per comporre l'inverter. Oltre a migliorare la resa della macchina e renderla adatta allo scopo che si vuole raggiungere, diminuendo il numero di giri del motore è possibile ottenere inoltre una sensibile riduzione del rumore emesso, con beneficio per l'ambiente e per le nostre orecchie!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elettronica

Come controllare la velocità di un motore elettrico

Negli ultimi tempi si sta puntando molto sulle tecnologie che permettono di risparmiare energia e salvaguardare il pianeta per ridurre l'inquinamento e avere un impatto ridotto sulla natura. Uno dei passi fondamentali dell'ingegneria è senza dubbio il...
Elettronica

Come avvolgere un motore brushless

Grazie all'elettronica possiamo usufruire di metodi e sistemi utili nel quotidiano e soprattutto nel campo lavorativo. In questa guida cercheremo di capire come avvolgere un motore brushless, possiamo dire che il motore rappresenta il cuore di un mezzo,...
Elettronica

Come costruire un monopattino elettrico

Da un po' di tempo a questa parte, sulle strade è tornato a sfrecciare un mezzo amatissimo dai giovani ovvero il monopattino. Questo veicolo ecologico che rispetta l'ambiente in tutto e per tutto, composto da 2 ruote viene "cavalcato" da moderni e abilissimi...
Elettronica

Come collegare un quadro elettrico

Il cuore dell'impianto elettrico di una casa è senza ombra di dubbio il quadro elettrico: è qui che terminano tutti i cavi elettrici presenti in un'abitazione, ed è qui che la corrente proveniente dal contatore viene organizzata e indirizzata ai singoli...
Elettronica

Come progettare un quadro elettrico

Un quadro elettrico generalmente è costituito da un insieme di componenti fondamentali per il funzionamento del circuito stesso e, la sua dotazione varia a seconda dell'ampiezza della casa. Se vi intendete di lavori di elettricità e, avete intenzione...
Elettronica

Come Costruire Un Circuito Elettrico In Serie

All'interno di questa utile guida vi spiegherò come costruire correttamente un circuito elettrico in serie: non abbiate timore di adoperare la corrente elettrica, in quanto il voltaggio sarà veramente contenuto. In particolare, le istruzioni riportate...
Elettronica

Come sostituire il circuito elettrico di una lampada

Le nostre abitazioni sono piene di oggetti che si accumulano con il trascorrere del tempo, e le lampade rappresentano quei classici elementi di arredo più utilizzati per abbellirle con le loro forme particolari e quella vasta gamma di armoniosi colori...
Elettronica

Come Impiantare Un Campanello Elettrico

Il campanello è un dispositivo elettrico che ha lo scopo di richiamare l'attenzione in relazione ad uno specifico evento o annunciare l'arrivo di qualcuno alla nostra porta di casa.Un campanello ben funzionante e con un suono gradevole è un elemento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.