Come fotografare un animale in movimento

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Con l'evoluzione delle macchine fotografiche si è cercato sempre di poter immortalare sempre i momenti più difficile da fotografare. Uno tra questi è il fotografare un animale in movimento che può avere anche delle elevate velocità, pensiamo infatti al ghepardo che arriva fino a 120 km/h. Gli animali in movimento esprimono, infatti, una dinamicità straordinaria alla fotografia me necessita di una grande abilità e soprattutto pazienza per poter immortalare questi momenti.
Ecco di seguito dei consigli su come fotografare al meglio un animale in movimento.

25

Studio del soggetto

Come fase iniziale bisogna analizzare attentamente il soggetto: vedere come si comporta e se in caso ci permette di avvicinarsi o invece è consigliabile non stare molto vicino per non rischiare di disturbare.
Normalmente gli animali di taglia grossa sono molto tranquilli e non si fanno molti problemi se ci si avvicina, quindi risulta molto facile poterli immortalare. Gli animali più piccoli al contrario hanno la tendenza ad essere schivi e non voler essere molto avvicinati per paura, il consiglio quindi è di stare più lontani per avere migliori scatti senza rischiare che se ne vada.

35

Messa a fuoco

Tenendo conto del fatto che un animale è spesso immortalato mentre è in movimento, utilizzare un valore ISO medio-alto permette di sfruttare velocità di scatto più elevate. Salvo il caso in cui si voglia ricercare il mosso, è consigliato impostare la velocità di 1/250 per gli scatti all'aperto, aumentando l'apertura fino ad una corretta esposizione segnalata dall'esposimetro. Se l'animale si muove rapidamente, sarà più indicato tornare all'uso della modalità automatica piuttosto che utilizzare quella manuale.

Continua la lettura
45

Habitat

Bisogna tenere presente, inoltre, che gli ampi habitat in cui vivono gli animali rendono necessario l'uso di più obiettivi in grado di coprire distanze che oscillano dai 2 metri ai 20. Gli zoom con un'ottima estensione esprimono migliori risultati in condizioni di forte illuminazione, mentre nelle tarde ore del pomeriggio i tempi di scatto lenti dovuti ad una ridotta luminosità, conducono al mosso. L'utilizzo di un diaframma molto aperto può essere uno strumento utile per ridurre la profondità di campo e sfocare il primo piano, nel caso in cui degli ostacoli impediscano di inquadrare liberamente il soggetto.

55

Sfondo

Non è da trascurare la scelta dello sfondo entro cui fotografare il soggetto. Evitare quindi dettagli irrilevanti e prediligere un sfondo dal colore uniforme per concentrare al massimo l'attenzione sull'animale. Lo scatto risulterà ancora più interessante e divertente quanto meglio si riesce a cogliere opportunità inaspettate, per cui è bene utilizzare macchine fotografiche con tempi di accensione rapidi. Qualora si scelga di fotografare animali all'interno degli zoo è buona norma conoscere la politica dei gestori circa la possibilità di realizzare scatti, poiché questioni di sicurezza o copyright possono subordinare tale possibilità al rilascio di un apposito permesso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

Photoshop: realizzare effetto mosso o movimento

Photoshop è un software specializzato nella modifica di immagini e fotografie. Questo programma è uno dei più importanti i circolazione, ed è infatti utilizzato sia dai professionisti nel settore fotografico, che lo usano come strumento di lavoro,...
Software

Come realizzare un movimento su un tracciato con After Effects

Adobe After Effects è un software conosciuto dagli appassionati di animazione grafica, che è disponibile sia nella versione professional che standard. Se non lo conoscete ancora potrete provarlo, soprattutto se vi dilettate nella creazione di video,...
Software

Come creare l' effetto "movimento" con Photoshop

Le novità del secolo, smartphone e social network hanno un po' distolto l'attenzione dalla fotografia vera e propria. Gli utenti sono ormai abituati ad immortalare attimi di vita, pietanze, fiori, vacanze e molto altro e condividere tutto ciò, in pochi...
Software

Come convertire le foto in video

Si sa, un'immagine molto spesso vale più di mille parole. Proprio per questo è in voga nell'ultimo periodo la moda di creare video con sequenze di foto per dichiarare il proprio amore, augurare buon compleanno ad un amico o semplicemente per far vedere...
Software

Come creare fuochi d'artificio con Photoshop

È capitato sicuramente, che durante un evento particolare, come fuochi d'artificio, abbiamo tentato di immortalarlo, con la nostra macchina fotografica, ottenendo però un risultato poco soddisfacente. Infatti, fotografare di notte, è una tecnica piuttosto...
Software

Come sembrare belli nelle foto

Non c'è nulla da fare: quella tuo amica che vedi ogni giorno e che non ha mai colpito la tua attenzione, d'un tratto ti sembra in foto una delle più belle ragazze che tu abbia mai visto. La fotogenia, ovvero la capacità di sembrare belli nelle foto,...
Software

Come ravvivare i colori di una foto

L'editing delle fotografie è ormai arrivato ad altissimi livelli, e anche chi non è un fotografo può cimentarsi nell'arte di modificare le foto. Chi non ha in cantina delle vecchie foto, scattate magari con una macchina fotografica a rullino, i cui...
Software

Photoshop: effetto dispersione

Photoshop offre numerose possibilità di modificare in maniera creativa le fotografie. Tra queste, di grande impatti visivo è l'effetto dispersione. Si tratta di un intervento sulla fotografia che permette di dare movimento e, allo stesso tempo, permette...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.