Come generare numeri casuali in Javascript

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
19

Introduzione

Javascript è comunemente utilizzato per la programmazione Web, per la creazione di siti internet e applicazioni web, e ha la caratteristica di poter generare degli effetti interattivi, dinamici ad impatto, molto accattivanti, in qualsiasi pagina web di consultazione generale. JavaScript è un “linguaggio interpretato” in quanto il codice da cui è composto non deve essere compilato, ma sarà compito del Browser che si sta utilizzando interpretare la sintassi. Attraverso questa guida, in pochi semplici passi, capiremo come possiamo scrivere il codice per riuscire a generare numeri casuali in Javascript. Questa operazione è necessaria, per esempio, per poter assegnare un numero ID casuale e univoco ad un utente specifico, oppure a supporto di funzioni matematiche.

29

Occorrente

  • Conoscenza base del linguaggio JavaScript
  • Internet e PC
39

Come per tutti gli altri linguaggi comunemente conosciuti (del C, del C++) di programmazione anche per JavaScript esiste una funzione precostituita che consente la generazione di numeri casuali e, nello specifico, si utilizza il metodo Random (), classe Math, stiamo parlando dell’istruzione Math Random(), che permette di generare un numero casuale tra 0 ed 1, compresi i decimali. Nei passi che seguono ci occuperemo anche di trattare l’istruzione Math.ceil() che permette di riuscire ad arrotondare per eccesso al numero intero più vicino. Inoltre, affronteremo una panoramica generale sulle istruzioni che potrebbero tornare utili nel procedimento di generazione del codice.

49

L’istruzione che vi propongo sarà in grado di generare un numero casuale, in un intervallo tra 10 e 50, valori che possono essere compresi tra un minimo e un massimo arbitrario. Vediamo ora nel dettaglio come deve apparire la stringa, che sarà necessario copiare e incollare:

var massimo = 50,
minimo = 10;
function numeroCasuale (massimo, minimo) {
return Math. Ceil (Math. Random () * (massimo - minimo + 1)) + minimo;
}
numeroCasuale (massimo, minimo);

La sintassi, nello specifico, genera un numero casuale tra 0 e 1, e questo sta a significare che la risultante potrà essere zero, ma sarà comunque sempre minore di 1. Il valore ottenuto andrà moltiplicato per la differenza tra il massimo e il minimo, in seguito bisognerà aggiungere il valore +1 (math. Random () non rimanda mai il numero 1.) Otterremo, in questo modo, un numero che presenta, come range, dallo 0 alla differenza tra massimo – minimo, e con la stringa Math. Ceil () per eccesso, arrotondiamo al numero intero più vicino e sommiamo il minimo, esattamente come da codice.

Continua la lettura
59

Una cosa importante che bisogna conoscere, è che la classe Math non lavora su istanze di oggetti. Bensì permette di accedere ai suoi metodi semplicemente attraverso la notazione generale:

Math. Nome_metodo ();
Math. Nome_proprietà

Dove nel “nome_proprietà” possiamo trovare le diverse costanti matematiche: “PI”: genera un valore approssimato di Pi greco; “E” genera un valore della costante matematica E; “LN2 e LN10” genera il valore di logaritmo di 2 e 10.
Nel “nome_metodo” inseriamo una lista di metodi che sono in correlazione con funzioni matematiche e trigonometriche: “abs () restituisce il modulo assoluto del numero inserito come argomento; “min () e max () ” come da esempio nella guida, presi due numeri restituisce il minimo e il massimo; “sqrt () e pow (b, n) ” restituisce la radice quadrata del numero passato o l’ennesima potenza del numero b; “sin (), cos () e tan () ” genera il seno, coseno e tangente trigonometrica.

