Come imparare ad utilizzare Archicad

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ultimamente la metodologia progettuale ha fatto passi da gigante. L'utilizzo di nuovi software ha intaccato anche il campo dell'architettura e dell'ingegneria. Le vecchie tavole da architetto ed i pennini a china che venivano impiegati per ripassare i disegni fatti a matita sono solo un ricordo. Utilizzare ArchiCAD è molto semplice: basta installare il programma. Se non si è studenti e non si vuole pagare esiste sempre la versione trial (con restrizioni di funzionalità) che consente di aprire un nuovo foglio e cominciare a disegnare. Leggendo il tutorial si hanno delle indicazioni su come imparare ad utilizzarlo.

26

ArchiCAD è un programma che ha sostituito Radar CH e che si occupa di restituzione di disegno tecnico. L'innovazione che ArchiCAD introduce è l'utilizzo della progettazione in tre dimensioni. Per questo motivo viene definito "programma verticale" ed è una vera novità. All'inizio fu pensato unicamente per Macintosh; con questo programma i progetti architettonici possono essere visualizzati attraverso varie immagini tridimensionali. Infatti, si può spaziare dalle viste assonometriche a quelle prospettiche.

36

Per chi inizia è consigliabile progettare prima una base bidimensionale. Si ha a disposizione una barra di strumenti e si può cliccare su ogni funzione per tracciare linee aperte, chiuse oppure spezzate. Se si seleziona il comando linea e si scorre con il mouse, in basso appare una finestra che visualizza le coordinate della linea (x e y). Da esse si vede la misura che può essere espressa in centimetri o metri. È possibile utilizzare una linea libera per comporre i contorni che si preferiscono. Le funzioni di base sono "estendi", "ruota", "dividi", "muovi una copia" e "specchia".

Continua la lettura
46

Dopo avere realizzato il disegno bidimensionale e la base si passa alla progettazione tridimensionale. Attraverso le funzioni di base delle strutture tridimensionali si procede alla visualizzazione di un'immagine in tre dimensioni. La visualizzazione avviene solo dopo che sono stati impostati i dati essenziali: spessore del muro, altezza e quota di partenza. Ogni funzione 3D ha dei parametri specifici da settare; lo stesso discorso vale per solai e falde. Si può modificare la visualizzazione tridimensionale mediante l'assegnazione di un cono ottico e di una precisa altezza dalla quota 0.

56

Il programma di progettazione è anche dotato di una vasta libreria preimpostata di mobili, oggetti di arredamento e di strutture. Inoltre, si possono assegnare dei materiali specifici che incidono sulla valutazione energetica del modello; si possono poi riprodurre fonti di luce naturali ed artificiali per illuminare il progetto. A questo punto si può esaminare il progetto; il documento 3D lo mostra con tutti i parametri tridimensionali. Si possono realizzare oggetti partendo da zero; si disegna prima la pianta e poi si assegna un prospetto. Successivamente si salva l'oggetto nella libreria dove si può visualizzare in qualsiasi momento.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Iniziare a disegnare in 2D e poi passare al 3D

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Software

Come imparare ad usare Access

Microsoft Access è un programma che fa parte del pacchetto Microsoft Office. Esso si impiega per creare database, tabelle, moduli per la gestione dei dati e report riassuntivi. Grazie ad Access potrete creare un database e personalizzarlo totalmente....
Software

Guida per imparare ad utilizzare Gimp

GIMP è un software di manipolazione fotografica utilizzato per la creazione di immagini o per il ritocco di qualità professionale. La sua distribuzione è gratuita ed è utilizzabile in diversi sistemi operativi. Da sempre GIMP considerato l'alternativa...
Software

Come imparare a dattilografare

La tecnica della dattilografia, ovvero la capacità di digitare velocemente i tasti di macchine da scrivere o di una qualunque tastiera, era limitata a poche persone soprattutto per motivi di lavoro come segretarie o dipendenti pubblici e statali. Negli...
Software

Come imparare ad usare Adobe After Effects

Titoli, effetti ed animazioni da inserire nei tuoi video: tutto questo si può fare con After Effects, un software prodotto dall'Adobe per l'animazione grafica e la post produzione a livello professionale. After Effect è simile al programma di editing...
Software

Come impostare la luminosità in ARTLANTIS

Artlantis è il nome che è stato dato ad un software informatico diffuso in tutto il mondo: questo sofwtare, che è stato prodotto dalla Abvent, viene comunemente utilizzato con il programma ArchiCAD. Artlantis è un software utilizzato per il rendering...
Software

Come iniziare con Catia V5

La guida che imposteremo nei quattro passi che comporranno lo sviluppo di quest'argomentazione, si occuperà di informatica. Per essere più precisi, ci concentreremo su Catia V5, ovvero su un programma di progettazione e di simulazione comportamentale...
Software

Come creare l'effetto glass con Photoshop

Diciamocelo! Photoshop è uno dei migliori programmi mai inventati nella storia della programmazione informatica. Qualsiasi difetto, problema o disturbo lui è in grado di eliminarlo in maniera tale da rendere la foto in questione priva di imperfezioni...
Software

Come creare un tracciato da selezione in Photoshop

Per chi ha la passione del disegno, hai intenzione di imparare ad usare Photoshop e provare a disegnare anche con il computer, provo qui a consigliarti un altro modo è un grande aiuto per semplificare e creare un tracciato per i tuoi disegni. Come crear...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.