Come Inserire I Tag Nelle Pagine Del Proprio Sito Fatto Con WYSIWYG Web Builder

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Wysiwyg Web Builder è un software adatto alla costruzione di siti web, e che, nonostante il suo costo abbastanza basso, è paragonabile a altri programmi dello stesso genere, il cui prezzo è molto più alto. Con esso non si ha bisogno di scrivere nessun codice, per costruire il proprio sito, anche se il programma permette di farlo. Essendo il programma in inglese non per tutti è immediato, vediamo in questa guida come inserire i tag, alle pagine del proprio sito.

27

Occorrente

  • Computer
  • WYSIWYG Web Builder
  • Connessione internet
37

I tag sono quelle parole chiave, che servono al motore di ricerca dei siti per individuare un sito. È bene quindi che chi sta costruendo un proprio sito, inserisca in esso tutte le parole attinenti all'argomento trattato, nel sito stesso in modo che quando qualcuno digita le parole per una ricerca, il proprio sito venga individuato. Il software Wysiwyg Web Builder permette di inserire tutte le parole che uno vuole siano trovate dai motori di ricerca.

47

Ogni volta che si costruisce una pagina, occorre pensare bene alle parole che si vogliono inserire, poiché è bene inserire quelle che si presume che un utente digita facilmente. Per inserire le parole (dette tag) nel sito che stai costruendo, vai sul menu in alto, clicca sulla voce "Page", e sul menu a tendina, scendi con il cursore del mouse fino alla voce "Page proprietes", clicca su essa per fare aprire la finestra delle proprietà della pagina.

Continua la lettura
57

Sulla finestra delle proprietà che si apre, spostati nelle linguette in alto, e clicca su "Meta Tags" in modo da aprire la finestra riguardante i tag. All'interno della finestra vedrai ora la pagina dei tags, scrivi nella prima riga l'autore del sito, puoi mettere il tuo nome, un nick o il nome del sito.
Nel rettangolo più in basso accanto alla parola "Keywords", puoi scrivere i tag veri e propri. Ricorda che ogni parola che scrivi devi separarla con una virgola, quando le hai scritte tutte scendi in basso e clicca sul pulsante "OK", vedrai chiudersi la finestra, e da quel momento avrai inserito i tags nella pagina. Puoi decidere se valgono per tutto il sito o no e in questo ultimo caso devi inserirle per ogni pagina del tuo sito.

67

Approfondimenti e curiosità: WYSIWYG è l'acronimo che sta per l'inglese What You See Is What You Get ("quello che vedi è quello che è" o "ottieni quanto vedi"). Il termine è proprio del campo dell'informatica ed ha sostanzialmente tre significati. Il primo significato si riferisce al problema di ottenere sulla carta testo e/o immagini che abbiano una disposizione grafica uguale a quella visualizzata sullo schermo del computer. I primi software e le prime stampanti nell'ambito dell'utenza domestica non davano in stampa risultati pienamente soddisfacenti, e questo problema fu superato con l'introduzione di nuovi dispositivi e software. Pionieri furono il sistema di codifica dei caratteri TrueType sviluppato dalla Apple Computer e il programma Adobe Type Manager. Il sistema operativo Microsoft Windows ha supportato sin dalle sue prime versioni questo tipo di stampa, avendo Microsoft immediatamente eliminato il sistema TrueType. Con il tempo il significato dell'acronimo si è esteso per analogia anche ad alcune problematiche nella creazione di pagine web. Per intenzione dei suoi creatori, il codice HTML descrive le pagine in maniera logica e non dà nessuna informazione sulla disposizione grafica degli elementi al dispositivo o al browser che dovrà interpretare il codice HTML. Per superare il problema sono stati sviluppati nuovi standard. Uno di questi è il foglio di stile (CSS: Cascading Style Sheets, Fogli di Stile a Cascata), che è un codice che tra le sue potenzialità possiede anche quella di poter descrivere, entro ragionevoli limiti, l'aspetto grafico di una pagina web (questo purché il dispositivo o il browser che interpretano il codice della pagina siano compatibili con i fogli di stile). L'ultimo significato, infine, si riferisce: -agli editor HTML incorporati nelle pagine web che permettono di modificare pagine web non dal codice, bensì come da un normale word processor;-a programmi analoghi ma più sofisticati che vengono eseguiti normalmente dal sistema operativo, anche con funzionalità più avanzate come la connessione ftp. L'acronimo che si riferisce al concetto opposto è What You See Is What You Get, e si riferisce all'effetto che producono determinati linguaggi, software o standard di non poter controllare l'aspetto finale del documento prodotto. Fuori dal campo dell'informatica, è utilizzato in giochi da tavolo con modellini (ad esempio Warhammer) per indicare che le abilità e gli equipaggiamenti dei quali il personaggio o l'unità può disporre durante il gioco sono quelli effettivamente rappresentati sul modello.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Seguire passo dopo passo la guida.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Linux

I 5 migliori page builder per Wordpress

Wordpress è un software che permette la pubblicazione di contenuti sul proprio sito web ed è tra i CMS più adoperati dal momento che consente anche a chi non ha nozioni di HTML, PHP e CSS di creare pagine web. Esistono tantissimi page builder per wordpress,...
Windows

Come usare Screen Mate Builder per creare personaggi animati

Come probabilmente voi lettori e lettrici ben saprete, quando si parla di "screen mates" (letteralmente, in inglese, vuol dire "compagni di schermo") si intendono quei tipi di personaggi animati che si muovono tra le finestre del vostro computer. Se sapete...
Software

Come utilizzare Interface Builder

Se ti stai chiedendo cosa sia INTERFACE BUILDER e a cosa serva sei capitato nel posto giusto. In questa guida ti illustrerò come utilizzare questo sofware in modo molto semplice. Innanzitutto ti spiego cos'è!Interface Builder è un'applicazione per...
Programmazione

Come effettuare il parsing di un file XML

Le nuove tecnologie ITC sfruttano opportuni metadati, per arricchire documenti html o contenuti multimediali. In questa guida, vedremo come effettuare il parsing di un file xml con Java. Questo linguaggio ad oggetti è molto importante per uno sviluppatore....
Windows

Come modificare un documento PDF

Forse hai sempre pensato che i file PDF non possono essere modificati.Questo è in parte è vero, nel senso che non è possibile intervenire su un documento PDF come invece puoi fare direttamente su un file. DOC ad esempio del programma Word del pacchetto...
Internet

Come centrare un oggetto in html

HTML è il linguaggio di programmazione utilizzato per disegnare le pagine web.In questa guida, passo dopo passo, vedremo come centrare un oggetto in HTML. Solitamente in ogni testo scritto, si usa l'allineamento a sinistra per il corpo del documento,...
Windows

Come Realizzare Una Presentazione con frontpage

FrontPage è uno dei tanti editor presenti sul mercato che serve principalmente per creare siti web. È un editor di tipo wysiwyg, ossia un particolare tipo di programma che permette di realizzare siti web e presentazioni anche a persone che non conoscono...
Software

Come creare biglietti da visita in realtà aumentata

La realtà aumentata è un campo molto interessante nella programmazione, che ci consente di far apparire degli oggetti tridimensionali nel mondo reale, permettendoci di realizzare delle interessanti applicazioni di largo utilizzo tramite gli smartphone...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.