69

Infine, è possibile arrotondare il numero restituito utilizzando tre metodi differenti e tre distinte stringhe: come abbiamo visto in precedenza Math. Cell, che arrotonda per eccesso al numero intero più vicino: Math. Ceil (11.02) //restituisce 12 Math. Ceil (-7.3) //restituisce -7.
Math. Floor, che arrotonda l'oggetto per difetto al numero intero minore più vicino: Math. Floor (9.01) //restituisce 9, Math. Floor (-4.2) //restituisce -4.
L'ultimo è Math.round(), che arrotonda per eccesso quando la parte decimale è maggiore o uguale a 5, altrimenti, in automatico, arrotonda per difetto: Math. Round (8.01) //restituisce 8, Math. Round (-3.3) //restituisce -3, Math. Round (1.5) //restituisce 2.

79

Abbiamo quindi visto tutti i passaggi da seguire, in maniera molto scrupolosa. Ora non vi resta che provare lo script! Qualora non vi fosse chiaro qualche passaggio, oppure se avete delle lacune in ambito di programmazione, vi consiglio di consultare l'apposito manuale di Javascript, nel quale potrete reperire tutte le informazioni dettagliate per poter generare dei numeri casuali ed, eventualmente, testare altre funzioni. Invece, per tutti i non addetti ai lavori che vogliono cimentarsi nella programmazione web, consiglio di partire dalle basi, andando a studiare i principali linguaggi di programmazione, in modo tale da poter comprendere a fondo i vari codici, per poi provare a utilizzarli.

89

Guarda il video

99

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Programmazione

Come cambiare un attributo CSS tramite JavaScript

In ambito informatico sono esistiti - ed esistono tutt'ora - molti linguaggi di programmazione per il web. Sebbene nessuno di essi sia davvero facile da apprendere, alcuni sono più intuitivi di altri e si prestano meglio allo sviluppo di contenuti interattivi...
Programmazione

Come creare un semplice script con JavaScript

Prima di sapere come creare un semplice script con JavaScript, mi sembra logico risponderti ad una domanda ovvia, cosa è JavaScript? Detto in poche parole, JavaScript è un linguaggio di programmazione lato-client (quindi dalla parte di chi scrive,...
Programmazione

Il metodo split di Javascript

Javascript è un linguaggio, sviluppato da Brendan Eich della Netscape Communications, di scripting orientato agli oggetti e agli eventi. Standardizzato per la prima volta nel 1997 dalla ECMA con il nome ECMAScript, oggi è spesso utilizzato per la programmazione...
Programmazione

Come creare un slideshow in Javascript

Se avete bisogno di un slideshow in javascript per il vostro sito siete nel posto giusto! Un slideshow è utile se volete mostrare un piccolo quantitativo di immagini e, qualora lo si desiderasse, si può accompagnarle da una didascalia. Esistono diverse...
Programmazione

Errori da non commettere nell'uso di Javascript

Javascript è un linguaggio informatico utilizzato nella programmazione web lato client, per la creazione di siti e applicazioni con effetti dinamici e interattivi, tramite funzioni di script invocate da eventi. Quando si utilizzano linguaggi di programmazione...
Programmazione

Come inserire codice javascript in un html

La programmazione informatica è complessa, ma non se si hanno dalla propria le giuste basi che solo uno specialista (o un buon libro di testo) è in grado di dare. Detta in modo molto semplice, la programmazione si basa sulla scrittura di codici attraverso...
Programmazione

Come validare un form con JavaScript

Al fine di rendere più interessante ed accattivante un sito, colui che si occupa della sua realizzazione, deve essere capace di rendere la pagina web il più interattiva possibile in modo che, l'utente possa "interagire" con i suoi contenuti. Uno dei...
Programmazione

Come realizzare animazioni con JavaScript

Tra i linguaggi di scripting esistenti Javascrispt è quello tutt'oggi utilizzato anche se superato da altri più moderni. Questo linguaggio si basa su una sintassi Java, ma esso è reso più semplice e diretto in quanto svolge il codice script riga dopo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.