Come eliminare macchie e graffi dalle foto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le fotografie, prima della digitalizzazione delle macchine fotografiche venivano impresse in particolari pellicole per poi essere stampante su carta topografica.
Tuttavia con il passare del tempo le fotografie tendono a graffiarsi, sopratutto se le sfogliamo frequentemente e sulla loro superficie iniziano a comparire delle macchie.
Per riuscire a salvare le nostre fotografie dovremo intervenire in fretta e per farlo potremo seguire le moltissime guide presenti su internet che ci mostreranno tutte le varie tecniche che potremo utilizzare per poter riuscire a risolvere questi problemi, evitando così di perdere tutti i nostri ricordi.
Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad eliminare le macchie ed i graffi dalle foto digitalizzate utilizzando Gimp.

25

Occorrente

  • Computer, fotografie digitalizzate, software Gimp
35

Operazioni preliminari

La prima operazione da svolgere è la digitalizzazione delle fotografie che potremo effettuare riprendendo tutte le nostre foto con una scanner, in modo da trasferirle sotto forma di files sul nostro computer. Prima di iniziare a lavorare sulla foto, per coloro che non hanno già il programma, bisogna procurarsi e installare Gimp dal sito ufficiale. Quando il download di Gimp sarà terminato basterà semplicemente avviare il file. Exe di installazione e seguire le indicazioni presenti all'interno del wizard. A questo punto bisognerà avviare Gimp e importare al suo interno la foto su cui si vuole lavorare. Questa operazione può essere effettuata cliccando prima sulla voce "File" del menù in alto e successivamente sulla voce "Apri".

45

Strumento Clona

Quando l'immagine sarà stata importata, per iniziare ad operare bisognerà selezionare lo strumento "Clona" presente all'interno della barra degli strumenti di Gimp (sulla sinistra dello schermo).
Dopo il campionamento bisognerà posizionarsi con il mouse sulla zona della foto da correggere e utilizzare lo strumento "Clona" come se fosse un vero e proprio pennello, cercando di "colorare" e quindi coprire i graffi e le macchie presenti. Questa fase è molto importante ai fini di un buon risultato, quindi non bisogna tenere premuto il tasto del mouse usando lo strumento "Clona" per tratti molto ampi di foto ma bisogna utilizzarlo picchiettando continuamente sull'immagine.

Continua la lettura
55

Strumento Sfoca

L'operazione di clonazione deve essere ripetuta pazientemente per tutte le imperfezioni da eliminare e se la correzione manuale non è perfetta, si può utilizzare lo strumento "Sfoca", selezionandolo sempre dalla barra a sinistra di Gimp (pulsante a forma di goccia). Questo strumento consente, grazie all'impostazione dell'opacità, di sfumare con precisione le zone della foto appena ritoccate e non perfettamente sovrapposte. Quando si è soddisfatti del risultato raggiunto, non resta che salvare l'immagine modificata cliccando sulla voce "File" del menù in alto e successivamente sulla voce "Salva come".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

Come eliminare oggetti e persone indesiderate da foto senza Photoshop

Quella del fotoritocco è un'arte praticata da molta gente che deve sistemare le immagini personali. Spesso andiamo ad intervenire su una foto per togliere qualche elemento che spezza l'armonia dell'immagine. Supponiamo di trovarci in vacanza al mare...
Windows

Come Installare Puglin E Script In Gimp

Il foto-ritocco è un’attività molto in uso, sia in ambito privato sia in ambito professionale. Sono sempre di più le persone, che dopo aver effettuato uno scatto, cercano di rendere perfetto questo tramite alcuni piccoli ritocchi cosi da eliminare...
Linux

Come installare Gimp su Ubuntu 12.10

Gimp è l'acronimo di Gnu Image Manipulation Program: si tratta di un editor grafico con potenzialità del tutto simili a Adobe Photoshop. Gimp è però gratuito e fa parte di un progetto Open Source. Viene utilizzato principalmente per la realizzazione...
Software

Guida per imparare ad utilizzare Gimp

GIMP è un software di manipolazione fotografica utilizzato per la creazione di immagini o per il ritocco di qualità professionale. La sua distribuzione è gratuita ed è utilizzabile in diversi sistemi operativi. Da sempre GIMP considerato l'alternativa...
Linux

Come installare Gimp su Fedora

In questo articolo vogliamo proporre un argomento molto attuale ed anche del tutto diffuso, in particolar modo per coloro che sono amanti dei software e della tecnologia in generale. Nello specifico cercheremo d'imparare come poter installare Gimp su...
Software

Come applicare una texture su Gimp

Quando ci troviamo a lavorare sulle immagini, abbiamo a disposizione una vasta scelta di software. Il più comodo è senza ombra di dubbio Gimp. Si tratta di un praticissimo editor, molto semplice da usare, che ci permette di creare delle vere e proprie...
Windows

Come installare pennelli su GIMP con DeviantArt

GIMP è un ottimo programma di fotoritocco che nasce come alternativa gratuita al più famoso Photoshop. Il programma può essere usato per creare sia semplici immagini GIF che immagini decisamente più professionali. È possibile scaricare e installare...
Software

Come creare un'emoticon con Gimp

Per poter capire come creare un'emoticon con Gimp è necessario prima di tutto scaricare il programma gratuito. Gimp è un programma professionale di fotoritocco, adatto per qualsiasi tipo di modifica virtuale o creazione di emoticon personalizzate. Una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.