Come disinstallare Ubuntu

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Ubuntu è un sistema operativo davvero semplice da usare come alternativa al classico Windows. Le sue funzionalità sono molto simili a quelle del prodotto della Microsoft e il suo peso in termini di Gigabyte è notevolmente inferiore. Inoltre si tratta di una risorsa free, quindi non necessita di specifici codici o chiavi. Può capitare, però, di non trovarsi bene con questo OS. Ebbene, non c'è da preoccuparsi perché si può tranquillamente tornare al sistema operativo di default presente nel computer. Se desideriamo disinstallare Ubuntu dal nostro PC, possiamo adottare due diversi metodi. Andiamo ad analizzarli entrambi e scopriremo come procedere in pochi semplici step. L'installazione di Ubuntu può avvenire tramite avvio del file ". Exe" su Windows, oppure mediante caricamento di un CD. La disinstallazione avverrà dunque in un modo specifico in base alla modalità con cui abbiamo effettuato il setup.

28

Occorrente

  • Disco di installazione di Windows
  • PC
38

Disinstallare Ubuntu dal "Pannello di controllo"

Se abbiamo scelto di installare Ubuntu su Windows, abbiamo sicuramente utilizzato un particolare installer, che si chiama "Wubi". Quest'ultimo permette di avviare il setup di un sistema operativo differente da Windows senza creare particolari problemi di stabilità al computer. Se abbiamo bisogno di disinstallare Ubuntu e tornare a Windows, ecco la procedura. Portiamoci sul pulsante "Start" e andiamo a ricercare il "Pannello di Controllo". Si aprirà un riquadro, nel quale rintracceremo l'opzione "Installazione Applicazioni", se sul nostro PC è in funzione Windows XP come OS di partenza. Se invece il nostro sistema operativo è Windows Vista (a anche 7), la voce da selezionare sarà "Disinstalla un programma". A questo punto dobbiamo ricercare Ubuntu dalla lista dei programmi presenti sul PC. Clicchiamo su di esso e poi sul tastino "Disinstalla/Cambia". Ora dovremmo visualizzare il processo di uninstalling di Ubuntu. Quando si aprirà la nuova finestra, dovremo cliccare su "Rimuovi". Penserà a tutto il computer e alla fine andremo a pigiare il pulsante "Finito". Cosa fare se invece vogliamo disinstallare Ubuntu in un altro modo? Vediamolo nel prossimo passaggio.

48

Disinstallare Ubuntu tramite live CD

L'alternativa all'installazione sul PC tramite "Wubi" è quella che prevede l'impiego di un CD avviabile di Ubuntu. Se abbiamo collocato questo sistema operativo all'interno di una partizione secondaria, dobbiamo eliminare quest'ultima. Lo stesso vale per la porzione di hard disk su cui si trova Ubuntu. Per coloro che utilizzano Windows Vista o 7, la procedura inizia con "Start". Nella barra di ricerca rapida di Windows, scriviamo "partizioni". Poi clicchiamo sul comando "Crea e formatta le partizioni del disco rigido", posto nel menu di sinistra. In questo modo verrà aperta automaticamente una finestra di dialogo. Andiamo a cliccare sul riquadro associato alla partizione da cancellare. Dopo aver selezionato la voce "Elimina volume", confermiamo premendo su "Sì". Così facendo elimineremo definitivamente la partizione su cui avevamo installato Ubuntu.

Continua la lettura
58

Eliminare la partizione di SWAP

Per disinstallare con successo Ubuntu, soprattutto nella seconda modalità, dovremo fare click con il tasto destro del mouse su di un riquadro verde, relativo alla partizione di SWAP. Dalla lista di opzioni che compare, selezioniamo "Elimina partizione". Ora riusciremo a cancellare completamente tutte le partizioni occupate da Ubuntu. Otterremo così uno spazio che risulterà non allocato. Ma la procedura non si conclude qui. Manca ancora un passaggio, nel quale cliccheremo con il pulsante destro del mouse sul riquadro relativo alla partizione di Windows. Solitamente si tratta di C:\, ma controlliamo prima di eseguire questa azione. Andiamo poi a scegliere la voce "Estendi volume". Nel corso della procedura, dovremo confermare due volte con un click sull'opzione "Avanti". Concludiamo poi con il tasto "Fine". Vediamo come concludere in modo corretto la disinstallazione di Ubuntu.

68

Reinstallare Windows

Avviamo il nostro computer qualche secondo dopo aver disinstallato Ubuntu. Qualora visualizzassimo un messaggio di errore che riguardi GRUB o MBR, sarà necessario un ripristino del boot loader di Windows. Soltanto così potremo avviare correttamente il sistema operativo. Inseriamo dunque il disco d'installazione di Windows. Dovrebbe comparire una scritta dopo qualche istante, ovvero "Premere un tasto per avviare da CD-ROM o DVD-ROM" A questo punto dobbiamo portarci sul prompt dei comandi. Se utilizziamo WIndows XP, digitiamo i comandi "fixboot" e "fixmbr". Se invece abbiamo una versione di Windows Vista o 7, inseriamo i comandi "Bootrec. Exe/fixboot" e "Bootrec. Exe/fixmbr". Digitiamo "Exit" e riavviamo il PC. Ora dovremmo aver ripristinato il nostro vecchio sistema operativo. Teniamo comunque da parte la nostra copia di Ubuntu, potrebbe servirci in caso di emergenza.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cancellare la partizione su cui era registrato Ubuntu prima di reinstallare Windows sul computer.
  • Conservare una copia di Ubuntu da utilizzare in caso di problemi con Windows.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Linux

Come Funziona L'Ubuntu Software Center

Ubuntu Software Center non è altro che un programma per la gestione dei pacchetti software compilati per la distribuzione Ubuntu. Il suo sviluppo è iniziato nel 2009, allo scopo di offrire un'alternativa più performante rispetto al tradizionale gestore...
Linux

Guida a Ubuntu per principianti

Ubuntu è il sistema operativo basato su Linux più facile, intuitivo e diffuso che esista. Questo sistema operativo si basa principalmente sull'idea del Software libero e sul suo motto "Ubuntu: Linux per esseri umani". La parola "ubuntu", infatti, è...
Linux

Come ripulire Ubuntu dai file inutili

Si stanno diffondendo sempre di più dei sistemi operativi alternativi a Windows. Quest'ultimi infatti il più delle volte sono bastati su Linux. Per Linux si intende una famiglia di sistemi operativi di tipo Unix-like, implementati sotto varie possibili...
Linux

Installare temi di icone su Ubuntu

Al momento i due principali sistemi operativi che possiamo trovare installati di default sono Windows e IOS dell'Apple, ma oltre a questi due (che forse sono quelli più conosciuti) ne possiamo scaricare e installare altri sul nostro computer, uno di...
Linux

Come velocizzare Ubuntu

Ubuntu negli ultimi anni è diventato sempre più popolare, uscendo da quella zona di "nicchia", che potevano conoscere solo gli appassionati di informatica, e sta diventando sempre più un sistema operativo che utilizzano in tanti. Se prima veniva utilizzato...
Linux

Come installare Kdenlive su Ubuntu

Non è facile utilizzare al meglio Ubuntu, il sistema operativo basato su Linux. Bisogna conoscerlo al meglio per sfruttarne fino in fondo le potenzialità. Non è semplice nemmeno trovare il giusto programma in grado di fornire tutti gli aiuti necessari...
Linux

Come creare uno script su Ubuntu

Nel panorama sterminato dei sistemi operativi attualmente disponibili in ambito informatico, Ubuntu rappresenta senza alcun dubbio la miglior alternativa possibile a Windows. L'ambiente operativo sviluppato da Microsoft, infatti, sarà anche il prodotto...
Linux

Come disabilitare il server X grafico in Ubuntu

Quante volte vi è capitato di non riuscire a disabilitare il Server X Grafico in Ubuntu? Quante volte volevate disattivarlo, ma non ci siete riusciti a causa dei diversi nomi per ogni versione? Per chi non lo sapesse, il Server X Grafico (noto come X...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.